Archivi categoria: cristiani perseguitati

La persecuzione subita dalla Chiesa in Spagna

Vi furono 498 martiri nella persecuzione religiosa che ha avuto luogo in Spagna negli anni Trenta del secolo scorso: => Pio XI ne tratta nella- Lettera Enciclica “Dilectissima Nobis” ________________________________________ Lettera Enciclica sull’oppressione della Chiesa in Spagna Agli Eminentissimi Padri Cardinale Francesco Vidal e Barraquer, Arcivescovo di Tarragona, Cardinale Eustachio Ilundain e Esteban, Arcivescovo di … Continua la lettura di La persecuzione subita dalla Chiesa in Spagna

La mia patria è l’Occidente

Nata in Pakistan nel 1982, all’eta’ di dieci anni Sabatina James si trasferi’ con la famiglia, musulmana, a Linz, in Austria. Al ginnasio per Sabatina l’integrazione fu rapida, e tuttavia problematica. Subito si scatenò il conflitto tra le imposizioni dell’islam, così come le viveva tra le mura di casa, e la sua aspirazione alla libertà … Continua la lettura di La mia patria è l’Occidente

Ibrahim poteva essere imam, ora è cattolico. Nascosto.

Ibrahim a 13 anni conosceva a memoria il Corano. L’imam del suo quartiere al Cairo lo portava ad esempio per tanti giovani e intravedeva per lui un futuro di grande predicatore dell’islam più radicale. Ibrahim, giovanissimo predicatore lo è stato: già a 16 anni il venerdì, con l’esuberanza e la foga delle sua giovane età, … Continua la lettura di Ibrahim poteva essere imam, ora è cattolico. Nascosto.

I martiri della persecuzione religiosa spagnola, testimoni di riconciliazione

Uno dei massimi esperti in materia spiega che la pubblicazione del decreto di martirio di sette sacerdoti catalani e di una religiosa di Mallorca assassinati durante la Guerra Civile spagnola, in piena persecuzione religiosa, costituisce un messaggio di riconciliazione per la Spagna che cerca di superare gli attentati dell’11 marzo. In questa intervista concessa a … Continua la lettura di I martiri della persecuzione religiosa spagnola, testimoni di riconciliazione

La “Missione inutile” di Charles de Foucauld

“Dialogare con i musulmani? Sì, ma a condizione di ottenere risultati concreti. Se noi apriamo all’islam in Europa e poi loro continuano a impedirci di costruire chiese in Medio Oriente, cosa ci guadagniamo?”. Il giornalista che, qualche mese fa, prese parte con chi scrive a una trasmissione tivù sul nuovo Papa, non me ne vorrà … Continua la lettura di La “Missione inutile” di Charles de Foucauld

L’egiziano Hegazi rischia la morte

Mohamed Hegazi, egiziano, si e’ convertito al cristianesimo. Una fatwa islamica lo condanna a morte.  Adottiamo Mohamed Hegazi come simbolo della liberta’ religiosa in Medio Oriente. Venticinque anni, nato musulmano, convertito al cristianesimo nove anni fa e sposato con una convertita, ha chiesto alle autorità egiziane di vedere registrata la loro nuova religione sulla carta d’identità per assicurare che … Continua la lettura di L’egiziano Hegazi rischia la morte

Cristiani in Turchia, una vita difficile

Benedetta, 30 anni: «Mi sono convertita e non ho nessun rimpianto della mia religione precedente, ma ho dovuto rompere i rapporti con tutti i miei parenti che ora non mi parlano più» Non c’è pena di morte per chi lascia l’islam, ma chi non è musulmano vive emarginato . Essere cristiani in Turchia: una sfida … Continua la lettura di Cristiani in Turchia, una vita difficile

Liberta’ di conversione: il “caso serio” della liberta’ religiosa

Affrontiamo i temi scottanti della libertà di conversione, come espressione culmine della libertà di religione e di coscienza, un decisivo terreno di verifica.  Due Opposte Difficolta’ Dal punto di vista delle società occidentali la libertà religiosa, la libertà di coscienza e la libertà di conversione si trovano a convivere con un paradosso. Esse sono sicuramente … Continua la lettura di Liberta’ di conversione: il “caso serio” della liberta’ religiosa

