Storia. Nascita del Medioevo

Senza le legioni a garantire l’ordine pubblico e a tenere a bada i barbari che premevano ai confini l’Europa sprofondò nel caos. Proprio da questo caos nacque, in modo del tutto naturale, quello che chiamiamo con termine improprio Medioevo (infatti sarebbe più appropriato chiamarlo Cristianità).

In una situazione di estrema insicurezza è istintivo cercare di mettersi sotto la protezione di un potente. Facciamo un esempio. Orde di banditi infestano le strade, quasi non posso nemmeno uscire ed ho tre figlie femmine da proteggere. Dall’altra parte del fiume c’è uno che ha sei figli maschi, giovani e forti; in più ha denaro, terra e armi. I banditi si guardano bene dall’attaccarlo. Allora gli chiedo protezione, dò le mie figlie in mogli ai suoi figli più grandi e mi dichiaro pronto a intervenire al suo fianco in caso di bisogno. Ecco nato il patto feudale, con l’ “omaggio” (che vuol dire “io sono uno dei tuoi uomini”) e lo scambio di protezione contro fedeltà.

SE PUOI.... AIUTACI:

La parola “feudo” viene dal latino fides, che vuol dire appunto “fedeltà”, “affidamento”. Altri vicini seguono il mio esempio e, qaundo siamo in numero cospicuo, chiamiamo il nostro signore “barone” o “conte” (comitis = compagno; del re, in questo caso) e lo aiutiamo a costruire un castello fortificato. In esso ci trincereremo in caso di attacco.

Il signore dovrà governarci, cioè dirimere le nostre controversie e difenderci. Egli, con tutti noi, suoi uomini, a sua volta ha giurato fedeltà a uno più potente, e così via. In cima ci sarà il re. Ecco creata una struttura politica dal basso, basata solo sulla parola data. Infatti nel Medioevo l’insulto più sanguinoso era “fellone”, cioè spergiuro. E’ un po’ quel che accade oggi nelle organizzazioni criminali di tipo mafioso: se ti rubano la macchina (non solo in certi centri siciliani, ma anche in Giappone, o nel Bronx) tu sai che se ti rivolgi alla polizia difficilmente rivedrai la tua auto. Ma se ti rivolgi al boss locale la riavrai la sera stessa e vedrai il ladro circolare con un occhio nero, se non peggio. Ovviamente quando il boss in questione avrà bisogno che tu gli ricambi il favore non potrai tirarti indietro.

Bene, si immagini un sistema del genere, però legale e addirittura istituzionalizzato per necessità. Certo poteva degenerare, ma qui intervenne la Chiesa. Infatti gli uomini di Chiesa erano gli unici ad aver conservato un minimo di organizzazione in mezzo allo sfacelo generale. Essi sapevano leggere, sapevano parlare in pubblico, sapevano stilare un atto giuridico e conoscevano le antiche leggi. In più erano disciplinati e provvisti dell’autorevolezza necessaria. Nei loro monasteri avevano conservato e salvato, copiando e ricopiando, tutta la sapienza, la cultura, i documenti del tempo in cui il mondo era civile e prospero. I barbari, che restavano stupiti davanti ai palazzi romani in pietra e marmo, le statue, le terme, i teatri, capivano che conveniva loro farsi insegnare le regole di una civiltà immensamente superiore. E, man mano che accettavano di farsi cristiani, introiettavano il sogno della ricostituzione dell’Impero Romano. A quei predoni feudali (che potremmo paragonare, per propensione alla violenza, ai teppisti di una qualsiasi curva di stadio), la Chiesa disse: “Avete voglia di menare le mani? Bene, fatelo in difesa della vedova e dell’orfano, della civiltà e dei deboli, e ne avrete lustro, onore e riconoscenza da parte di Dio”. Nacque così la Cavalleria.
Rino Camilleri (Fregati dalla scuola)