Archivi tag: Aldo Trento

«Padre, le chiedo questa carità: mi voglia bene»

Alcuni giorni fa mi ha colpito una frase di Chesterton: «Colui che è convinto di essere in buona salute è l’unico veramente ammalato». Nel testo latino del Credo la liturgia mette sulle nostre labbra: «Propter nos homines et propter nostram salutem descendit de Caelis». La traduzione italiana sostituisce il sostantivo “salutem” con “salvezza”, mentre per … Continua la lettura di «Padre, le chiedo questa carità: mi voglia bene»

Tutto, perfino un omicidio, può essere perdonato

In un mondo in cui la realtà è manipolata o ridotta a propria immagine, ai propri progetti, è inevitabile la disperazione che vive la maggior parte degli uomini. Tutti i giorni ricevo mail di persone che chiedono, gridano aiuto. La risposta non può essere ridotta a parole già confezionate o a una ricetta – come … Continua la lettura di Tutto, perfino un omicidio, può essere perdonato

Cosa serve a Gesù per essere più accattivante? Non basta la sua croce?

Carissimo padre Aldo, ti scrivo innanzitutto per salutarti, da parte mia e di tutti i miei bambini: ogni mattina la loro preghiera è per te e per i tuoi “figli”. Voglio raccontarti come nella mia esperienza ho potuto verificare quello che tu dici riguardo al fatto che nessuno è determinato dai suoi antecedenti biologici, ereditari … Continua la lettura di Cosa serve a Gesù per essere più accattivante? Non basta la sua croce?

Che grazia per un sacerdote essere innamorato di una donna

Più di un paio di anni fa incontrai un uomo speciale: bellissimo, brillante, divertente e fedele a Cristo. Col passare dei mesi diventammo sempre più intimi, eppure lui non si decideva ad uscire allo scoperto. Una sera ricevetti una telefonata, nella quale questo ragazzo (che chiamerò Giovanni) mi aprì il suo cuore dicendo che si … Continua la lettura di Che grazia per un sacerdote essere innamorato di una donna

Il senso della vita non si cerca su Google. È un Mistero che si è fatto carne

Caro padre Aldo, cercando su Google una risposta al mio stato d’animo, l’ho trovata in un suo bellissimo articolo pubblicato su tempi.it! Condivido con lei “la notte dell’anima” (in una dimensione spirituale) anche nella forma del “male di vivere” (in una dimensione terrena). Ho 36 anni e mi porto questo fardello da circa 15 anni ormai. … Continua la lettura di Il senso della vita non si cerca su Google. È un Mistero che si è fatto carne

Se uno vedesse come muoiono i nostri pazienti, non avrebbe più paura dei Novissimi

«In omnibus operibus tuis, memorare novissima tua, et in aeternum non peccabis». «In tutte le opere tue ricordati della tua fine e non peccherai in eterno», afferma il Siracide (7,36). I Novissimi sono quattro: Morte, Giudizio, Inferno, Paradiso. Questo pensiero mi accompagna fin dagli anni del seminario, quando nell’ultima meditazione di ogni ritiro spirituale il predicatore … Continua la lettura di Se uno vedesse come muoiono i nostri pazienti, non avrebbe più paura dei Novissimi

Ti sei innamorata di un uomo vecchio e malato? Meglio “sbagliarsi” o essere “etici” come le pietre?

Caro padre Aldo, tempo fa ti scrissi una lettera per un senso di angoscia che mi portavo dentro da tempo e la tua esortazione a pregare la Madonna mi ha aiutato tanto. Questa volta ti scrivo, perché mi è accaduto un fatto di cui non riesco ancora a capire il senso. Lavoro da 15 anni … Continua la lettura di Ti sei innamorata di un uomo vecchio e malato? Meglio “sbagliarsi” o essere “etici” come le pietre?

Una fraternità è come un matrimonio: quello ideale non esiste

Caro padre Aldo, appartengo a un movimento cattolico da 20 anni e sono stanco di ascoltare sempre le stesse parole, gli stessi richiami. Mi sento annegare dalla schematicità che viviamo. Si parla di tutto, si riprende la catechesi ma è come un ripetere sempre le stesse parole. Il nostro ritrovarci è diventato un peso, fino … Continua la lettura di Una fraternità è come un matrimonio: quello ideale non esiste

L’esempio viene prima della predica. Così ci educhiamo a vicenda

Le “prediche” e le teorie non servono per educare. Padre Paramas, gesuita delle Riduzioni, nel suo libro La repubblica di Platone e i Guaraní afferma che questo paese non si è sviluppato attraverso teorie astratte e teoriche bensì per “imitazione”. Cioè, guardare alla realtà obbedendole. Questo processo di cambiamento è avvenuto seguendo una persona che … Continua la lettura di L’esempio viene prima della predica. Così ci educhiamo a vicenda

Come sarebbe piatta la vita se andasse sempre secondo i programmi

Carissimo padre Aldo, mi chiamo Marinella. Un amico ci ha girato una lettera che hai scritto, dicendoci: «Che testimonianza! Lascia senza parole!». È proprio stato così; l’ho letta e riletta tante volte. L’ho portata in ospedale dove lavoro e ogni tanto la tiro fuori dal cassetto e la riprendo affinché le tue parole possano aiutare … Continua la lettura di Come sarebbe piatta la vita se andasse sempre secondo i programmi

Un matrimonio in crisi dopo troppi sogni delusi. Solo Cristo può ricostruire

Caro padre Aldo, ti scrivo in cerca di una parola di conforto. Sto con mia moglie da dieci anni e siamo sposati da cinque. Abbiamo due magnifiche bambine, una sicurezza economica più che buona e viviamo in una bella città. La vita di mia moglie è stata segnata da una situazione familiare difficile, priva di … Continua la lettura di Un matrimonio in crisi dopo troppi sogni delusi. Solo Cristo può ricostruire

Aldo Trento: Sono i dettagli che rendono bella la vita. In ogni tipo di lavoro.

