Archivi tag: islam

SCHEMA Come sposare una marocchina, tunisina, egiziana senza conversione

IN COMUNE: chiedere di sposarsi, e farsi fare il 1) certificato di rifiuto del Comune ad effettuare le pubblicazioni di matrimonio per mancanza dei documenti necessari IN TRIBUNALE nella sezione Volontaria Giurisdizione : 2) inoltrare ricorso contro la decisione del Comune in base all’articolo 98 del Codice Civile documenti da allegare: a) certificato di rifiuto … Continua la lettura di SCHEMA Come sposare una marocchina, tunisina, egiziana senza conversione

Sempre più Cristo tra gli islamici

Sonno ormai molte le testimonianze di ex musulmani che hanno abbracciato la fede cristiana. Il quotidiano francese “Le Monde” ha dedicato un lungo articolo alla questione, sottolineando che gli islamici francesi neo-convertiti sono ormai migliaia e che si conta almeno un centinaio di musulmani che ogni anno lasciano l’islam per il cristianesimo. Per Saïd Oujibou, ex musulmano, … Continua la lettura di Sempre più Cristo tra gli islamici

Maria nell’islam e nel cristianesimo

“L’Egitto e’ la culla della religione, il simbolo della maesta’ delle religioni monoteistiche. Sul suo suolo e’ cresciuto Mosè, qui gli si e’ manifestata la luce divina e qui Mose’ ha ricevuto il messaggio sul Sinai. Sul suo suolo gli egiziani hanno accolto Nostra Signora la Vergine Maria e  suo figlio e sono morti martiri a migliaia … Continua la lettura di Maria nell’islam e nel cristianesimo

Vivi l’oggi – Suor Odette Prevost martire in Algeria

Vivi il giorno d’oggi Dio te lo dà è tuo, vivilo in lui. Il giorno di domani è di Dio, non ti appartiene. Non portare sul domani la preoccupazione di oggi. Il domani è di Dio: affidaglielo. Il momento presente è una fragile passerella: se lo carichi dei rimpianti di ieri, dell’inquietudine di domani, la … Continua la lettura di Vivi l’oggi – Suor Odette Prevost martire in Algeria

La mia patria è l’Occidente

Nata in Pakistan nel 1982, all’eta’ di dieci anni Sabatina James si trasferi’ con la famiglia, musulmana, a Linz, in Austria. Al ginnasio per Sabatina l’integrazione fu rapida, e tuttavia problematica. Subito si scatenò il conflitto tra le imposizioni dell’islam, così come le viveva tra le mura di casa, e la sua aspirazione alla libertà … Continua la lettura di La mia patria è l’Occidente

Ibrahim poteva essere imam, ora è cattolico. Nascosto.

Ibrahim a 13 anni conosceva a memoria il Corano. L’imam del suo quartiere al Cairo lo portava ad esempio per tanti giovani e intravedeva per lui un futuro di grande predicatore dell’islam più radicale. Ibrahim, giovanissimo predicatore lo è stato: già a 16 anni il venerdì, con l’esuberanza e la foga delle sua giovane età, … Continua la lettura di Ibrahim poteva essere imam, ora è cattolico. Nascosto.

La “Missione inutile” di Charles de Foucauld

“Dialogare con i musulmani? Sì, ma a condizione di ottenere risultati concreti. Se noi apriamo all’islam in Europa e poi loro continuano a impedirci di costruire chiese in Medio Oriente, cosa ci guadagniamo?”. Il giornalista che, qualche mese fa, prese parte con chi scrive a una trasmissione tivù sul nuovo Papa, non me ne vorrà … Continua la lettura di La “Missione inutile” di Charles de Foucauld

