Archivi tag: Scienza e Vita

Essere figli oggi: problemi di antropologia della famiglia

Nonostante le crisi antropologiche e sociali, che si abbattono oggi sulla famiglia, tale istituzione originaria trova ancora la sua forza vitale nel generare legami. Questo suo elemento identitario sembra resistere nella storia dei mutamenti dei diversi tipi di famiglia che si sono succeduti in Europa – nucleari, estese, multiple, complesse – e si stende anche … Continua la lettura di Essere figli oggi: problemi di antropologia della famiglia

Chi puo’ difendere oggi la famiglia?

I processi di cambiamento intervenuti nell’ultimo quarto di secolo esigono, da parte di quanti credono ancora nell’istituto familiare, una serie di interventi a favore della famiglia, in parte correttivi dei guasti del passato, in parte orientati a far fronte alle nuove sfide che gli esiti ultimi della modernizzazione, e in particolare il fenomeno della globalizzazione, … Continua la lettura di Chi puo’ difendere oggi la famiglia?

La famiglia risorsa per la società

La famiglia come istituzione naturale non è soltanto acquisizione cristiana, o meglio non è semplicemente acquisizione cristiana. È largamente diffusa la concezione positiva che Aristotele aveva della famiglia: direttamente contro il comunismo di Platone, indirettamente contro il convenzionalismo politico dei Sofisti e l’anarchismo dei Cinici. È inconcepibile per lo Stagirita, la società civile, prescindendo dalla … Continua la lettura di La famiglia risorsa per la società

Non e’ questione di pillole. Piu’ amore e conoscenza del proprio corpo

Il traguardo ultimo del mondo è la bellezza,  il punto d’orientazione dello spirito è la bellezza; ciò che provoca all’azione e la soddisfa è sempre questa misteriosa e indefinibile bellezza. Ciò che muove a cantare, ciò che ispira ogni poesia e ogni musica, e ogni impresa, è la bellezza.  [David Maria Turoldo]  La scelta dell’argomento di discussione è caduta su … Continua la lettura di Non e’ questione di pillole. Piu’ amore e conoscenza del proprio corpo

Amore e vita: due anti-parole?

“D’amore e di altri disastri”, “Il prezzo dell’amore”, “Quando finisce un amore”, “Il laboratorio dell’amore”, “Quando l’amore è un’ossessione” (è la recensione sul quotidiano “La Repubblica” di un libro di Natalia Aspesi: Sentimental, diario italiano di amore e disamore, in cui “si parla soprattutto di sesso”) o, ancora, “Il laboratorio dell’amore” (“The love lab” nello … Continua la lettura di Amore e vita: due anti-parole?

Essere genitori oggi

Quando nel gennaio 2011, in occasione di un dibattito pubblico, dissi che a breve, con mia moglie, avremmo partorito, la gente rise pensando ad una spiritosa provocazione. Nella realtà non saprei trovare un modo diverso per descrivere la nostra esperienza. La fisiologia femminile è strutturata in modo tale da poter affrontare in modo assolutamente autonomo … Continua la lettura di Essere genitori oggi

Le parole, l’antilingua e l’antifamiglia

Le parole sono cose strane: possono essere astratte, ma anche concrete, percepibili dall’udito o dalla vista, leggere oppure pesanti, capaci di ferire oppure di guarire, di comunicare o di scomunicare, di trasmettere o di interrompere una comunicazione, possono ordinare (in tutti i sensi di questo verbo) o confondere e provocare disordine, essere comprensibili o incomprensibili … Continua la lettura di Le parole, l’antilingua e l’antifamiglia

Homo cyborg. Il futuro dell’uomo, tra tecnoscienza, intelligenza artificiale e nuovo umanesimo

Si è svolto il XVI Convegno nazionale dell’Associazione Scienza & Vita dedicato al tema “Homo cyborg. Il futuro dell’uomo, tra tecnoscienza, intelligenza artificiale e nuovo umanesimo”. Al centro della riflessione l’approfondimento del pensiero transumanista e postumanista, nelle sue varie declinazioni, con una particolare attenzione alle conseguenze concrete di una sua compiuta attuazione nella nostra società. … Continua la lettura di Homo cyborg. Il futuro dell’uomo, tra tecnoscienza, intelligenza artificiale e nuovo umanesimo

La biologia dice il vero: famiglia non “famiglie”

La domanda di fondo da cui partire nella nostra indagine se esistano o meno dei “determinanti neurobiologici” dell’identità sessuata, che – detto in termini più semplici – significa se la strutturazione anatomo funzionale del cervello maschile è in tutto identica a quella del cervello femminile, è se essere maschio o essere femmina sia una strutturazione … Continua la lettura di La biologia dice il vero: famiglia non “famiglie”

Educare alla sofferenza

La sofferenza è costantemente presente nella storia e nelle storie, è compagna della nostra vita – chi può dire di non aver mai sofferto? Chi può dire di non aver mai sperimentato il peso di una perdita – salute, affetti, sicurezza, stima … – che ha reso il cammino difficile, pesante, faticoso? Dolori che annientano … Continua la lettura di Educare alla sofferenza

