Archivi tag: Bruno Ferrero

Non c’è posto per voi… (Bruno Ferrero)

Guido Purlini aveva 12 anni e frequentava la prima media. Era già stato bocciato due volte. Era un ragazzo grande e goffo, lento di riflessi e di comprendonio, ma benvoluto dai compagni. Sempre servizievole, volenteroso e sorridente, era diventato il protettore naturale dei bambini più piccoli. L’avvenimento più importante della scuola, ogni anno, era la … Continua la lettura di Non c’è posto per voi… (Bruno Ferrero)

I 3 agnellini (Bruno Ferrero)

Lassù sulle montagne del Tirolo, c’era un piccolo villaggio dove tutti sapevano scolpire santi e Madonne con grande abilità. Ma giunse il tempo in cui non ci furono più ordinazioni per le loro belle statuine religiose. Un pomeriggio Dritte, uno dei maestri intagliatori, entrando nella sua bottega trovò un fanciullo biondo, che giocava con le … Continua la lettura di I 3 agnellini (Bruno Ferrero)

Signora si chiude (Bruno Ferrero)

Era la Vigilia di Natale e la commessa non vedeva l’ora di andarsene. Pensava in continuazione alla festa che l’attendeva appena finito il lavoro. Sentiva già i mormorii di ammirazione che l’avrebbero accompagnata mentre entrava vestita con l’abito da sera di velluto, con il cavaliere che la scortava… Quando arrivò l’ultima cliente. Mancavano solo cinque … Continua la lettura di Signora si chiude (Bruno Ferrero)

L’asino e il bue (Bruno Ferrero)

Mentre Giuseppe e Maria erano in viaggio verso Betlemme, un angelo radunò tutti gli animali per scegliere i più adatti ad aiutare la Santa Famiglia nella stalla. Per primo, naturalmente, si presentò il leone.  “Solo un re è degno di servire il Re del mondo”, ruggì “io mi piazzerò all’entrata e sbranerò tutti quelli che … Continua la lettura di L’asino e il bue (Bruno Ferrero)

La cortesia (racconto di Bruno Ferrero)

La “buona educazione” è la più semplice, modesta e dimenticata delle virtù, ma è la base di tutte le altre. Non esistono cameriere in famiglia. Dalla cucina, come al solito, la donna disse: «È pronto!». Il marito, che leggeva il giornale, e i due figli, che guardavano la televisione e ascoltavano musica, si misero rumorosamente … Continua la lettura di La cortesia (racconto di Bruno Ferrero)

Un povero vecchio (raccontro di Bruno Ferrero)

C’era una volta un vecchio che non era mai stato giovane. In tutta la sua vita, in realtà, non aveva mai imparato a vivere. E non avendo imparato a vivere, non riusciva neppure a morire. Non aveva speranze né turbamenti; non sapeva né piangere né sorridere. Tutto ciò che succedeva nel mondo non lo addolorava … Continua la lettura di Un povero vecchio (raccontro di Bruno Ferrero)

Il somaro di Brina (dalle Memorie di Don Bosco)

Sono un somaro, lo ammetto, non godo di buona fama, a torto, eppure mi ritengo molto più intelligente del mio cugino cavallo, tutto muscoli e poco cervello che però si muove sempre circonfuso da un’aureola di gloria. Fu proprio grazie ad un cavallo molto pauroso che ritrovai quella persona eccezionale di cui vi voglio raccontare. … Continua la lettura di Il somaro di Brina (dalle Memorie di Don Bosco)

Il primo fiore

In un paesino di montagna c’è un’usanza molto bella. Ogni primavera si svolge una gara tra tutti gli abitanti. Ciascuno cerca di trovare il primo fiore della primavera. Chi trova e raccoglie il primo fiore sarà il vincitore e avrà buona fortuna per tutto l’anno. Per questo partecipano tutti, giovani e vecchi. Un anno, all’inizio … Continua la lettura di Il primo fiore

Il cappotto magico (racconto di Bruno Ferrero)

Ero un cappotto di forma classica, stravagante e fuori moda in quegli anni della metà del 1800. Il mio padrone, un certo don C., era un uomo gioviale, con qualche lato bizzarro, sicché i giovani preti allievi del Convitto Ecclesiastico di Torino si divertivano talvolta alle sue spalle. E il bersaglio preferito ero proprio io, … Continua la lettura di Il cappotto magico (racconto di Bruno Ferrero)

Eliogabalo e Matusalemme (Bruno Ferrero)

Il piccolo e zoppo Matusalemme ed Eliogabalo (detto Gabalo) erano due ragazzi poveri della città. Avevano sempre vissuto, dalla nascita, nel collegio dei ragazzi poveri. “Sai che domani è Natale?” chiese Gabalo, un giorno che tutti e due stavano spalando la neve dall’ingresso dell’istituto. “Ah, davvero?” rispose Matusalemme. “Spero proprio che la signora Pynchurn non … Continua la lettura di Eliogabalo e Matusalemme (Bruno Ferrero)

Il bisogno di una mano (Bruno Ferrero)

Un papà e il suo bambino camminavano sotto i portici di una via cittadina su cui si affacciavano negozi e grandi magazzini. Il papà portava una borsa di plastica piena di pacchetti e sbuffò, rivolto al bambino. “Ti ho preso la tuta rossa, ti ho preso il robot trasformabile ti ho preso la bustina dei calciatori… Che cosa devo … Continua la lettura di Il bisogno di una mano (Bruno Ferrero)

Il flauto del pastore (Bruno Ferrero)

C’era una volta un vecchio pastore, che amava la notte e conosceva bene il percorso degli astri. Appoggiato al suo bastone, con lo sguardo rivolto verso le stelle, il pastore stava immobile sul campo. “EGLI verrà!” disse. “Quando verrà?” chiese il suo nipotino. “Presto!”. Gli altri pastori risero. “Presto!” lo schernirono. “Lo dici da tanti … Continua la lettura di Il flauto del pastore (Bruno Ferrero)