Poligamia: la lezione dei paesi islamici

“La poligamia e’ vietata. Chiunque sia legato in matrimonio e ne abbia contratto un secondo prima della dissoluzione del precedente sarà passibile di incarcerazione per un anno e di un’ammenda pari a 240.000 franchi oppure di una sola delle suddette pene anche nel caso in cui il nuovo matrimonio non sia stato contratto in maniera conforme alla legge. Qualora … Continua la lettura di Poligamia: la lezione dei paesi islamici

L’egiziano Hegazi rischia la morte

Mohamed Hegazi, egiziano, si e’ convertito al cristianesimo. Una fatwa islamica lo condanna a morte.  Adottiamo Mohamed Hegazi come simbolo della liberta’ religiosa in Medio Oriente. Venticinque anni, nato musulmano, convertito al cristianesimo nove anni fa e sposato con una convertita, ha chiesto alle autorità egiziane di vedere registrata la loro nuova religione sulla carta d’identità per assicurare che … Continua la lettura di L’egiziano Hegazi rischia la morte

Cristiani in Turchia, una vita difficile

Benedetta, 30 anni: «Mi sono convertita e non ho nessun rimpianto della mia religione precedente, ma ho dovuto rompere i rapporti con tutti i miei parenti che ora non mi parlano più» Non c’è pena di morte per chi lascia l’islam, ma chi non è musulmano vive emarginato . Essere cristiani in Turchia: una sfida … Continua la lettura di Cristiani in Turchia, una vita difficile

Donne arabe, i vostri mariti vi picchiano? Parlate con me, io vi ascolto

Souad Sbai, 46 anni, marocchina, da 27 vive in Italia. “Mi rendo conto che ormai, spesso, ragiono come se fossi italiana” dice mentre racconta la sua battaglia, non facile, per difendere le sue connazionali e tutte le donne islamiche maltrattate, picchiate dai mariti non appena arrivano nel nostro Paese. Giornalista, con la rivista che dirige, … Continua la lettura di Donne arabe, i vostri mariti vi picchiano? Parlate con me, io vi ascolto

La poligamia nel diritto di famiglia

L’emancipazione della donna nel mondo arabo passa anche e soprattutto per le  modifiche al diritto di famiglia, dalla poligamia al diritto al divorzio. Una panoramica sui vari casi nazionali, con particolare attenzione a Tunisia, Marocco e Egitto. Anche se la Tunisia è oggi l’unico paese ad aver formalmente vietato poligamia e ripudio, in molti altri paesi islamici si … Continua la lettura di La poligamia nel diritto di famiglia

Liberta’ di conversione: il “caso serio” della liberta’ religiosa

Affrontiamo i temi scottanti della libertà di conversione, come espressione culmine della libertà di religione e di coscienza, un decisivo terreno di verifica.  Due Opposte Difficolta’ Dal punto di vista delle società occidentali la libertà religiosa, la libertà di coscienza e la libertà di conversione si trovano a convivere con un paradosso. Esse sono sicuramente … Continua la lettura di Liberta’ di conversione: il “caso serio” della liberta’ religiosa

Cisgiordania – Joseph, il convertito che insegna ad amare i nemici

Fino a quattro anni fa il suo nome era Masab, poi è stato battezzato come Joseph. Il suo cognome resta Hassan, che in Cisgiordania indica il leader di Hamas. Joseph è il figlio più grande di Hassan Yousef, una delle figure più rispettate di Hamas. Joseph ha 30 anni e risiede in California, dovesi è … Continua la lettura di Cisgiordania – Joseph, il convertito che insegna ad amare i nemici

L’inferno delle spose bambine

«Ho pensato diverse volte di uccidermi. Ero solo una bambina, ma avrei preferito togliermi la vita piuttosto che sposare un uomo che aveva il doppio della mia eta’». Il (tentato) matrimonio forzato di Tasleem Mulhall non si è consumato in uno sperduto villaggio dell’Asia, ma in una città della moderna Inghilterra. Tra pressioni psicologiche e … Continua la lettura di L’inferno delle spose bambine

Potevano convertirsi all’Islam e aver salva la vita, ma hanno scelto Gesu’