Il genocidio armeno, una memoria rimossa ma risorgente

Nel centenario del genocidio armeno non sono mancate le pubblicazioni. Ma il volume curato da Bozarslan, Duclert e Kévorkian (Hamit Bozarlsan, Vincent Duclert, Raymond H. Kévorkian, Comprendre le génocide des arméniens. 1915 à nos jours, Tallandier, Paris 2015) spicca, oltre che per l’abbondante documentazione, per la capacità di leggere in prospettiva gli avvenimenti, tanto da … Continua la lettura di Il genocidio armeno, una memoria rimossa ma risorgente

Potevano convertirsi all’Islam e aver salva la vita, ma hanno scelto Gesu’

Il vescovo di Samalout, dove verra’ costruita una chiesa in onore dei 21 cristiani egiziani uccisi in Libia dall’Isis, racconta la loro storia   L’immagine dei 21 cristiani decapitati in Libia dai terroristi dell’Isis, nel febbraio scorso, e’ rimasta impressa nella memoria degli egiziani. Nessuno, in particolare i cristiani del Paese nord-africano, potra’ mai dimenticare … Continua la lettura di Potevano convertirsi all’Islam e aver salva la vita, ma hanno scelto Gesu’

Musulmani convertiti al cristianesimo chiedono liberta’ religiosa

 L’appello, firmato da 144 persone, domanda agli esperti del dialogo di non dimenticare la difficile situazione dei cristiani, trattati come “degli esclusi e come dei paria”. Fra le richieste più urgenti, la garanzia di libertà a cambiare religione. Un gruppo di 144 cristiani, di cui 77 musulmani convertiti al cristianesimo, ha lanciato un appello agli … Continua la lettura di Musulmani convertiti al cristianesimo chiedono liberta’ religiosa

Liberta’ religiosa (da Caritas in Veritas – Carita’ nella Verita’) Benedetto XVI

29. C’e’ un altro aspetto della vita di oggi, collegato in modo molto stretto con lo sviluppo: la negazione del diritto alla liberta’ religiosa. Non mi riferisco solo alle lotte e ai conflitti che nel mondo ancora si combattono per motivazioni religiose, anche se talvolta quella religiosa e’ solo la copertura di ragioni di altro … Continua la lettura di Liberta’ religiosa (da Caritas in Veritas – Carita’ nella Verita’) Benedetto XVI

I cristiani nell’impero ottomano e nella Turchia moderna

La situazione dei cristiani nei paesi a maggioranza musulmana conobbe un notevole miglioramento sotto la dominazione dei turchi selgiuchidi. […] Nell’impero ottomano, nel XIX secolo, il tasso di scolarizzazione delle comunita’ cristiane era di gran lunga superiore a quello della comunità musulmana e perfino di quella ebraica. […] Tale relativo benessere si espresse anche in … Continua la lettura di I cristiani nell’impero ottomano e nella Turchia moderna

La Nuova evangelizzazione, aiutata dai musulmani

di Samir Khalil Samir – I migranti islamici aiutano l’occidente secolarizzato a riscoprire la dimensione del sacro, il pudore, ma anche il coraggio a testimoniare in pubblico la propria fede. I cristiani dimenticano di evangelizzare i musulmani perché troppo tiepidi e insicuri nella loro fede cristiana. La missione è un gesto di amore espresso attraverso … Continua la lettura di La Nuova evangelizzazione, aiutata dai musulmani

Van Thuan e la fede durante la persecuzione

«In isolamento, in una cella senza luce, suoni o qualunque altro segno di presenza umana, una volta non fui nemmeno capace di ricordare l’Ave Maria. Fu l’unica volta, durante la mia prigionia, che ebbi veramente paura». Raccontò così, una volta, le sue sofferenze Francois-Xavier Nguyen Van Thuan. Non senza quell’espressione serena con la quale era solito … Continua la lettura di Van Thuan e la fede durante la persecuzione

