Storia. Il Sacro Romano Impero

Non è vero che il Cristianesimo abbia contribuito alla dissoluzione dell’Impero Romano. E’ vero il contrario. Secondo i Padri della Chiesa, anzi, l’Impero era stato voluto da Dio per tenere a bada le forze oscure del caos. All’interno del suo perimetro c’era ordine, disciplina e tranquillità: finché fosse durato le forze dell’Anticristo non avrebbero prevalso. Questa era anche l’opinione di san Paolo. In effetti alcune coincidenze sono singolari: l’ultimo imperatore romano fu Romolo Augusto, detto Augustolo perché giovanissimo. Romolo era stato il mitico re fondatore di Roma, Augusto aveva creato l’Impero. Fu ritenuto provvidenziale che Roma finisse con un capo che riassumeva in sé i nomi dei due fondatori.

Costantino sarà il fondatore dell’Impero Orientale, Bisanzio. Ebbene l’ultimo imperatore bizantino, che cadrà sugli spalti contro i Turchi, si chiamerà anch’egli Costantino. Non solo. L’Impero Romano fu ripristinato, adesso “Sacro”, da Carlo Magno. L’ultimo rappresentante del Sacro Romano Impero si chiamerà anch’egli Carlo, e sarà il nipote di Francesco Giuseppe d’Austria.

SE PUOI.... AIUTACI:

Dunque i cristiani si considerarono legittimi eredi dell’Impero Romano, e lo ripristinarono alla prima occasione. Cioè quando un capo cristiano (Carlo Magno) fosse riuscito in qualche modo ad assicurare ordine e stabilità. Carlo assunse su di sé questo compito, che portò avanti tutta la vita difendendo l’Impero Sacro e Romano contro i pagani esterni.