Il vescovo di Samalout, dove verra’ costruita una chiesa in onore dei 21 cristiani egiziani uccisi in Libia dall’Isis, racconta la loro storia   L’immagine dei 21 cristiani decapitati in Libia dai terroristi dell’Isis, nel febbraio scorso, e’ rimasta impressa nella memoria degli egiziani. Nessuno, in particolare i cristiani del Paese nord-africano, potra’ mai dimenticare … Continua la lettura di Potevano convertirsi all’Islam e aver salva la vita, ma hanno scelto Gesu’

Liberta’ religiosa (da Caritas in Veritas – Carita’ nella Verita’) Benedetto XVI

29. C’e’ un altro aspetto della vita di oggi, collegato in modo molto stretto con lo sviluppo: la negazione del diritto alla liberta’ religiosa. Non mi riferisco solo alle lotte e ai conflitti che nel mondo ancora si combattono per motivazioni religiose, anche se talvolta quella religiosa e’ solo la copertura di ragioni di altro … Continua la lettura di Liberta’ religiosa (da Caritas in Veritas – Carita’ nella Verita’) Benedetto XVI

4 luoghi comuni sul velo islamico

Il velo fa discutere, divide gli animi, suscita interrogativi. Molti pronunciamenti appaiono ispirati più da motivi ideologici, politici o pseudo-religiosi. Almeno quattro sono i luoghi comuni dell’islamically correct con cui fare i conti. 1. Il velo, si dice, e’ parte integrante della religione e della cultura del mondo musulmano. Non e’ così: non c’è un … Continua la lettura di 4 luoghi comuni sul velo islamico

I cristiani nell’impero ottomano e nella Turchia moderna

La situazione dei cristiani nei paesi a maggioranza musulmana conobbe un notevole miglioramento sotto la dominazione dei turchi selgiuchidi. […] Nell’impero ottomano, nel XIX secolo, il tasso di scolarizzazione delle comunita’ cristiane era di gran lunga superiore a quello della comunità musulmana e perfino di quella ebraica. […] Tale relativo benessere si espresse anche in … Continua la lettura di I cristiani nell’impero ottomano e nella Turchia moderna

La Nuova evangelizzazione, aiutata dai musulmani

di Samir Khalil Samir – I migranti islamici aiutano l’occidente secolarizzato a riscoprire la dimensione del sacro, il pudore, ma anche il coraggio a testimoniare in pubblico la propria fede. I cristiani dimenticano di evangelizzare i musulmani perché troppo tiepidi e insicuri nella loro fede cristiana. La missione è un gesto di amore espresso attraverso … Continua la lettura di La Nuova evangelizzazione, aiutata dai musulmani

La vedova copta che perdona lascia il mondo senza parole

Il presentatore Amr Adeeb (musulmano, molto conosciuto in Egitto)  è rimasto bloccato per 12 lunghissimi secondi, forse sarebbe rimasto anche di più se non fosse stato in televisione, avrebbe pensato a lungo a quelle parole così piene di amore, piene di desiderio Dio e di perdono. La sua collega ad Alessandria d’Egitto stava intervistando la … Continua la lettura di La vedova copta che perdona lascia il mondo senza parole

I matrimoni misti tra italiano e marocchina o musulmana

I casi, sempre crescenti, dei c.d. matrimoni misti cioè di unioni tra un cittadino/a italiano/a ed uno/a straniero/a: Ai sensi dell’art. 116 del codice civile italiano “lo straniero che vuole contrarre matrimonio nello Stato deve presentare all’ufficiale dello stato civile una dichiarazione dell’autorità competente del proprio paese, dalla quale risulti che giusta le leggi a … Continua la lettura di I matrimoni misti tra italiano e marocchina o musulmana

La spalla del boia – «Stanotte non si dovrebbe poter chiudere occhio. Si dovrebbe soltanto poter pregare»