Noi e l’Islam, liberta’ di conversione

S. E. Card. Angelo Scola Testo tratto dall’intervento pronunciato da S.E. il Card. Scola il 23 giugno ad Amman in occasione del Comitato Scientifico di Oasis e pubblicato su La Stampa di domenica 22 giugno. Nella nostra società globalizzata la tensione tra liberta’ religiosa e identita’ tradizionale di un popolo si va facendo sempre piu’ … Continua la lettura di Noi e l’Islam, liberta’ di conversione

Sacerdote a Erbil: peggiorano le condizioni dei profughi di Mosul, senza casa né lavoro

Erbil (AsiaNews) – Molte famiglie cristiane non riescono a pagare l’affitto e “devono abbandonare le case” per rientrare “nelle tende e nei caravan”. Il lavoro “scarseggia” e quanti hanno avuto sinora un impiego, nella maggior parte dei casi “non ricevono lo stipendio”; solo di recente “almeno 250 compagnie sono fallite o hanno dovuto licenziare tutti … Continua la lettura di Sacerdote a Erbil: peggiorano le condizioni dei profughi di Mosul, senza casa né lavoro

Si sposano come tutti e generano figli, ma non gettano i neonati

1. I cristiani né per regione, né per voce, né per costumi sono da distinguere dagli altri uomini. 2. Infatti, non abitano citta’ proprie, né usano un gergo che si differenzia, né conducono un genere di vita speciale. 3. La loro dottrina non è nella scoperta del pensiero di uomini multiformi, né essi aderiscono ad … Continua la lettura di Si sposano come tutti e generano figli, ma non gettano i neonati

Vale la pena di vivere nonostante disgrazie e malattie?

Gli ospedali sono nati all’inizio di quello che noi chiamiamo Medio Evo, età di mezzo tra altre due più importanti, quasi a dimenticare il contributo fondamentale alla formazione della nostra civiltà. Gli ospedali sono proprio un esempio di tale contributo. Non sono nati perché si sapessero curare le malattie. Fino all’inizio del secolo scorso le … Continua la lettura di Vale la pena di vivere nonostante disgrazie e malattie?

Il ringraziamento dei cristiani di Aleppo fuggiti in Libano.

Il ringraziamento dei cristiani di Aleppo fuggiti in Libano. Dobbiamo continuare ad aiutarli! “Vorrei estendere il mio sincero ringraziamento a voi per l’aiuto ai vostri fratelli di rifugiati siriani in Libano, in particolare a noi che viviamo lontani dalle nostre case e viviamo in effetti un momento difficile e doloroso, e chiedo a Dio di … Continua la lettura di Il ringraziamento dei cristiani di Aleppo fuggiti in Libano.

La conversione di Manisha, nata nel giorno della Madonna

Una vita segnata da gravi perdite l’ha avvicinata a Cristo. Poi l’incontro con un cattolico, oggi suo marito, e l’inizio del catecumenato. “Dio mi ha cercato in ogni momento dell’esistenza”. A Pasqua riceverà il battesimo. Mumbai (AsiaNews) – “È come se Dio sia venuto a cercarmi, in ogni momento della mia vita, incoraggiandomi e confortandomi … Continua la lettura di La conversione di Manisha, nata nel giorno della Madonna

Quando la fede è una scelta di vita: dall’islam al sacerdozio

Firmin Adamon, di famiglia islamica, si è convertito in età adulta. Con Mirco Bianchi, il diacono beninese ordinato sacerdote nel 2010 in Cattedrale, a Cesena Benin, Africa Occidentale. Poco meno di 10 milioni di abitanti distribuiti tra animisti (la maggioranza), cattolici, musulmani e pure una piccola fetta di protestanti. Chiese e moschee qui convivono in … Continua la lettura di Quando la fede è una scelta di vita: dall’islam al sacerdozio

8 consigli per convertirsi al cattolicesimo in segreto

Ci sono migliaia di persone che si convertono al cattolicesimo o in generale al cristianesimo, e per questa loro chiamata, rischiano per la vita propria o di quella dei propri cari. Pensiamo a chi vive in nazioni in cui vige la sharia, la legge musulmana, in cui la conversione (apostasia) e’ punibile con la pena … Continua la lettura di 8 consigli per convertirsi al cattolicesimo in segreto

