Archivi tag: Camilleri

Storia. Nascita del Medioevo (6)

Senza le legioni a garantire l’ordine pubblico e a tenere a bada i barbari che premevano ai confini l’Europa sprofondò nel caos. Proprio da questo caos nacque, in modo del tutto naturale, quello che chiamiamo con termine improprio Medioevo (infatti sarebbe più appropriato chiamarlo Cristianità). In una situazione di estrema insicurezza è istintivo cercare di … Continua la lettura di Storia. Nascita del Medioevo (6)

Storia. La democrazia antica (3)

La democrazia antica non ha nulla a che vedere con quella moderna. Nell’Atene di Pericle votavano solo i cittadini maschi e liberi che pagavano le tasse, in base al principio che solo chi sovvenzionava la cosa pubblica aveva il diritto di metterci bocca. Non solo. Si trattava di una comunità di poche migliaia di anime, … Continua la lettura di Storia. La democrazia antica (3)

Storia. L’Inquisizione (16)

E’ più corretto parlare di Inquisizioni, al plurale, perché questa istituzione ecclesiastica fu molto diversificata, a seconda dei tempi e dei luoghi. Così abbiamo l’Inquisizione medievale, quella spagnola, quella Romana (Sant’Uffizio), quelle laiche e quelle protestanti. La prima nacque di fronte a un problema preciso: l’ eresia catara. In verità i catari, o neo-manichei, professavano … Continua la lettura di Storia. L’Inquisizione (16)

Storia. Il mondo prima e dopo Roma (1)

La civiltà prima di Roma presenta, grosso modo, la situazione seguente: a) imperi mesopotamici e mediorientali (Assiri, Babilonesi, Caldei, Ittiti, etc.); b) Egitto faraonico; c) città-stato greche; d) barbari; e) popoli e civiltà indiane e cinesi; f) popoli e civiltà precolombiane (forse, ma si sa poco); g) regni e popolazioni tribali africani. Giustamente i manuali … Continua la lettura di Storia. Il mondo prima e dopo Roma (1)

Storia. L’Inquisizione spagnola (17)

Su questo tema, la fantasia si è scatenata. Ma è appunto fantasia, come ne il pozzo e il pendolo di Edgar A. Poe. Nel 1492, anno dell’impresa di Colombo, la Spagna, riunificatasi col matrimonio tra Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona, era riuscita a portare a termine la plurisecolare opera di riconquista del paese ai … Continua la lettura di Storia. L’Inquisizione spagnola (17)

Storia. Umanesimo e Rinascimento (19)

Con la fine dell’anarchia feudale e l’avvento dei regni unitari (Francia, Inghilterra, Spagna) la situazione di endemica insicurezza cedette il posto a relativa pace e tranquillità di comunicazioni. La rivoluzione industriale medievale poté così esplodere in traffici, commerci e viaggi (di pellegrinaggio, di studio, di affari). L’aumentato benessere fece crescere la popolazione e sorsero i … Continua la lettura di Storia. Umanesimo e Rinascimento (19)

Storia. Il Nuovo Mondo (20)

Cristoforo Colombo, il più grande navigatore di tutti i tempi, era un uomo religiosissimo (ma conviveva more uxorio, come del resto Galileo; questo serva a chiarire che il puritanesimo sessuale non fu mai di casa in ambiente cattolico). Il motivo per cui voleva andare nelle Indie passando dall’oceano è specificato nel suo testamento, nel quale … Continua la lettura di Storia. Il Nuovo Mondo (20)

Storia. Il Sant’Uffizio (Galileo, Bruno e Campanella) (18)

L’Inquisizione Romana, o Sant’Uffizio, nacque per rispondere alla sfida luterana. Essa fu centralizzata a Roma e affidata ai cardinali. Santi come Pio V (il papa della battaglia di Lepanto) furono inquisitori. Il Sant’Uffizio evitò all’Italia la caccia alle streghe e le guerre di religione. Il periodo della Controriforma, contrariamente a quanto molti sostengono, fu un’epoca … Continua la lettura di Storia. Il Sant’Uffizio (Galileo, Bruno e Campanella) (18)

Storia. La cosiddetta Riforma (21)

Lutero era un monaco agostiniano (entrato in monastero per sfuggire a una vendetta privata) che trasse pretesto da una pretesa “corruzione” della chiesa per fondare una religione completamente nuova. Per questo è inesatto parlare di “Riforma”. Infatti se il problema fosse stato davvero costituito dalla vendita delle indulgenze, delle cariche ecclesiastiche e dalla non osservanza … Continua la lettura di Storia. La cosiddetta Riforma (21)

Storia. La guerra nel Medioevo (15)

La Chiesa non ha mai insegnato l’ “obiezione di coscienza”. Sa che c’è il peccato originale e la guerra è inevitabile. Il cristiano è pacifico, non “pacifista”, perché non sempre la pace è meglio della guerra. Infatti dice san Tommaso che la pace è “tranquillità nell’ordine”. Dunque senza giustizia non ci può essere pace. E … Continua la lettura di Storia. La guerra nel Medioevo (15)

Storia. Le Crociate (14)

