Archivi tag: tratta

Susan: sfruttata mi sono ammalata, torno nella mia terra

“Sono nata a Benin City il 2 agosto del 1977 e sono arrivata in Italia, precisamente a Roma nel 2000, sono partita direttamente dal Lagos. La mia famiglia e’ molto numerosa mio padre non l’ho mai conosciuto e mia madre aveva problemi nel camminare. La mia istruzione si e’ fermata alle scuole primarie perche’ come tante … Continua la lettura di Susan: sfruttata mi sono ammalata, torno nella mia terra

Rapporto 2017 sulla tratta nigeriana (e non solo) in Torino e provincia

L’unita’ di strada dell’associazione Amici di Lazzaro Dal 1999 l’associazione aiuta ed ascolta le donne vittime di tratta e sfruttamento, incontrandole in strada con una unita’ mobile composta da 5-8 volontari. In strada offre informazioni sui percorsi di fuga creando relazioni di sostegno ed ascolto, che negli anni hanno portato oltre 450 donne a chiedere … Continua la lettura di Rapporto 2017 sulla tratta nigeriana (e non solo) in Torino e provincia

Dialogo tra Blessing e Papa Francesco sui “clienti”

Papa Francesco risponde a cinque domande di partecipanti alla riunione pre-sinodale per i giovani tra cui Blessing Okoedion. “Mi chiamo Blessing Okoedion e sono nigeriana. Quattro anni fa sono arrivata in Italia coinvolta con inganno nella tratta degli esseri umani. Un’esperienza drammatica, di totale annullamento delle mia dignità. Ma la fede in un ‘Dio che … Continua la lettura di Dialogo tra Blessing e Papa Francesco sui “clienti”

Dalla strada alla vita, uno stile, un progetto. Testimonianza di Paolo

Mi chiamo Paolo Botti, da tanti anni mi occupo a tempo pieno degli Amici di Lazzaro, che è il mio impegno verso gli ultimi iniziato con gli Alunni del Cielo negli anni 90, perché dopo alcuni anni di lavoro decisi di lasciare tutto e partire per le missioni in Africa o in Brasile e nell’attesa di … Continua la lettura di Dalla strada alla vita, uno stile, un progetto. Testimonianza di Paolo

La storia di un viaggio dal Marocco all’Italia. La richiesta della protezione internazionale

Storia pregressa in patria prima della partenza J.E., donna, nazionalità nigeriana, età 33 anni. J.E. viveva con i genitori e con il fratello maggiore di tre anni. La madre di J.E. morì, probabilmente per una malattia, quando J.E aveva 2 anni. J.E. rimase con la nonna insieme al fratello in un villaggio in Nigeria, ma … Continua la lettura di La storia di un viaggio dal Marocco all’Italia. La richiesta della protezione internazionale

Costrette da sfruttatori o dalla vita. Non e’ libera scelta.

L’articolo che segue è ci informa e sottolinea alcuni dati ed elementi che vogliono essere nascosti all’opinione pubblica. La femminista tedesca Alice Schwarzer ha scritto un libro intitolato “Prostitution — ein deutscher Skandal” (Prostituzione: uno scandalo tedesco). Non temete: nessun editore italiano tradurrà e pubblicherà il testo, così come nessuna redazione giornalistica si impegnerà ad esporne il contenuto. … Continua la lettura di Costrette da sfruttatori o dalla vita. Non e’ libera scelta.

Linda: “E’ un lavoro sporco che nessuna donna vorrebbe mai fare”

Abbiamo incontrato Linda per la prima volta nel novembre del 1997. Ci accoglieva sempre con il suo sorriso naturale e ingenuo, ma si manteneva fredda e diffidente nei nostri confronti e dopo qualche minuto di conversazione, ci faceva capire che qualche cliente la stava aspettando e che lei doveva lavorare per guadagnare tanti soldi da … Continua la lettura di Linda: “E’ un lavoro sporco che nessuna donna vorrebbe mai fare”

La chiusura delle “case” – Lina Merlin

Molta gente non ha capito nulla dell’articolo che porta il mio nome, fin da quando, allo stato di progetto, sollevò tante discussioni, forse anche perché non s’è data la pena di leggerlo, altrimenti non si sarebbero dette e scritte numerose sciocchezze. La legge, comunque, è passata ed è in via di applicazione. Non avverrà alcun … Continua la lettura di La chiusura delle “case” – Lina Merlin

La legalizzazione/depenalizzazione della prostituzione non aumenta la scelta delle donne

La maggior parte delle donne che si prostituisce non ha fatto una scelta razionale di entrare nel mondo della prostituzione, scegliendo da una lista di altre opzioni. Esse non si sono sedute un bel giorno a decidere che volevano prostituirsi. Piuttosto, queste « scelte » sono state definite « strategie di sopravvivenza ». Più che … Continua la lettura di La legalizzazione/depenalizzazione della prostituzione non aumenta la scelta delle donne

