SCHEMA Come sposare una marocchina, tunisina, egiziana senza conversione

IN COMUNE: chiedere di sposarsi, e farsi fare il 1) certificato di rifiuto del Comune ad effettuare le pubblicazioni di matrimonio per mancanza dei documenti necessari IN TRIBUNALE nella sezione Volontaria Giurisdizione : 2) inoltrare ricorso contro la decisione del Comune in base all’articolo 98 del Codice Civile documenti da allegare: a) certificato di rifiuto … Continua la lettura di SCHEMA Come sposare una marocchina, tunisina, egiziana senza conversione

Prostituzione al chiuso: Chi è coinvolto?

Donne, di oltre 40 diverse nazionalità e transessuali, queste ultime soprattutto italiane e sudamericane. Al chiuso ci sono loro. Secondo la stima di Carchedi e Tola sarebbero tra le 11.900 e le 15.500. Più al Nord che al Sud. Dai dati emersi dal convegno di Torino del 24 febbraio 2010 organizzato dal Gruppo Abele, tante … Continua la lettura di Prostituzione al chiuso: Chi è coinvolto?

41. Che senso ha la vita di una persona disabile?

Se si giudica il valore di una vita con criteri di efficienza, di produttivita’, di economia, la societa’ sara’ logicamente portata a sopprimere la vita delle persone disabili, che non solo non sono redditizie, ma costano molto perché necessitano di molte cure. Eppure, possiamo testimoniare che molte di loro portano al mondo altre ricchezze: la … Continua la lettura di 41. Che senso ha la vita di una persona disabile?

Agnese (dai Fioretti di Santa Chiara)

Il monastero femminile, dove Francesco aveva messo in serbo Chiara, era quello di San Paolo. Dopo pochi giorni la cavò di lì e la ripose nel monastero femminile di sant’Angelo di Panzo, sulle pendici del Subasio. Ogni giorno, la sorella minore di Chiara, Agnese, l’andava a trovare. Una sera non fece più ritorno in famiglia … Continua la lettura di Agnese (dai Fioretti di Santa Chiara)

Prostituzione Indoor: per chi e perchè?

Alcuni dati da una ricerca del Gruppo Abele sul tema della prostituzione al chiuso. La prostituzione Indoor (al chiusi) è per clienti impauriti, che vogliono disporre di più tempo che in strada e sentirsi tutelati. Per clienti dai 18 ai 70 anni, in gran parte italiani di ceto medio-alto, come li hanno definiti le donne … Continua la lettura di Prostituzione Indoor: per chi e perchè?

Sempre più Cristo tra gli islamici

Sonno ormai molte le testimonianze di ex musulmani che hanno abbracciato la fede cristiana. Il quotidiano francese “Le Monde” ha dedicato un lungo articolo alla questione, sottolineando che gli islamici francesi neo-convertiti sono ormai migliaia e che si conta almeno un centinaio di musulmani che ogni anno lasciano l’islam per il cristianesimo. Per Saïd Oujibou, ex musulmano, … Continua la lettura di Sempre più Cristo tra gli islamici

Sequenza allo Spirito Santo

Vieni, Santo Spirito manda a noi dal cielo un raggio della tua luce. Vieni, padre dei poveri, vieni, datore dei doni, vieni, luce dei cuori. Consolatore perfetto; ospite dolce dell’anima, dolcissimo sollievo. Nella fatica, riposo, nella calura, riparo, nel pianto, conforto. O luce beatissima, invadi nell’intimo il cuore dei tuoi fedeli. Senza la tua forza … Continua la lettura di Sequenza allo Spirito Santo

Dubbi, denunce e troppi errori. Ecco i «pentiti» dell’eutanasia

Come sempre, mentre in Italia si rincorre l’ultima ‘novità etica’ sul fronte del diritto all’autodeterminazione, all’estero c’è già chi fa marcia indietro. È il mondo scientifico che illumina con un faro di critiche la legislazione sull’eutanasia, invece da tanti magnificata in Italia a sproposito. Il motivo più recente sono gli errori, i dubbi, le denunce … Continua la lettura di Dubbi, denunce e troppi errori. Ecco i «pentiti» dell’eutanasia

I senza fissa dimora sono in grado di vivere una “vita normale”?

Un ulteriore elemento di pregiudizio, diffuso purtroppo anche fra molti operatori, è che le persone senza dimora, senza un adeguato percorso rieducativo, non siano in grado di condurre nuovamente da subito una “vita normale” , mantenendo una casa, un lavoro e delle relazioni in autonomia. I dati dicono chiaramente che questa difficoltà, se generalizzata come … Continua la lettura di I senza fissa dimora sono in grado di vivere una “vita normale”?

