Archivi tag: donne

Cosa sono le Mutilazioni Genitali Femminili?

Le Agenzie dell’ONU preposte alla promozione dei Diritti di salute riproduttiva – Organizzazione Mondiale della Sanità, UNICEF e UNFPA – dichiarano che: “la mutilazione genitale femminile comprende tutte le procedure che includono la rimozione parziale o totale dei genitali femminili per ragioni culturali o altre ragioni non terapeutiche”. Attraverso le mutilazioni sessuali, la comunità mostra … Continua la lettura di Cosa sono le Mutilazioni Genitali Femminili?

Quanti tipi di Mutilazione Genitale Femminile?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito una precisa classificazione dei diversi tipi di MGF. Tipo I : ClitoridectomiaRimozione parziale o totale del clitoride e/o del prepuzio clitorideo. Tipo II : EscissioneRimozione parziale o totale del clitoride e delle piccole labbra con o senza asportazione delle grandi labbra. Tipo III : InfibulazioneRestringimento dell’orifizio vaginale con chiusura … Continua la lettura di Quanti tipi di Mutilazione Genitale Femminile?

Perché si praticano le Mutilazioni Genitali Femminili?

Esistono molte ragioni che vengono addotte per la perpetuazione della pratica: un insieme di miti, convinzioni, codici di condotta e valori, che alcuni collegano a dettami religiosi, altri ad istituti tradizionali tramandati nel corso dei secoli. Le MGF, tra le comunità che le praticano, sono considerate una tradizione molto antica da perpetuare. In contesti di … Continua la lettura di Perché si praticano le Mutilazioni Genitali Femminili?

MGF: diffusione della pratica nel mondo e in Italia

In Italia si stima in un intervallo tra 60.000 e 81.000 il numero di donne attualmente presenti che sono state sottoposte durante l’infanzia a una forma di mutilazione genitale. Il gruppo maggiormente colpito è quello nigeriano (anche se il fenomeno è in grande calo nel paese di orgine) che, insieme a quello egiziano, costituisce oltre … Continua la lettura di MGF: diffusione della pratica nel mondo e in Italia

Mutilazioni genitali femminili: dati e trends 2018

Secondo le stime dell’OMS attualmente sono circa 200 milioni le donne che hanno subìto una mutilazione genitale e vivono prevalentemente in 30 Paesi. Tra queste, più di 44 milioni sono bambine e ragazze con meno di 15 anni: in molti Paesi, infatti, “il taglio” viene praticato entro i primi cinque anni di vita della bambina. … Continua la lettura di Mutilazioni genitali femminili: dati e trends 2018

La legislazione italiana sulle MGF

A partire dagli anni Novanta i governi, sia delle aree geografiche in cui la pratica è diffusa sia delle aree in cui la pratica rientra perché effettuata dalla popolazione immigrata, hanno iniziato ad intervenire nella lotta alle MGF con strumenti giuridici. La maggior parte dei paesi, europei e extraeuropei, puniscono le MGF nella fattispecie di … Continua la lettura di La legislazione italiana sulle MGF

La cura ginecologica delle donne con MGF

In presenza di MGF la visita ginecologica appare complessa e spesso percepita come invasiva, specie nelle donne infibulate. Va quindi spiegato bene in che cosa consiste e come viene svolta. Si deve procedere solo dopo aver ottenuto, come da prassi, il consenso della donna, e qualora la paziente lo richieda, la visita si deve interrompere, … Continua la lettura di La cura ginecologica delle donne con MGF

La deinfibulazione

È fondamentale offrire alla donna con MGF di tipo III la possibilità di accedere alla deinfibulazione presso una struttura sanitaria appropriata e competente, coinvolgendo anche il partner. La deinfibulazione riduce le infezioni urinarie, i dolori mestruali, e i dolori nei rapporti sessuali. Facilita le visite ginecologiche e diminuisce l’incidenza di taglio cesareo al momento del … Continua la lettura di La deinfibulazione

MGF e gravidanza

Nelle donne infibulate in gravidanza, oltre alla difficoltà di effettuare controlli ginecologici in quanto è impossibile introdurre lo speculum, si possono sviluppare infezioni urinarie e vaginali tali da compromettere la gravidanza stessa. Durante il parto il tessuto reso anelastico dalla cicatrice può impedire la dilatazione del canale da parto e causare gravi problemi sia per … Continua la lettura di MGF e gravidanza

Aspetti psicologici delle MGF

Gli effetti psicologici delle MGF sono difficili da valutare dal momento che il vissuto delle bambine sottoposte alla pratica può variare in base al contesto e all’età.Le mutilazioni genitali femminili possono indebolire l’equilibrio psicologico e causare traumi che pregiudicano l’equilibrio esistenziale delle ragazze, invalidando le loro relazioni affettive durante tutto l’arco della vita. I motivi … Continua la lettura di Aspetti psicologici delle MGF

Cos’è il matrimonio forzato?

Per matrimonio forzato, secondo la definizione della Convenzione di Istanbul,si intende “l’atto intenzionale di costringere un adulto/a o un bambino/a a contrarre matrimonio… il fatto di attirare intenzionalmente con l’inganno un/una adulto/a o un bambino/a sul territorio di una Parte o di uno Stato diverso da quello in cui risiede, allo scopo di costringerlo a … Continua la lettura di Cos’è il matrimonio forzato?

La legislazione italiana sui matrimoni forzati

La legislazione italiana non contiene riferimenti espliciti al “matrimonio forzato”. Tuttavia, consente di affrontare questo reato attraverso altri strumenti giuridici, in particolare la previsione del reato di maltrattamenti in famiglia (art. 572 del Codice Penale). Va ricordato però che l’Italia ha ratificato la Convenzione di Istanbul il 27 giugno 2013 (Legge n. 77). L’articolo 42 … Continua la lettura di La legislazione italiana sui matrimoni forzati

Le donne portatrici di MGF: valutazione del rischio

Il set di indicatori necessari alla determinazione di un punteggio di probabilità di relazionarsi con una donna portatrice di MGF – posto da 1 a 6 ed eventualmente riclassificabile in alto, medio, basso – si avvale di informazioni reperite nei paesi di provenienza e riferibili: – Alla prevalenza stimata come rapporto fra il numero di … Continua la lettura di Le donne portatrici di MGF: valutazione del rischio

Le bambine a rischio di subire MGF

Poche nazionalità, ma molte delle quali con elevata prevalenza, mutilano le figlie prima del compimento del quinto anno d’età, non di rado nel primo anno. Per contro sono molto poco frequenti mutilazioni in età successiva ai 10 anni, a parte per le donne provenienti dalla Repubblica centrafricana e in parte dall’Egitto. In effetti la gran … Continua la lettura di Le bambine a rischio di subire MGF

I matrimoni precoci o forzati: valutazione del rischio

La valutazione del rischio di matrimoni forzati consente procedure meno quantificabili di quelle relative alle MGF e non può quindi essere circoscritta alla mera ricostruzione di un punteggio. Mancano statistiche ufficiali nei paesi d’origine, e le motivazioni che spingono i genitori al matrimonio delle proprie figlie implicano uno sguardo più articolato e statisticamente meno trattabile. … Continua la lettura di I matrimoni precoci o forzati: valutazione del rischio

Donne arabe, i vostri mariti vi picchiano? Parlate con me, io vi ascolto

Souad Sbai, 46 anni, marocchina, da 27 vive in Italia. “Mi rendo conto che ormai, spesso, ragiono come se fossi italiana” dice mentre racconta la sua battaglia, non facile, per difendere le sue connazionali e tutte le donne islamiche maltrattate, picchiate dai mariti non appena arrivano nel nostro Paese. Giornalista, con la rivista che dirige, … Continua la lettura di Donne arabe, i vostri mariti vi picchiano? Parlate con me, io vi ascolto

La loro intimita’ e il nostro relativismo

Le donne non devono provare piacere nel sesso, cosi’ in base a un complicato concetto di purezza, nella migliore delle ipotesi viene loro asportato il clitoride, e nella peggiore, vengono tagliate anche le piccole labbra della vagina, e le grandi labbra sono cucite insieme, lasciando solo un pertugio per le urine e il sangue mestruale. Dopo il matrimonio, il … Continua la lettura di La loro intimita’ e il nostro relativismo

La legalizzazione/depenalizzazione della prostituzione aumenta la richiesta di prostituzione.

Con l’avvento della legalizzazione nei paesi che hanno depenalizzato l’industria del sesso, molti uomini che in precedenza non avrebbero corso il rischio di comprare le donne per sesso ora vedono la prostituzione come accettabile. Quando le barriere legali scompaiono, scompaiono anche le barriere sociali ed etiche contro il trattare le donne come merce sessuale. La … Continua la lettura di La legalizzazione/depenalizzazione della prostituzione aumenta la richiesta di prostituzione.

Valutazione di dieci anni di politiche sulla prostituzione in Svezia e Olanda

Il 1° ottobre 2000 l’Olanda ha tolto il divieto sulle “case chiuse” risalente al 1911. Da allora, vari studi del Centro Documentazione e Ricerca Scientifica del Ministero della Giustizia olandese (WODC) e della polizia nazionale (KLPD) si sono concentrati sull’impatto della depenalizzazione dello sfruttamento della prostituzione in Olanda. La situazione delle persone che esercitano la … Continua la lettura di Valutazione di dieci anni di politiche sulla prostituzione in Svezia e Olanda

Per l’Unicef l’aborto non e’ violenza sui bambini

L’Unicef, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’infanzia, ha  pubblicato un rapporto intitolato “Nascosta in bella vista. Un’analisi statistica sulla violenza contro i bambini”. Contiene i risultati di un’indagine condotta in 190 stati: è la più grande quantità di informazioni mai raccolta in materia di violenze a minori. I criteri adottati nella rilevazione e nell’analisi dei … Continua la lettura di Per l’Unicef l’aborto non e’ violenza sui bambini

Prostituzione cinese. In Italia le nuove schiave

Era uno dei night club più esclusivi e più sconosciuti di Roma. Si chiamava “Diamante” e della sua esistenza sapevano solo i cinesi. Visto da fuori, si mescolava perfettamente allo squallore degli altri capannoni industriali del quartiere Casilino. Ma dentro, tra tappezzerie di lusso, tovaglie di seta e luci soffuse, ai tavolini si sedevano uomini … Continua la lettura di Prostituzione cinese. In Italia le nuove schiave

La fuga di Joy e la voglia di cantare

Joy (Nigeria) prima ha vissuto il dramma della tratta, poi è stata accolta per un periodo per vivere al sicuro dagli sfruttatori. Infine ha iniziato un percorso (la seconda accoglienza) per reinserirsi e diventare autonoma economicamente e socialmente. Ecco cosa racconta della sua esperienza La strada: “Ci ho lasciato i miei silenzi (tanto per cominciare) di … Continua la lettura di La fuga di Joy e la voglia di cantare

Alziamo la voce contro lo sfruttamento (Esohe Aghatise)

Sono Esohe Aghatise, Presidente dell’Associazione IROKO Onlus a Torino che lavora da anni a livello nazionale ed internazionale a sostegno di donne vittime della tratta e della violenza. Sono membro del consiglio della Coalition Against Trafficking in Women International (CATW), www.catwinternational.org . Come associazione e anche personalmente, abbiamo recepito, con sgomento e con grande tristezza, la … Continua la lettura di Alziamo la voce contro lo sfruttamento (Esohe Aghatise)

La storia di Sarah, fuggita dalla sua schiavitu’

La Pontificia Accademia per le Scienze Sociali, ha invitato numerose organizzazioni internazionali per un Simposio dal titolo: Real Love Chases Away Fear, Greed and Slavery: Young Leaders Must Pave the Way. Tra i soggetti partecipanti sono intervenute anche realta’ italiane, tra cui Steadfast Onlus, nella figura del suo Presidente Emmanuele Di Leo. Steadfast, che si … Continua la lettura di La storia di Sarah, fuggita dalla sua schiavitu’

Le donne Hill in Thailandia: negazione dei diritti e sfruttamento

Le donne Hill versano in condizioni particolarmente gravi poiche’, oltre alle discriminazioni di cui e’ oggetto il gruppo di appartenenza in generale, subiscono i dettami di una cultura fortemente maschilista. Le politiche restrittive del governo hanno contribuito al peggioramento della condizione femminile, gia’ minata dall’impossibilita’ di accedere all’istruzione primaria ed all’apprendimento della lingua thai per … Continua la lettura di Le donne Hill in Thailandia: negazione dei diritti e sfruttamento

Prostituzione – la testimonianza shock di Giorgia

“Mi chiamo Giorgia, ho 24 anni e vengo dalla Romania. Sono qui oggi per raccontare e purtroppo ricordare una parte dolorosa della mia vita. Avevo 17 anni quando sono arrivata in Italia, portata da persone che credevo amiche dei miei familiari. Loro mi avevano promesso un lavoro e io ho accettato vedendo quanto si stava … Continua la lettura di Prostituzione – la testimonianza shock di Giorgia

La legalizzazione/depenalizzazione della prostituzione non favorisce la salute delle donne

Un sistema di legalizzazione della prostituzione spesso ordina controlli sanitari e certificazioni obbligatori solo per le donne e non per gli acquirenti maschile. Esami sanitari o test solo per le donne ma non per gli uomini acquirenti non hanno senso dal punto di vista della salute pubblica perché il monitoraggio delle donne che si prostituiscono … Continua la lettura di La legalizzazione/depenalizzazione della prostituzione non favorisce la salute delle donne

Le donne nel sistema della prostituzione non vogliono che l’industria del sesso sia legalizzata o depenalizzata.

In uno studio della CATW condotto in 5 paesi in 3 continenti, sulla tratta per lo sfruttamento sessuale, la maggior parte delle 146 donne intervistate affermava con forza il loro parere che la prostituzione non deve essere legalizzata e non deve essere considerata un lavoro legittimo, avvertendo che la legalizzazione creerebbe più rischi e danni … Continua la lettura di Le donne nel sistema della prostituzione non vogliono che l’industria del sesso sia legalizzata o depenalizzata.

I pericoli dell’aborto

I sostenitori dell’aborto spesso insistono sul fatto che deve essere legale e prontamente disponibile in modo da ridurre i rischi di salute per le donne. Alcuni studi recenti pero’ dimostrano che l’aborto porta con se considerevoli rischi. LifeNews.com ha riportato una ricerca in Finlandia, pubblicata sulla rivista Human Reproduction, che aveva raccolto dati sulle 300.858 madri … Continua la lettura di I pericoli dell’aborto

Dalla strada alla vita, uno stile, un progetto. Testimonianza di Paolo

Mi chiamo Paolo Botti, da tanti anni mi occupo a tempo pieno degli Amici di Lazzaro, che è il mio impegno verso gli ultimi iniziato con gli Alunni del Cielo negli anni 90, perché dopo alcuni anni di lavoro decisi di lasciare tutto e partire per le missioni in Africa o in Brasile e nell’attesa di … Continua la lettura di Dalla strada alla vita, uno stile, un progetto. Testimonianza di Paolo