Saper ringraziare (Padre Andrea Gasparino)

grazie«Oggi abbiamo parlato, ascoltato, guardato, camminato con tutta naturalezza. Ma è difficile che abbiamo detto grazie per il dono della parola, dell’udito, della vista, della salute. Ogni cosa che toccano le nostre mani, ogni cosa che vedono i nostri occhi, ogni oggetto raggiunto dai nostri sensi, è un dono di Dio. In ogni cosa su cui si ferma un attimo la fantasia c’è un dono di Dio. Ogni oggetto del mio pensiero è un dono di Dio. Ogni battito dei miei polsi, ogni respiro dei miei polmoni…». Soprattutto, si può ringraziare Dio per le persone che ci fanno crescere, per gli avvenimenti lieti o duri che ci fanno imparare, maturare… Ogni volta che la bontà di Dio occupa i nostri pensieri più di quanto la occupino le nostre preoccupazioni, noi sbocciamo maggiormente alla realtà della fede. La preghiera di ringraziamento ha proprio questo ruolo: spostare il nostro centro d’interesse da noi a Dio…».

(Padre Andrea Gasparino)

SE PUOI.... AIUTACI: