Archivi tag: eutanasia

Dubbi, denunce e troppi errori. Ecco i «pentiti» dell’eutanasia

Come sempre, mentre in Italia si rincorre l’ultima ‘novità etica’ sul fronte del diritto all’autodeterminazione, all’estero c’è già chi fa marcia indietro. È il mondo scientifico che illumina con un faro di critiche la legislazione sull’eutanasia, invece da tanti magnificata in Italia a sproposito. Il motivo più recente sono gli errori, i dubbi, le denunce … Continua la lettura di Dubbi, denunce e troppi errori. Ecco i «pentiti» dell’eutanasia

Cinque domande scomode su aborto, eutanasia e contraccezione

#1 Contraccezione: una non alternativa all’aborto E’ oggi molto diffusa l’idea secondo cui la cosiddetta contraccezione d’emergenza costituirebbe un’alternativa all’aborto. Su quali basi lo si afferma? Non certo su basi scientifiche, giacché c’è una vera e propria marea di studi che nega espressamente una correlazione tra maggiore contraccezione e contrasto efficace dell’aborto quando non evidenzia … Continua la lettura di Cinque domande scomode su aborto, eutanasia e contraccezione

Su quel letto ogni giorno un miracolo (Mariapia Bonanate)

Ho esitato molto a scrivere di questa mia esperienza familiare. Quando si vive in una casa divenuta chiesa, accanto ad un letto divenuto altare, le parole si svuotano fino a scomparire. È il silenzio che parla. Poi pensi che, se abiti in una vera chiesa, anche se domestica, devi lasciare le porte spalancate, devi permettere … Continua la lettura di Su quel letto ogni giorno un miracolo (Mariapia Bonanate)

Prof. Bellieni: il pain principle per misurare il doloreanche nei neonati

“Il dibattito sul fine-vita in pediatria negli ultimi tempi ha mostrato di incagliarsi quando viene usato come principio decisionale il cosiddetto best interest del bambino”. Così il professor Carlo Bellieni, neonatologo, membro della Pontificia Accademia per la Vita, vicepresidente di Scienza e Vita, che propone, come ha fatto anche in un convegno tenutosi il mese … Continua la lettura di Prof. Bellieni: il pain principle per misurare il doloreanche nei neonati

Dolce morte o amara verita’?

Si chiama eutanasia e il suo nome viene dal greco, letteralmente e’ la “buona  morte”, ma ora la chiamano anche “dolce morte”. Nel nostro tempo non siamo  piu’ abituati alla sofferenza, ci siamo fatti di anestesia, non sappiamo  convivere con il dolore o meglio non lo mettiamo nei conti di una vita che  immaginiamo perfetta, … Continua la lettura di Dolce morte o amara verita’?

No, i vegetativi non sono irreversibili

La scoperta della neurologa Angela Sirigu, che ha recentemente annunciato di aver risvegliato la coscienza in un paziente da 15 anni in stato vegetativo, sarebbe «falsa», in quanto la condizione sarebbe «irreversibile». L’accusa viene dal neurologo Francesco Marrosu, che sull’Unione Sarda parla di «false speranze» ai pazienti. Ma Sirigu rimanda al mittente le «calunnie pesanti»: … Continua la lettura di No, i vegetativi non sono irreversibili

Eutanasia: una definizione in tre punti

Per il Glossario di Bioetica, “morte dolce” ha finito coll’indicare il “dare la morte ad un soggetto con prognosi infausta”, anche se non e’ detto che “morte rapida” sia sinonimo di “morte dignitosa” “Morte dolce”, che ha finito coll’indicare il “dare la morte ad un soggetto con prognosi infausta”, anche se non è  detto che … Continua la lettura di Eutanasia: una definizione in tre punti

Tra depressione ed eutanasia

Tra le argomentazioni piu’ ricorrenti a sostegno dell’eutanasia come diritto della persona vi e’ quella che si appoggia al principio di autonomia, in base al quale, etimologicamente, ciascuno dovrebbe essere autòs-nòmos, legge a se stesso. Al di là della questione centrale di un principio di autonomia così espanso da poter superare qualsiasi altra considerazione, assume rilevanza … Continua la lettura di Tra depressione ed eutanasia

Non è l’età che ci rende persone

I bambini hanno maggiore capacità di sopravvivenza ma vengono considerati meno importanti Leggiamo sul Journal of Medical Ethics che due studiosi italiani dall’Australia propongono “l’aborto dopo la nascita”, cioè l’uccisione del neonato nei casi in cui è permesso l’aborto. Certo, qui si parla di un intervento attivo per provocare la morte, ma non ci stupisce … Continua la lettura di Non è l’età che ci rende persone

Eutanasia a 16 anni l’Olanda ferma Noa

“Volevo morire. Non ne potevo più di vivere. Per anni sono passata da un ospedale all’altro a causa di gravi problemi psichici. Depressione,tentativi di suicidio, anoressia, autolesionismo. Trenta ricoveri in centri specializzati dove indossavo solo un abito di una stoffa che non si poteva strappare. Disperata, mi sono rivolta alla Clinica per la fine della … Continua la lettura di Eutanasia a 16 anni l’Olanda ferma Noa

Neonato: e’ una persona? ha dignita’ e dei diritti?

Neonato: una definizione in 3 punti per ripensare insieme il valore della vita, anche per arginare alcune idee che circolano purtroppo anche in ambito scientifico e filosofico che vorrebbero considerare i neonati come “non persone” complete (assurdo e ingiusto). 1) Realismo Con i moderni progressi medici, il neonato può sopravvivere fuori dell’utero materno quando è … Continua la lettura di Neonato: e’ una persona? ha dignita’ e dei diritti?

L’eutanasia sta diventando una morte come le altre

L’eutanasia non fa che aumentare in Belgio fino a raggiungere oggi i 2 mila casi in un anno, pari al 2% dei decessi. Ma non è tutto. Il Paese ha visto un numero consistente di persone malate di depressione chiedere l’eutanasia (65 casi in un anno) e il numero delle persone che hanno beneficiato della … Continua la lettura di L’eutanasia sta diventando una morte come le altre

L’eutanasia si può fermare. Una proposta concreta

Con un approccio globale delle terapie è possibile non solo alleviare il dolore e la sofferenza del malato ma anche tutelare la dignità della persona morente. L’inglese Cicely Saunders, storica iniziatrice del “movimento hospice”, aveva individuato proprio nelle cure palliative la risposta alle esigenze dei pazienti in gravi condizioni. Eppure, nonostante siano previste dalla legge … Continua la lettura di L’eutanasia si può fermare. Una proposta concreta

Eutanasia: la tecnica politica e’ sempre la stessa

La tecnica è sempre la stessa. Si individua un “caso pietoso”, lo si enfatizza quanto più possibile e lo si usa come grimaldello per scardinare la legislazione, soprattutto quando questa si ispira alla legge naturale e cristiana. Accadde con il divorzio nel 1972 e con l’aborto nel 1978. L’opinione pubblica, scossa dai “casi pietosi” agitati … Continua la lettura di Eutanasia: la tecnica politica e’ sempre la stessa

Cattolici, eutanasia e cure palliative

Vista la grande ignoranza di credenti e non credenti sul tema dell’eutanasia e su cosa siano l’accanimento terapeutico e le cure palliative, è utile rileggersi quanto dice la Chiesa cattolica che partendo da basi razionali (e non da dogmi) spiega benissimo cosa è lecito e cosa non sia lecito fare di fronte ad un malato … Continua la lettura di Cattolici, eutanasia e cure palliative

Malati di tumore: 40 mila. Richieste di morire: 4

Le necessità dei malati di tumore non passano per l’eutanasia. Non solo, le testimonianze dei medici che lavorano sul campo confermano che le (rarissime) richieste di qualche paziente di anticipare la fine della propria vita discendono per lo più dal dolore, dall’angoscia per il futuro, e dalla paura di essere un peso per la propria … Continua la lettura di Malati di tumore: 40 mila. Richieste di morire: 4

Nessuno dovra’ morire come lei

Intervista al fratello di Terri Schiavo: «Quanti frutti nati dall’uccisione di mia sorella» Bobby Schindler a tempi.it: «Sono andato avanti solo grazie alla fede in Gesù. Faccio tutto quello che posso per salvare altre vite che si trovano in pericolo, come mia sorella. Non voglio che nessuno più debba morire come è morta lei» «Sono … Continua la lettura di Nessuno dovra’ morire come lei

Eutanasia: le regole di quale gioco?

Raramente vado al cinema. Curiosamente due dei film che ho visto negli ultimi tempi avevano molto in comune: Departures (di Yōjirō Takita, Giappone 2008) e Still Life (di Uberto Pasolini, Gran Bretagna-Italia 2013). Nel primo si racconta la storia di un musicista che, perduto il posto di lavoro, si rassegna a fare l’imbarazzante ma umanissimo … Continua la lettura di Eutanasia: le regole di quale gioco?

Vocabolario bioetico: le parole base per non farci fregare

Alle parole occorre dare il loro significato, senza lasciare che gli slogan e le opinioni per sentito dire abbiamo il sopravvento sui ragionamenti basati su dati di fatto e definizioni adeguate. È il motivo di questa pagina dove vengono puntualizzati alcuni dei termini delle questioni dibattute in questi giorni in tema di eutanasia, testamento biologico, … Continua la lettura di Vocabolario bioetico: le parole base per non farci fregare

Una donna, una bambina: un comune messaggio di speranza

Le loro storie hanno travalicato le camere d’ospedale per offrire all’esterno un comune messaggio di lotta e di speranza contro destini che ci appaiono segnati. Una donna e una bambina; entrambe affette da gravi malattie, entrambe sfiorate dall’ipotesi di affrettare il passo verso la morte ma poi risollevatesi a riabbracciare la vita. Quello di Jenny … Continua la lettura di Una donna, una bambina: un comune messaggio di speranza

Il nichilismo dei tulipani. “L’Olanda ha perso la voglia di vivere”

Roma. L’Olanda, con la sua gravità moralistica nella rivoluzione del costume, dove le libertà si sono sempre rifiutate di rimanere clandestine e di accettare una qualsiasi scissione tra pratica e principio, si conferma essere quella specie di piattaforma dove si proclama, propugna ed esemplifica, con spirito calvinista, il diritto di ognuno di seguire le proprie … Continua la lettura di Il nichilismo dei tulipani. “L’Olanda ha perso la voglia di vivere”

La vita di Moira, l’attesa di chi la ama si fa appello: dare morte non è libertà

Caro direttore, mi è capitato l’altro giorno di entrare in casa di al mattino, proprio nel momento in cui i due genitori (68 anni lei e 75 lui) stavano accudendo la figlia Moira da 17 anni in stato vegetativo. Ebbene in quel momento il papà stava facendo il segno della croce sulla fronte della figlia, … Continua la lettura di La vita di Moira, l’attesa di chi la ama si fa appello: dare morte non è libertà

Equivoci a proposito di duplice effetto e accanimento terapeutico

Dottoressa Navarini, gradirei molto un suo autorevole parere sul Singer, in generale ed, in particolare, su due tesi che quest’ autore sostiene, in buona compagnia con alcuni campioni nostrani del “pensiero laico” come Uberto Scarpelli, Eugenio Lecaldano e Maurizio Mori. La prima: gli stessi difensori del paradigma della sacralità-indisponibilità di ogni vita umana, di fronte … Continua la lettura di Equivoci a proposito di duplice effetto e accanimento terapeutico

Il favoloso destino di Lucie

La vita è un mistero che ci sfugge, ma l’amore permette di accoglierla fino in fondo, dalla nascita alla morte. Daniel e Lise Lanoie ne danno testimonianza in un articolo della rivista della Chiesa di Saint-Hyacinthe, L’Envoi (novembre-dicembre 2013). Daniel e Lise hanno già due figli quando, il 24 gennaio 1979, nasce Lucie. All’età di … Continua la lettura di Il favoloso destino di Lucie

Le scelte terapeutiche della persona affetta da SLA

LA MALATTIA: LA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA La SLA è una malattia neurodegenerativa, caratterizzata dalla progressiva paralisi e atrofia dei muscoli volontari e talora dalla spasticità, secondaria alla progressiva perdita del primo motoneurone (corticale) e del secondo motoneurone (bulbare e spinale). La SLA comporta una progressiva perdita delle capacità di movimento, di deglutizione, della parola e … Continua la lettura di Le scelte terapeutiche della persona affetta da SLA

Andrea, 17 anni, ammalata grave di cancro. Non un lamento ma solo…

Cari Amici, questa e’ la faccia di Andrea, una ragazza di 17 anni, ammalata grave di cancro. Il suo giovane corpo e’ totalmente “mangiato” da questa malattia. Dalle sue piaghe enormi un odore insopportabile anche per lei. La poverta’ le ha impedito qualunque terapia tempestiva e così è giunta da noi. Eppure dentro a questa circostanza ogni … Continua la lettura di Andrea, 17 anni, ammalata grave di cancro. Non un lamento ma solo…

Ogni persona, anche demente, merita rispetto e cure appropriate fino alla morte

No all’eutanasia alle persone affette da demenza. È una posizione chiara e netta quella espressa oggi dai vescovi del Belgio in una dichiarazione pubblicata sui due principali quotidiani del Paese – lo “Standaard”, in fiammingo, e “La libre belgique”, in francese – contro la proposta di legge sull’ampliamento dell’eutanasia per le persone in condizioni di demenza che … Continua la lettura di Ogni persona, anche demente, merita rispetto e cure appropriate fino alla morte

Voglio la mamma – 20 punti politicamente scorretti

Da “Voglio la mamma” capitolo 14 -I venti punti .di Mario Adinolfi Giunti verso la fine di questa strada compiuta insieme, credo sia necessario racchiudere quel che si è provato a dire in venti punti che rappresentano principi irrinunciabili che ritengo non solo non debbano essere negoziabili, ma necessitino un’attività di proselitismo per ricondurre il … Continua la lettura di Voglio la mamma – 20 punti politicamente scorretti

Si e’ spenta a 14 anni lodando la vita

Valentina Maureira, la ragazzina cilena che aveva chiesto l’eutanasia, e’ morta il 14 maggio lodando la vita. Aveva solo quattordici anni. Affetta da fibrosi cistica come il fratello, morto all’età di 6 anni, aveva deciso di rivolgersi al presidente Bachelet per chiedere «un’iniezione per addormentarmi». L’appello era diventato virale su YouTube ed era stato utilizzato dalla … Continua la lettura di Si e’ spenta a 14 anni lodando la vita

L’omelia del cardinale von Galen contro l’eugenetica

Il 3 agosto 1941, il vescovo di Münster – cardinale A. C. von Galen – denunciò l’eutanasia dei malati di mente tedeschi. Il governo fu preso alla sprovvista. Mentre alcuni alti esponenti del regime proposero di arrestare il prelato, Hitler preferì invece sospendere l’eutanasia, per rafforzare il fronte interno, nel momento in cui era in … Continua la lettura di L’omelia del cardinale von Galen contro l’eugenetica