Educare alla vita nelle associazioni

Viviamo in un contesto sociale che propone visioni antropologiche assai diverse, spesso in conflitto tra loro. E’ questa la vera novità – e il problema – del nostro tempo. Il secolo scorso, pur attraversato dallo scontro ideologico, si è riferito ad una visione antropologica condivisa nei suoi tratti fondamentali: la stagione costituente della nostra Repubblica … Continua la lettura di Educare alla vita nelle associazioni

Io tarzan, tu jane: ancora possibile? Identità sessuale e gender

Il tema dell’identità sessuale della persona umana è, oggi, fra i più dibattuti: da quando la cosiddetta “teoria di genere” è uscita dalla nicchia accademica ed ha invaso la scena giuridica internazionale, coinvolgendo intere società nazionali in un lavoro di ristrutturazione secondo schemi antropologici inediti, ogni giorno le varie agenzie mediatiche propongono dibattiti ed eventi … Continua la lettura di Io tarzan, tu jane: ancora possibile? Identità sessuale e gender

Piccoli sguardi positivi dal cinema

Il panorama cinematografico contemporaneo tende a raccontare storie dominate da un sottile ma persistente nichilismo. Storie i cui protagonisti sono antieroi, violenti o disperati, che si muovono in un mondo desocializzato, in cui si sono persi i punti di riferimento e non si intravedono vie di salvezza. Un mondo in cui aleggia un senso profondo … Continua la lettura di Piccoli sguardi positivi dal cinema

Educare all’accoglienza della vita

La parola accoglienza evidenzia il valore di ciò che è necessario accogliere: parlare di accoglienza significa, indirettamente, affermare che la vita è un valore. Tuttavia, se attingiamo all’esperienza o alla cronaca, ci rendiamo conto che non basta parlare di valore della vita e neppure semplicemente concordare sul valore della vita, bisogna educare ad accoglierla sempre. … Continua la lettura di Educare all’accoglienza della vita

Educare al mondo degli affetti

Se è vero che siamo immersi nella cultura del narcisismo, allora è facile, forse inevitabile, concludere all’impossibilità di educare al mondo degli affetti: ormai conta solo quello che si “sente dentro”, nel senso che tutto è diventato una questione di gusti e sui gusti – come è noto – non si discute, proprio perché sono … Continua la lettura di Educare al mondo degli affetti

Un miracolo: nove mesi fa non c’era, e ora c’è

Era una mattina dell’agosto del 1995. Il mio secondo figlio era nato da due ore. Lo avevo intravisto solo un attimo, fra le braccia dell’ostetrica. Decisi di alzarmi dal letto, non reggendo la curiosità di andarlo a guardare, oltre la vetrata della nursery. In vestaglia, nel silenzio dell’ospedale in mezzo alla Milano vuota del Ferragosto, … Continua la lettura di Un miracolo: nove mesi fa non c’era, e ora c’è

Educare ad essere liberi di scegliere il bene

Sul concetto di educazione Che, oggi, ci si trovi di fronte ad un’emergenza educativa è un fatto innegabile; che, oggi, si sia perso il senso dell’educativo è, purtroppo, un’amara realtà. Ridotta, oramai, a sola informazione, l’educazione sembra aver perso la sua dimensione interpersonale e relazionale per divenire fredda e asettica istruzione. “Sarebbe dunque – scrive … Continua la lettura di Educare ad essere liberi di scegliere il bene

La bellezza di relazioni e legami. Per sempre.

Secondo uno stereotipo diffuso, spesso s’interpreta l’educazione come un processo di affrancamento dai legami, che dovrebbe aiutare a “slegarsi”, a guadagnare un’autonomia finalmente libera da qualsiasi forma di dipendenza. Se le cose stessero così, educare al senso e al valore di relazioni stabili, capaci di trasformarsi in legami, sarebbe contraddittorio, un restare attaccati a quel … Continua la lettura di La bellezza di relazioni e legami. Per sempre.

Come narrare la vita

Osservando attentamente i giochi di un suo nipotino, di appena un anno e mezzo, Sigmund Freud rilevò qualcosa di interessante. Il bimbo era solito scaraventare sotto il letto o sotto i mobili tutti gli oggetti di cui riusciva a impadronirsi: il suo divertimento consisteva nel “gettarli via” o meglio nel “farli sparire”. Ma questa era … Continua la lettura di Come narrare la vita

Educare alla vita: un percorso laico

“Dare un senso alla vita può condurre a follia, ma una vita senza senso è come una barca che anela al mare aperto e rimane attaccata alla riva” (Antologia di Spoon River) Il senso è l’investimento affettivo, la costituzione del desiderio e delle passioni che permettono di costruire obiettivi e mete ideali. Il senso è … Continua la lettura di Educare alla vita: un percorso laico