L’immagine della Associated Press è di quelle che attanagliano il cuore, e su cui ci si ferma, anche se non lo si vorrebbe, perché già al primo sguardo sai che ne trarrai dolore. Teheran, 21 gennaio, pubblica impiccagione di due giovani accusati di rapina. Dentro una notte senza luci, nera come se non dovesse più … Continua la lettura di La spalla del boia – «Stanotte non si dovrebbe poter chiudere occhio. Si dovrebbe soltanto poter pregare»

Matrimoni combinati e mutilazioni tra diritto e clan

Donne immigrate che vivono tra noi condannate a morte per aver voluto essere  libere. Sentirsi italiane. Sperare che i loro figli crescano come cittadini  italiani. E se il boia non e’ il padre, il marito o lo zio come nel caso di  Hina, la disperazione le porta a togliersi la vita da sole, come fece … Continua la lettura di Matrimoni combinati e mutilazioni tra diritto e clan

Noi e l’Islam, liberta’ di conversione

S. E. Card. Angelo Scola Testo tratto dall’intervento pronunciato da S.E. il Card. Scola il 23 giugno ad Amman in occasione del Comitato Scientifico di Oasis e pubblicato su La Stampa di domenica 22 giugno. Nella nostra società globalizzata la tensione tra liberta’ religiosa e identita’ tradizionale di un popolo si va facendo sempre piu’ … Continua la lettura di Noi e l’Islam, liberta’ di conversione

So che mi uccideranno. Offro la mia vita per Cristo (Shahbaz Bhatti)

Ricordiamo Shahbaz Bhatti, ministro pakistano delle minoranze ucciso da estremisti islamici il 2 marzo 2011, tramite l’omelia per la sua morte pronunciate dal cardinale Jean-Louis Tauran, presidente del pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, che lo conobbe di persona. Gesù vuole che il “dire” sia accompagnato dal “fare”: “Non chiunque mi dice Signore, Signore, entrerà … Continua la lettura di So che mi uccideranno. Offro la mia vita per Cristo (Shahbaz Bhatti)

Non solo occidente: lo schiavismo africano inflitto agli africani

I. LE PRETESE DELL’ISLAM Al giorno d’oggi ci sono parecchi afrocaraibici e afroamericani che si convertono all’Islam credendo che ci fossero problemi razziali e che non fosse coinvolto nella tratta degli schiavi, come parecchi stati occidentali europei. ‘Ad-al-Aziz’ Ad-al-Zadir Kamal dice nel suo scritto “L’Islam e la questione razziale”: “Nell’Islam, l’umanità costituisce una sola grande famiglia, … Continua la lettura di Non solo occidente: lo schiavismo africano inflitto agli africani

Oggi è il “Malala day”, perché ogni giovane pakistano (a dispetto dei talebani) possa studiare

Giornata in onore dell’adolescente colpita dagli estremisti islamici e avvio di un programma Onu per sostenere l’educazione ne suo paese Due dollari al mese per ogni bambino mandato alle elementari e 10 dollari a famiglia per le spese familiari legate all’istruzione. E’ il programma Waseela-e-Taleem dell’Onu, finanziato dalla Banca Mondiale e della Gran Bretagna che, … Continua la lettura di Oggi è il “Malala day”, perché ogni giovane pakistano (a dispetto dei talebani) possa studiare

Quando la fede è una scelta di vita: dall’islam al sacerdozio

Firmin Adamon, di famiglia islamica, si è convertito in età adulta. Con Mirco Bianchi, il diacono beninese ordinato sacerdote nel 2010 in Cattedrale, a Cesena Benin, Africa Occidentale. Poco meno di 10 milioni di abitanti distribuiti tra animisti (la maggioranza), cattolici, musulmani e pure una piccola fetta di protestanti. Chiese e moschee qui convivono in … Continua la lettura di Quando la fede è una scelta di vita: dall’islam al sacerdozio