Lahore, vedova cristiana minacciata dai familiari musulmani del marito: Convertiti o muori

Islamabad (AsiaNews) – “Quando mi sono sposata, i parenti [di mio marito] hanno iniziato a esercitare pressioni, affinché mi convertissi [all’islam]. Ma lui ha sempre preso le mie difese, dicendo che ‘mia moglie e i miei figli devono sentirsi liberi di professare la loro fede’. Tuttavia, dopo la sua morte i suoi fratelli hanno ricominciato … Continua la lettura di Lahore, vedova cristiana minacciata dai familiari musulmani del marito: Convertiti o muori

Ti ho salvato perché non hai ucciso

David ha 48 anni, è originario dell’Iran e da vent’anni vive in Thailandia come rifugiato. Dodici anni fa è venuto alla nostra casa del Pime a Nonthaburi per chiedere aiuto. Gli ho chiesto di raccontarmi la sua storia. Mi ha detto che veniva da famiglia di militari: suo padre era un generale e lui stesso … Continua la lettura di Ti ho salvato perché non hai ucciso

India, Sumita e la fede in Cristo scoperta grazie a un rosario

Nata da madre induista e padre buddista, la donna ha una vita tormentata che cerca di sanare con l’astrologia e altri riti. L’apparizione di un rosario e il sostegno di un’amica la spingono a iniziare il catechismo per diventare cattolica. “Dio mi ha donato preghiera, amore, misericordia e la forza di perdonare”. Un piccolo rosario trovato dentro … Continua la lettura di India, Sumita e la fede in Cristo scoperta grazie a un rosario

L’olocausto cristiano di Creta

Sulla costa settentrionale di Creta, in cima alle colline sopra a Rethymno, la mappa indica un monastero greco ortodosso. Arrivi lassù, e ti si staglia davanti una straordinaria fortezza petrosa, che con la sua mole sovrasta le gole attorno, così strette che già molto prima del tramonto si riempiono di ombra. Sono passati 800 anni … Continua la lettura di L’olocausto cristiano di Creta

Raimondo Lullo e il dialogo tra le religioni

“Se ti mostro la verità finirai con l’abbracciarla” Dopo una conversione improvvisa e violenta, Ramon Llull (1233-1316), italianizzato Raimondo Lullo, abbandonò la sua attività di trovatore e di siniscalco del re Giacomo II di Maiorca, per dedicare il resto della sua vita all’evangelizzazione. L’essere vissuto a Maiorca, accanto ad ebrei e musulmani, in un luogo … Continua la lettura di Raimondo Lullo e il dialogo tra le religioni

La pace come cammino (Tonino Bello)

A dire il vero non siamo molto abituati a legare il termine PACE a concetti dinamici. Raramente sentiamo dire: “Quell’uomo si affatica in pace”, “lotta in pace”, “strappa la vita coi denti in pace”… Più consuete, nel nostro linguaggio, sono invece le espressioni: “Sta seduto in pace”, “sta leggendo in pace”, “medita in pace” e, ovviamente, “riposa … Continua la lettura di La pace come cammino (Tonino Bello)

La grande testimonianza di Asia Bibi: «Se mi condannate perché amo Dio, sarò orgogliosa di sacrificarmi»

Pubblichiamo la grande testimonianza di Asia Bibi, cattolica condannata a  morte in Pakistan per false accuse di blasfemia, che attende da anni in prigione  il processo di appello. ef=’http://ads.tempi.it/openx/www/delivery/ck.php?n=ae0b4442&cb={random}’ target=’_blank’><img src=’http://ads.tempi.it/openx/www/delivery/avw.php?zoneid=6&cb={random}&n=ae0b4442&ct0={clickurl}’ border=’0′ alt=” /> «Mi chiamo Asia Noreen Bibi. Scrivo agli uomini e alle  donne di buo­na volontà dalla mia cella senza finestre, nel modulo … Continua la lettura di La grande testimonianza di Asia Bibi: «Se mi condannate perché amo Dio, sarò orgogliosa di sacrificarmi»