Archivi tag: 2012

Solo chi è amato può amare anche il dolore dei vecchi

Caro padre, terminate le scuole superiori dovevo scegliere una professione, ma tra le tante idee confuse niente mi soddisfaceva, nulla mi convinceva. Volevo studiare qualcosa di più grande, che mi portasse ad una maggior conoscenza, un corso di studi che non fosse superficiale, vuoto, ma che assorbisse tutto il mio tempo, tutte le mie energie … Continua la lettura di Solo chi è amato può amare anche il dolore dei vecchi

I miei compagni di avventura, testimoni di Gesù

Caro amico, questo luogo, in cui condivido la vita quotidiana con padre Paolino non è stato scelto, né da me, né dal mio compagno di viaggio. Ci siamo trovati qui perché, in tempi diversi, il Mistero, attraverso una chiamata concreta, ci ha convocati a condividere la stessa avventura. Un’avventura che è iniziata il 6 gennaio … Continua la lettura di I miei compagni di avventura, testimoni di Gesù

Non ho dubbi, sono stata “scelta” da Cristo

Silvia non è soltanto l’intelligente e lavoratrice amministratrice della fondazione San Raffaele, ma una di quelle persone di cui tutto il genere umano ha bisogno per essere educato a prendere sul serio la propria umanità e vivere intensamente il reale, per lei totalmente positivo. È da un anno che sta lottando contro il cancro, giorno … Continua la lettura di Non ho dubbi, sono stata “scelta” da Cristo

La suora che assiste gli ultimi: Serviamo Gesù in ogni angolo di strada

Alcuni mesi fa è venuto a visitarmi un gruppo di religiose brasiliane. Volevano conoscere l’opera di San Raffaele. Ne sono subito rimasto molto colpito, perché erano molto giovani (tutte avevano meno di trent’anni) e indossavano un saio che non aveva niente da invidiare a quello di san Francesco, confezionato con una tela di lana grezza, … Continua la lettura di La suora che assiste gli ultimi: Serviamo Gesù in ogni angolo di strada

Quella familiarità con Cristo dei nostri santi

«Perché devo soffrire tanto Signore?» domandava santa Teresa d’Avila a Gesù in un momento di grande sofferenza. Ed il Signore rispose: «Perché ti amo molto Teresa». La Santa, che non ha perso mai l’ironia neanche nei momenti più drammatici della sua vita, gli rispose con estrema sincerità: «Oh Gesù mio, allora preferirei che Tu mi … Continua la lettura di Quella familiarità con Cristo dei nostri santi

Li amo perché esistono. Così sto davanti ai miei malati

Caro padre Aldo, quest’estate ho partecipato a un incontro in cui si diceva che la carità è un avvenimento e non un sentimento. Vorrei che mi aiutassi a capire meglio questa bellissima affermazione, partendo dalla tua esperienza personale.  Lettera firmata Don Carrón durante la giornata di inizio anno di Cl, ha ricordato una lettera in … Continua la lettura di Li amo perché esistono. Così sto davanti ai miei malati

Grazie al cancro mi sono accorta dell’amore di Dio

Silvia è argentina ma da 25 anni vive in Paraguay. Qui, insieme alla sua famiglia, è stata a capo di una prospera società finché, a causa della crisi economica, si è trovata sull’orlo del fallimento che le ha causato una profonda depressione. A peggiorare la situazione, sei anni fa le è stato diagnosticato un tumore, … Continua la lettura di Grazie al cancro mi sono accorta dell’amore di Dio

La compagnia che mi guarda con la tenerezza di Dio

«Padre, ci saluti la irmãsiña», mi ripetono Marcos e Cleuza ogni volta che vado via da San Paolo e torno ad Asunción. L’affetto che li unisce è iniziato alcuni anni fa quando si sono conosciuti nella clinica San Pampuri. Cleuza è rimasta folgorata dalla bellezza umana della “irmãsiña”, come ama chiamarla. In verità la “irmãsiña” … Continua la lettura di La compagnia che mi guarda con la tenerezza di Dio

Calli nelle ginocchia, nella mente, nelle mani. Così non sarete rapiti dai fantasmi della mente

Caro padre Aldo, tutto il malessere, il disagio, la non libertà che sto vivendo, sono la conseguenza del mio rapporto sbagliato con la realtà e del mio intervento su di essa. Più di quattro anni fa mi sono innamorata di un ragazzo, ci siamo messi insieme, ma ora ci siamo lasciati. Ho cercato di rimediare … Continua la lettura di Calli nelle ginocchia, nella mente, nelle mani. Così non sarete rapiti dai fantasmi della mente

Il volto umano che ci ricorda Cristo presente

«Contemplerò ogni giorno il volto dei santi per trovare riposo nelle loro parole», «Non aspettatevi un miracolo, ma un cammino». Essendo un cammino a volte lungo, a volte corto, come vedo ogni giorno nella Clinica san Riccardo Pampuri, è necessario un compagno che ci prenda per mano. Durante questo percorso, infatti, ci troviamo in qualsiasi … Continua la lettura di Il volto umano che ci ricorda Cristo presente