Si trattò di un pellegrinaggio armato, nient’altro. Le Crociate furono otto, di cui solo due vittoriose. Gli scontri si svolsero in Terrasanta e i periodi bellici durarono in tutto pochi decenni su diversi secoli. La maggior parte dell’Islam quasi non se ne accorse. Il papa Urbano II, a Clermont nel 1096, le “lanciò” quasi per … Continua la lettura di Storia. Le Crociate (14)

Storia tra Islam e Cristianesimo (13)

A soli vent’anni dalla morte del Profeta gli Arabi musulmani (ex pastori e cammellieri, ora guerrieri) conquistarono tutta l’Africa cristiana ed ex romana, sconfissero la superpotenza dell’Oriente (L’impero persiano) e minacciarono seriamente Bisanzio. In più strapparono la Spagna ai Visigoti ed avrebbero invaso l’Europa se Carlo Martello non li avesse fermati sui Pirenei. L’espansione cattolica, … Continua la lettura di Storia tra Islam e Cristianesimo (13)

Storia. L’apporto dei monaci medievali (11)

Il “buio” Medioevo ci ha lasciato le cattedrali, la Summa di san Tommaso e la Divina Commedia. Cosa viene a vedere il turista in Europa? Le banche? I palazzi moderni? Le stazioni ferroviarie? No. Le chiese e le città medievali e rinascimentali. Questo fatto, da solo, testimonia che nulla di bello è più stato fatto, … Continua la lettura di Storia. L’apporto dei monaci medievali (11)

Storia. La prima rivoluzione industriale (10)

Il Medioevo è l’unico esempio di società sottosviluppata che si sia sviluppata da sola. La liberazione dalla paura superstiziosa delle forze della natura, la santificazione cristiana del lavoro, l’abolizione della schiavitù e la parità tra uomo e donna, produssero quella che è stata chiamata “la prima rivoluzione industriale”. Il termine “lavoro” deriva dal latino labor. Solo … Continua la lettura di Storia. La prima rivoluzione industriale (10)

Storia. La famiglia nel Medioevo (9)

Nella concezione medievale la famiglia era tutto, l’individuo e lo Stato niente. Il ragionamento era semplice: se l’unica ricchezza è la terra, e la terra dura per sempre, per possederla e amministrarla ci vuole un’entità che abbia la stessa durata. L’individuo muore, la terra rimane. Lo Stato? Lo Stato esiste quando esiste un’autorità fornita del … Continua la lettura di Storia. La famiglia nel Medioevo (9)

Storia. Il feudo (8)

Jus primae noctis e servitù della gleba. Due leggende da revisionare. Il primo fu trovato dai missionari cristiani in qualche tribù pagana del Nordeuropa, e subito fieramente combattuto. Rimase, in alcuni posti, come tassa da pagare al signore. Poiché il linguaggio medievale era molto fiorito “diritto della prima notte” rimase a significare la tassa matrimoniale … Continua la lettura di Storia. Il feudo (8)

Storia. Re, regine e cavalieri (7)

Il re medievale aveva autorità, non potere. Esempio: mio padre è anziano e più bassino di me, ma gli obbedisco perché è mio padre, non perché può obbligarmi. Cioè egli ha autorità su di me, ma nessun potere. Così era il re medievale, solo primus inter pares, “fratello maggiore” tra i suoi baroni. Se voleva … Continua la lettura di Storia. Re, regine e cavalieri (7)

L’opera della Chiesa nella storia (12)

Poiché l’ha fatto meglio di quanto noi possiamo sperare di fare riportiamo, sull’argomento, una memorabile pagina dello storico e Accademico di Francia Pierre Gaxotte. “Al tempo dei Romani, un’epoca rude e razionale, la Chiesa aveva recato la consolazione nella miseria, il coraggio di vivere, L’abnegazione, la carità, la pazienza, la speranza di una vita migliore, … Continua la lettura di L’opera della Chiesa nella storia (12)

Storia. Il primo Cristianesimo (4)

Il Cristianesimo si presenta subito come una religione “desacralizzante”. Cristo dimostra di essere Dio e di padroneggiare sia gli elementi che i demoni. Egli dice che l’uomo non deve avere più paura delle forze ostili che lo circondano, naturali o sovrannaturali, perché tutto è sottomesso all’unico Dio che è padre buono. Ora, poiché tutto quel … Continua la lettura di Storia. Il primo Cristianesimo (4)

Storia. Il Sacro Romano Impero (5)

Non è vero che il Cristianesimo abbia contribuito alla dissoluzione dell’Impero Romano. E’ vero il contrario. Secondo i Padri della Chiesa, anzi, l’Impero era stato voluto da Dio per tenere a bada le forze oscure del caos. All’interno del suo perimetro c’era ordine, disciplina e tranquillità: finché fosse durato le forze dell’Anticristo non avrebbero prevalso. … Continua la lettura di Storia. Il Sacro Romano Impero (5)

Storia. La religiosità romana (2)

I Romani avevano, sì, i loro dèi (quelli greci, con i nomi variati: Zeus=Giove, Hera=Giunone, Athena=Minerva, e così via), ma erano molto superstiziosi e temevano di offendere le nuove divinità che incontravano man mano nell’espandersi. Per questo avevano il Pantheon (dal greco: “tutti gli dèi”), tempio in cui tutte le divinità dell’Impero erano venerate. Per … Continua la lettura di Storia. La religiosità romana (2)