Chi siamo

Essere Amici di Lazzaro, è qualcosa di più del semplice volontariato, perché è un cammino che si può riassumere in tre parole: amicizia, preghiera e servizio ai poveri, i piccoli, i semplici. Un amore ricevuto da Dio e che vorremmo ricambiare e portare a chi non è amato o non si sente amato. Collaborano con noi anche alcuni non credenti che però condividono gli ideali che perseguiamo.

L’ideale che ci spinge è il desiderio di andare incontro a tutte quelle persone che vivono situazioni di sofferenza ed emarginazione. Da questo amore agli ultimi viene il nome Amici di Lazzaro, Lazzaro è il povero citato da Gesù nei Vangeli che muore di fronte alla casa del ricco, ed è anche un personaggio reale: l’amico di Gesù che viene riportato in vita. Quindi un invito a farci amici anche di chi non è materialmente povero, ma cerca o ha diritto a una vita piena di serenità, di valori, di affetti, di riferimenti, di fede, di ascolto, di allegria.

Ecco perchè ci rivolgiamo anche ai piccoli, ai giovani e a chi ha bisogno di essere educato, accompagnato, ascoltato.

I bisogni intorno a noi sono immensi: necessità materiali, umane e spirituali, ma casa e lavoro, istruzione e diritti, non bastano per rendere le persone felici. Sono l’amore, l’amicizia, l’ascolto e la fede che condividiamo che portano pace e gioia. I poveri ci insegnano tanto e molte volte siamo noi a dover dire grazie a loro per quello che riceviamo, è uno scambio alla pari, da amici. Dalle tante amicizie sono nate alcune semplici iniziative in aiuto alle situazioni più diverse, dai senzacasa alle vittime della prostituzione, dai bambini di strada in Romania ai bambini ospiti in comunità in Italia, dal doposcuola a bambini in difficoltà alle lezioni di italiano per donne straniere, dai giornalini e catechesi in varie lingue alla World’s Prayer che ogni mese raduna giovani di varie nazioni del mondo con canti e preghiere in varie lingue. Inoltre abbiamo dei piccoli progetti all’estero e l’aiuto alle famiglie in difficoltà (specialmente le ex vittime di tratta e gli anziani degli spettacoli viaggianti), oltre all’evangelizzazione tramite il sito internet e i social network..