Aldo Trento: Dio usa anche un asino per rivelare la sua tenerezza

Carissimo padre Aldo, ti ho già scritto qualche mese fa per chiederti aiuto nella mia aridità e ne approfitto per ringraziarti della tua risposta, che non mi ha dato nessuna regola, nessuna ricetta, ma mi ha aiutato a iniziare un grande lavoro che cerco di portare avanti ancora oggi. La grande novità che si è … Continua la lettura di Aldo Trento: Dio usa anche un asino per rivelare la sua tenerezza

L’unico modo per guarire dalla depressione è una sana compagnia

Caro padre Aldo, come le ho scritto nel messaggio precedente anche io soffro di depressione. Ci sono momenti, come questo in cui le sto scrivendo, che mi sento completamente solo, abbandonato da tutti (anche fisicamente). Sono io contro la depressione e basta. A causa di ciò provo un forte senso di ribellione verso Dio che … Continua la lettura di L’unico modo per guarire dalla depressione è una sana compagnia

Aldo Trento: Cosa mi permette di afferrare la scopa con gioia

Carissimo padre Aldo, «la ripartenza è sempre una gratitudine». Questa frase di don Giussani descrive meglio di quanto potrei fare io l’esperienza vissuta con te in Paraguay nel mese appena trascorso. Sono arrivata da te prostrata da un periodo molto doloroso, con una grande ferita nel cuore. Sono venuta da te senza conoscerti perché nelle … Continua la lettura di Aldo Trento: Cosa mi permette di afferrare la scopa con gioia

Aldo Trento: «Amici dottori, curare significa abbracciare l’altro»

Milano, lunedì 26 marzo. Le aule del seminario “Malattia e Cura” della facoltà di Medicina dell’Università Bicocca aprono le porte a un sacerdote per spiegare cosa significhino la malattia e la cura in ambito psichiatrico. Davanti a padre Aldo Trento, missionario in Paraguay, dove il sacerdote ha fondato una clinica per moribondi, anziani, bambini violentati e malati … Continua la lettura di Aldo Trento: «Amici dottori, curare significa abbracciare l’altro»

Aldo Trento: Non affannatevi per la vostra vocazione. I segni di Dio sono nel quotidiano

Molti giovani mi scrivono mettendo a tema la vocazione. Nella maggioranza dei casi si sentono persi, perché non avendo chiaro ciò che il Signore voglia da loro, si chiedono a cosa serve quello che stanno facendo. È come se avessero la pretesa di avere già chiaro tutto il loro futuro, dimenticandosi quanto affermava Emmanuel Mounier e … Continua la lettura di Aldo Trento: Non affannatevi per la vostra vocazione. I segni di Dio sono nel quotidiano

Aldo Trento: Caro amico che ti fai di cocaina, noi vogliamo la luna, non le latrine

Caro padre Aldo, ho vent’anni e posso affermare come Paul Nizan: «Questa non è l’età più bella della vita». Non solo, per me è diventata un inferno. Ho tutto, non mi manca niente e nonostante questo ho dentro di me un vuoto enorme, una disperazione che mi impedisce di vivere. Tutto è grigio intorno a … Continua la lettura di Aldo Trento: Caro amico che ti fai di cocaina, noi vogliamo la luna, non le latrine

Padre Aldo: Cristo non è qui per raffreddare le nostre passioni

Reverendo padre Trento, le devo premettere che non sono una ciellina, ho conosciuto don Giussani al Liceo Berchet, dove era mio professore di religione, ma non sono restata folgorata da lui, pur essendo una fra le poche convinte cattoliche praticanti, direi, di tutta la scuola di quegli anni Sessanta. Forse perché all’epoca ero molto più … Continua la lettura di Padre Aldo: Cristo non è qui per raffreddare le nostre passioni

Padre Aldo, risposta alla suora innamorata: «La chiamata di Dio è irreversibile»

Carissimo padre Aldo, sono una religiosa e leggo la sua rubrica su Tempi, in cui trovo un grande aiuto per la mia vita. Per questo le scrivo per avere un aiuto. Ho abbracciato la vita di consacrazione da circa vent’anni ed anch’io, come lei, ho sentito la “chiamata” fin da giovane, anche se mi ha … Continua la lettura di Padre Aldo, risposta alla suora innamorata: «La chiamata di Dio è irreversibile»

Padre Aldo Trento: «La mia umanità è stata illuminata da Cristo»

Caro padre Aldo, sono Caterina, la ragazza di 15 anni che soffriva di bulimia, e sono appena tornata dalla vacanza estiva che facciamo con alcune comunità di Gioventù studentesca (Gs) della mia regione. È stata una settimana vissuta alla grande, ogni cosa aveva uno scopo e meritava di essere vissuta al massimo! Con alcune persone ho … Continua la lettura di Padre Aldo Trento: «La mia umanità è stata illuminata da Cristo»

Grazie per quella “felix culpa” che ci fa incontrare Gesù

Caro padre, sento spesso dire sia dai preti sia dai laici: «Nonostante i miei limiti Dio continua ad amarmi», quasi come se il limite costituisse per Dio un ostacolo per amarmi. Non solo questo, ma a volte a causa delle mie frequenti fragilità mi sento stanca di continuare a confessare sempre le stesse miserie e … Continua la lettura di Grazie per quella “felix culpa” che ci fa incontrare Gesù