Cosa comporta lo status di rifugiato

Gli elementi per il riconoscimento dello status di rifugiato sono: 1) il timore “fondato” che deve accompagnarsi all’elemento della “fondatezza”; 2) la persecuzione. (vedi art. 7 d.lgs. n. 251/2007). Non è sufficiente la presenza di atti persecutori poiché occorre che questi siano riconducibili ai motivi indicati dalla Convenzione di Ginevra. Tali atti, così configurati, sono … Continua la lettura di Cosa comporta lo status di rifugiato

La grazia di rispettare i fratelli (Ignacio Larranaga)

Signore Gesù, metti un lucchetto alla porta del nostro cuore, per non pensar male di nessuno, per non giudicare prima del tempo, per non sentir male, per non supporre, ne interpretar male, per non profanare il santuario sacro delle intenzioni. Signore Gesù, legame unificante della nostra comunità, metti un sigillo alla nostra bocca per chiudere … Continua la lettura di La grazia di rispettare i fratelli (Ignacio Larranaga)

Uomo e donna, la verita’ è che siamo diversi

Perché stai cosi’?”. “Non è niente amore”. “Come niente? Hai un’espressione cosi’ triste”. “Non ti preoccupare tesoro, è solo stanchezza”. “Ok”. Tipico dialogo a tinte fosche, tra marito e moglie alla fine di una giornata stressante sul divano di casa. E quando lui risponde con un “ok” e continua a guardare la televisione, ecco che … Continua la lettura di Uomo e donna, la verita’ è che siamo diversi

Cinque domande scomode su aborto, eutanasia e contraccezione

#1 Contraccezione: una non alternativa all’aborto E’ oggi molto diffusa l’idea secondo cui la cosiddetta contraccezione d’emergenza costituirebbe un’alternativa all’aborto. Su quali basi lo si afferma? Non certo su basi scientifiche, giacché c’è una vera e propria marea di studi che nega espressamente una correlazione tra maggiore contraccezione e contrasto efficace dell’aborto quando non evidenzia … Continua la lettura di Cinque domande scomode su aborto, eutanasia e contraccezione

La salute dell’imperfezione

Che cosa significa sentirsi in salute? Rispondere ai criteri dettati dalla moda irreale e perfezionista dominante oppure accettare l’imperfezione con carità e compassione? Il neonatologo Bellieni risponde…   Dottor Bellieni, in un articolo recentemente pubblicato dall’edizione di ZENIT in inglese Lei ha espresso un’originale visione della parola salute, definendola come lo stato di soddisfazione personale, supportato socialmente. Perché è importante domandarsi … Continua la lettura di La salute dell’imperfezione

Non è importante ciò che facciamo, ma con quanto amore lo facciamo (Madre Teresa)

Qualcuno mi ha chiesto: “cosa farai quando non sarai più superiora?”. Io gli ho risposto che sono insuperabile a lavare bagni e latrine. Non è importante ciò che facciamo, ma con quanto amore lo facciamo. Se Dio desidera che pulisca i bagni, che mi prenda cura dei lebbrosi o parli con il presidente degli Stati … Continua la lettura di Non è importante ciò che facciamo, ma con quanto amore lo facciamo (Madre Teresa)

Il popolo armeno e la sua incrollabile fede cristiana (Seconda parte)

Cosa ha consentito al popolo armeno di mantenere viva e radicata la propria fede nonostante lunghi periodi di occupazioni e violente vessazioni? Padre Tovma: Con molto dolore devo affermare che solo una minima parte della nostra biblica Patria si chiama Repubblica dell’Armenia. La nostra storica terra, trovandosi sull’asse Oriente-Occidente, più volte rimase schiacciata fra potenti … Continua la lettura di Il popolo armeno e la sua incrollabile fede cristiana (Seconda parte)

Mio papa’ era un donatore: chi e’?

Tra gli oltre 50mila francesi nati con fecondazione eterologa a partire dal 1973 il desiderio di conoscere i propri genitori biologici diviene una rivendicazione sempre piu’ diffusa. Ma in Francia l’anonimato dei donatori è sancito per legge, sulla base pure di una logica spesso sottaciuta: rivelare i nomi scoraggerebbe il dono, proprio in un Paese … Continua la lettura di Mio papa’ era un donatore: chi e’?