Erano le 23.30, mentre facevo il mio esame di coscienza inginocchiato davanti alla bella immagine del Crocifisso della mia stanza, mi sono venute in mente, ripensando alle molte ore in cui sono stato impegnato nel mio lavoro, alcune cose che avevo visto e che cercherò di sintetizzare in questo scritto. Qualcuno dirà: padre Aldo, il … Continua la lettura di Aldo Trento: Sono i dettagli che rendono bella la vita. In ogni tipo di lavoro.

Aldo Trento: «Devi essere contento quando piove», mi disse il paralitico. Come può un grande dolore convivere con una profonda certezza.

Caro padre Aldo, ho 22 anni e da circa uno sono in psicoterapia. Sono rimasta stupita dall’incontro che lei ha fatto in università. In particolare mi ha colpita come un dolore immenso, che le si legge in faccia, possa convivere con una profonda certezza. Sembrava una cosa incomprensibile, invece mi sono trovata a sperimentarlo negli … Continua la lettura di Aldo Trento: «Devi essere contento quando piove», mi disse il paralitico. Come può un grande dolore convivere con una profonda certezza.

Cristo trasforma lerci mendicanti in uomini nuovi e irriconoscibili

Perché sei così? Perché ti piace questo? Come fai per essere così? Quante volte abbiamo sentito queste domande da persone sconosciute che ci vedevano giocare, andare in gita, fare silenzio o cantare e rimanevano stupite. Persone che ci incontravano mentre facevamo cose semplici, umane. Ricordo don Giussani quando diceva che noi non abbiamo bisogno di … Continua la lettura di Cristo trasforma lerci mendicanti in uomini nuovi e irriconoscibili

Un’amica mi scrive: Sono solo una schifosa che voleva rubare il marito di un’altra?

Caro padre Aldo, desidero raccontarti di un fatto imprevisto. Nella routine consolidata di tutta la giornata (vedere sempre gli stessi amici rassicuranti e con reputazione di ciellini di spicco, ritmo regolare dedicato a cose buone: marito, figli, caritativa e quant’altro) ho iniziato a vedere un’insufficienza, a provare un disagio. Mi pesava passare il sabato sera … Continua la lettura di Un’amica mi scrive: Sono solo una schifosa che voleva rubare il marito di un’altra?

L’epilessia, l’alcolismo, il tradimento e poi un’accoglienza inattesa

Solo l’incontro con un grande amore salva e cambia la vita. È stato così per me da parte del Servo di Dio monsignor Luigi Giussani ed è quello che mi succede ogni giorno incontrando tante persone che mi scrivono o vengono qui a visitarmi o fanno parte della mia grande famiglia. Ma l’amore è un … Continua la lettura di L’epilessia, l’alcolismo, il tradimento e poi un’accoglienza inattesa

La depressione è una battaglia dura. Serve l’aiuto di una compagnia che ci fa scoprire scelti

Carissimo padre Aldo, mi chiamo Giovanna. Una ventina di giorni fa una amica ha fatto la professione in un convento di trappiste: ero contentissima per lei. Devi però sapere che nei giorni che hanno preceduto questo evento sono stata preda di un vero e proprio attacco di depressione. Per diverse mattine non avevo nessuna voglia … Continua la lettura di La depressione è una battaglia dura. Serve l’aiuto di una compagnia che ci fa scoprire scelti

«Io sono Tu che mi fai». Così, con i miei disturbi e le mie paranoie mentali.

Ciao padre Aldo, ti avevo scritto due o tre anni fa raccontandoti la mia storia nella speranza di ricevere da te un consiglio o una sola parola di conforto per portare la mia croce ogni giorno. Sono ammalato di bipolarismo e disturbo compulsivo ossessivo. Quando da piccolo questa cosa si è manifestata, i miei genitori, … Continua la lettura di «Io sono Tu che mi fai». Così, con i miei disturbi e le mie paranoie mentali.

Grazie Signore perché dopo l’esaurimento mi concedi questa malattia

Caro padre Aldo, ti scrivo perché in questi mesi di dolore e fatica ti ho sentito molto amico. È da parecchio tempo che vivo in uno stato di totale affaticamento: sento di aver perso il gusto di vivere. Non vengo da una situazione facile, non mi sono mai stati fatti sconti nella mia vita, tutt’altro. … Continua la lettura di Grazie Signore perché dopo l’esaurimento mi concedi questa malattia

Anche una palude può diventare paradiso terrestre. La fattoria “padre Pio”

La fattoria “padre Pio” è molto nota ad Asunción. Si tratta di 14 ettari di terreno a 40 chilometri dalla capitale del Paraguay. È stata donata da una signora molto devota al frate cappuccino. La sua unica richiesta è stata quella di costruire una cappella in onore del santo. Dopo aver visitato il luogo con … Continua la lettura di Anche una palude può diventare paradiso terrestre. La fattoria “padre Pio”