Archivi tag: Santa Chiara

I 4 scritti di San Francesco per Santa Chiara

Forma di Vita   Per divina ispirazione avete voluto farvi figlie e serve dell’altissimo e sommo Re, il Padre celeste e spose dello Spirito Santo, scegliendo la strada della perfezione evangelica. Ebbene, io voglio avere e m’impegno ad avere sempre – personalmente e per mezzo dei miei frati – diligente ed affettuosa cura di voi, … Continua la lettura di I 4 scritti di San Francesco per Santa Chiara

Il pranzo nel bosco (dai Fioretti di Santa Chiara)

Francesco andava e veniva da Santa Ma­ria degli Angeli, mentre Chiara si tro­vava come incarcerata a San Damiano. Sapeva di non sbagliare, facendosi sempre più povera, ma desiderava parlare con Francesco che chiamava suo padre e suo sostegno. Quando sapeva che Francesco, di ritorno dai suoi viaggi, si trovava a Santa Maria degli An­geli, gli … Continua la lettura di Il pranzo nel bosco (dai Fioretti di Santa Chiara)

Madonna Povertà (dai Fioretti di Santa Chiara)

Di lì a poco Francesco tolse anche dal monastero di Sant’Angelo la sua se­guace e la destinò alla clausura di San Damiano. Nella Chiesa quasi diruta di San Damiano, il Crocifisso aveva parlato a Francesco, dicendo – Francesco, va’ e ripara la mia chiesa che è tutta guasta e vien meno. Il giovane aveva creduto … Continua la lettura di Madonna Povertà (dai Fioretti di Santa Chiara)

La figlia di Favarone (dai Fioretti di Santa Chiara)

Chiara era sui diciott’anni. Francesco sui trenta. Chiara usciva da una famiglia no­bile. Francesco era uscito da una famiglia di mercanti. Ad Assisi le famiglie nobili si potevano contare sulle dita d’una mano. C’erano i Compagnani, i Tibaldi, i Corani, i Ghislerio, i Fiumi, dai quali usciva Madonna Ortolana, la madre di Chiara. Per il … Continua la lettura di La figlia di Favarone (dai Fioretti di Santa Chiara)

Il bacio alla servigiale (dai Fioretti di Santa Chiara)

Tornata a San Damiano, Chiara continuò a far luce attorno a sé. Scendevano a visitarla le sue amiche del­la città. Ella ripeteva loro le parole di Francesco: – Povertà calca ogni cosa coi piedi; ella, dunque, di tutto è regina. Molte restavano a San Damiano, con lei. Vi restò Pacifica di Guelfuccio, che l’aveva accompagnata … Continua la lettura di Il bacio alla servigiale (dai Fioretti di Santa Chiara)

L’ostaggio del Paradiso (dai Fioretti di Santa Chiara)

Santa Maria degli Angeli si chiamava così, perché si diceva che quattro pellegrini vi avessero udito i canti degli Angeli. Sorgeva dentro un bosco, ai piedi di Assisi, ed era una chiesina piccola, ritrovo dei primi compagni di Francesco. Tutto l’insieme, bosco e chiesina, formava una piccola particella, di proprietà dell’abate be­nedettino del Subasio. Perciò … Continua la lettura di L’ostaggio del Paradiso (dai Fioretti di Santa Chiara)

Le rose (dai Fioretti di Santa Chiara)

Chiara avrebbe voluto vedere più spesso Francesco. Aveva da chiedergli tante co­se! Poteva fare a meno del cibo mate­riale, ma non di quello spirituale, che le veniva dalla parola del maestro. Francesco invece si teneva lontano da San Damiano. Diceva ai suoi frati: – Guardatevi dal dolce veleno della dime­stichezza con le donne. Chiara non … Continua la lettura di Le rose (dai Fioretti di Santa Chiara)

Agnese (dai Fioretti di Santa Chiara)

Il monastero femminile, dove Francesco aveva messo in serbo Chiara, era quello di San Paolo. Dopo pochi giorni la cavò di lì e la ripose nel monastero femminile di sant’Angelo di Panzo, sulle pendici del Subasio. Ogni giorno, la sorella minore di Chiara, Agnese, l’andava a trovare. Una sera non fece più ritorno in famiglia … Continua la lettura di Agnese (dai Fioretti di Santa Chiara)