Su quel letto ogni giorno un miracolo (Mariapia Bonanate)

Ho esitato molto a scrivere di questa mia esperienza familiare. Quando si vive in una casa divenuta chiesa, accanto ad un letto divenuto altare, le parole si svuotano fino a scomparire. È il silenzio che parla. Poi pensi che, se abiti in una vera chiesa, anche se domestica, devi lasciare le porte spalancate, devi permettere … Continua la lettura di Su quel letto ogni giorno un miracolo (Mariapia Bonanate)

Il meglio deve ancora venire. Noi siamo qui per questo (testimonianza di Manu)

Era da un po’ di tempo che avevo il desiderio di fare un servizio a contatto con i bambini e proprio l’anno scorso ho partecipato al Campo Bimbi/Ragazzi ad Avigliana organizzato dall’Associazione. E’ stata un’esperienza ricca, non solo per il bel clima di collaborazione e familiarita’ che si è creato tra tutti, ma anche per … Continua la lettura di Il meglio deve ancora venire. Noi siamo qui per questo (testimonianza di Manu)

Come si può stare impotenti davanti a un ammalato e non perdere la fede?

Caro padre Aldo, volevo chiederti una mano su come imparare a volere bene al mio moroso che soffre di depressione e in questo periodo è particolarmente a pezzi. Ho deciso di scriverti dopo ieri sera: per l’ennesima volta, dopo una cena con alcuni amici, mi ha scritto: «Sono triste, prega per me». A quel punto … Continua la lettura di Come si può stare impotenti davanti a un ammalato e non perdere la fede?

I sei verbi della misericordia: abbracciare

4. “Gli si gettò al collo” L’abbraccio è tra le più tenere manifestazioni d’affetto. L’abbraccio non può che nascere da un cuore ben fatto come quello del Padre della parabola che stiamo gustando. Abbracciando il figlio, il padre gli impedisce di inginocchiarsi per chiedergli perdono. Ecco la misericordia allo stato puro: mai umiliare, ma innalzare … Continua la lettura di I sei verbi della misericordia: abbracciare

Il lato nascosto (e maschile) dell’anoressia

Tradizionalmente associati alle donne, in realtà i disturbi alimentari colpiscono anche la popolazione maschile Il fenomeno è rimasto a lungo in ombra, ma oggi un quarto delle diagnosi riguarda ragazzi Disordini alimentari: l’attenzione va tenuta alta. Secondo dati del ministero della Salute, infatti, in Italia circa tre milioni di persone sono affette da disturbi dell’alimentazione … Continua la lettura di Il lato nascosto (e maschile) dell’anoressia

Prof. Bellieni: il pain principle per misurare il doloreanche nei neonati

“Il dibattito sul fine-vita in pediatria negli ultimi tempi ha mostrato di incagliarsi quando viene usato come principio decisionale il cosiddetto best interest del bambino”. Così il professor Carlo Bellieni, neonatologo, membro della Pontificia Accademia per la Vita, vicepresidente di Scienza e Vita, che propone, come ha fatto anche in un convegno tenutosi il mese … Continua la lettura di Prof. Bellieni: il pain principle per misurare il doloreanche nei neonati

La passione che ci fa fare in un’ora quello che un altro farebbe in un mese

Caro padre, sono una studentessa universitaria a Roma. Sto studiando per l’esame più impegnativo del mio corso di studi, che richiede un grande sforzo di memoria. Nel preparare altri esami in questi anni, la cosa più bella che ho sperimentato è la gioia di scoprire nuove realtà, di imparare e meravigliarmi allo stesso tempo. La … Continua la lettura di La passione che ci fa fare in un’ora quello che un altro farebbe in un mese

Mons. Hoser: Tutto indica che le apparizioni saranno riconosciute

Stanno facendo il giro del mondo le affermazioni di Mons. Henryk Hoser – l’arcivescovo polacco nominato da Papa Francesco per studiare la situazione pastorale sul “fenomeno Medjugorje” – rivelate durante un’intervista all’agenzia di stampa polacca  KAI e riprese da moltissimi organi di stampa (https://cruxnow.com/global-church/2017/08/19/vatican-delegate-every-indication-medjugorje-will-recognized-perhaps-later-year/  e http://www.total-croatia-news.com/lifestyle/21339-papal-envoy-medjugorje-apparitions-could-be-recognized-this-year e http://www.rp.pl/Kosciol/170819142-Abp-Hoser-Wszystko-wskazuje-na-to-ze-objawienia-w-Medjugorje-beda-uznane.html). “Tutto indica che le apparizioni saranno riconosciute – ha  detto … Continua la lettura di Mons. Hoser: Tutto indica che le apparizioni saranno riconosciute

Dalla parte dei piccoli e dei poveri