13 euro al giorno, il sogno di un viaggio infranto

Storia pregressa in patria prima della partenza K.R. , uomo, nazionalità ghanese, religione cattolica, età 37 anni. Percorso migratorio K.A. è fuggito dal suo paese in quanto la sua famiglia di religione musulmana, lo perseguitava perché si era convertito alla religione cristiana. Arrivo in Italia e modalità di permanenza K.A. è giunto clandestino in Italia … Continua la lettura di 13 euro al giorno, il sogno di un viaggio infranto

Ali, dal Mali allo sfruttamento

A.C. fugge dal suo villaggio in Mali perché nel suo paese si svolgono sacrifici umani, infatti ogni anno in questo villaggio viene sacrificato un uomo giovane maschio scelto dal capo del villaggio e nel 2007 A.C. viene scelto come vittima sacrificale. Il ragazzo spaventato scappa in Algeria e in seguito raggiunge la Libia , dove … Continua la lettura di Ali, dal Mali allo sfruttamento

La storia di Kate: voleva aiutare la nonna e tutta la famiglia

Kate è stata affidata alla nonna in tenerissima età, dopo la morte del padre. Frequenta le scuole elementari e vede di rado la madre che, nel frattempo, si è risposata. Nel 2009 viene affidata a una signora che vive a Warry, che inizialmente si offre di prendersi cura di lei e farle continuare gli studi, … Continua la lettura di La storia di Kate: voleva aiutare la nonna e tutta la famiglia

La paura di tornare sulla strada è più forte di tutto (Precious, 17 anni)

Nella primavera del 2016 le Forze dell’ordine incontrano Precious, una ragazza nigeriana palesemente minore, lungo una strada periferica della Sicilia. Condotta presso il Commissariato di Polizia, la giovane afferma di avere 21 anni e di voler essere riaccompagnata dalla sorella più grande che vive in città. Precious è sprovvista di documenti, è spaventata e restia … Continua la lettura di La paura di tornare sulla strada è più forte di tutto (Precious, 17 anni)

Le vittime minorenni

È allarmante l’aumento di vittime adolescenti. L’età sempre più bassa delle minori nigeriane in arrivo via mare è inversamente proporzionale alla coscienza di essere vittime di tratta, delle violenze e degli abusi che le vittime sono destinate a subire. Infatti, un numero consistente di adolescenti incontrate nei luoghi di sbarco dichiara all’OIM di non aver … Continua la lettura di Le vittime minorenni

La tratta a fini di sfruttamento sui luoghi di lavoro

Sono per la maggior parte maschi (ma anche femmine e minori), giovani (tra i 20 e i 40 anni, con un livello di scolarità medio alto) senza famiglia al seguito, con livello di istruzione medio alto. Persone che spesso hanno contratto un debito per partire (dai 2 ai 13.000 euro). Arrivano per lo più via … Continua la lettura di La tratta a fini di sfruttamento sui luoghi di lavoro

Nelle vie a luci rosse ci sono solo donne schiave

Nel dibattito sulla prostituzione viene talvolta ipotizzata la creazione di strade a “luci rosse”. Per comprendere la questione va innanzitutto chiarita una cosa: il fenomeno della prostituzione – che in Italia non è reato – si confonde oggi sempre di più con quello della tratta di esseri umani e riduzione in schiavitù, che invece sono reati gravissimi. … Continua la lettura di Nelle vie a luci rosse ci sono solo donne schiave

Indicatori per identificare le vittime di tratta

Già nel primo rapporto sul fenomeno della tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale in Italia pubblicato dall’OIM nel 2015/18, l’Organizzazione aveva elaborato un elenco di indicatori utili a individuare potenziali vittime di tratta tra i migranti appena sbarcati, sulla base di informazioni raccolte di prima mano durante gli incontri con i migranti. … Continua la lettura di Indicatori per identificare le vittime di tratta

Legislazione su tratta e lavoro

Nell’ambito dello sfruttamento lavorativo occorre preliminarmente precisare che la normativa vigente distingue tre diverse forme di tutela, a seconda del grado di sfruttamento individuato: • il grave sfruttamento lavorativo; • il caporalato; • il lavoro irregolare (comunemente definito “lavoro nero”). Il grave sfruttamento lavorativo L’applicazione dell’art.18 alle situazioni del grave sfruttamento lavorativo è stata confermata … Continua la lettura di Legislazione su tratta e lavoro

La tratta a fini di sfruttamento sessuale, oggi

Il fenomeno dello sfruttamento a fini sessuali compare in Italia negli anni ’80, con l’arrivo delle donne dai Paesi dell’Est (all’inizio dall’Albania) e dall’Africa (in particolare Nigeria) facendo emergere, oltre all’enorme divario che persiste tra Nord e Sud del mondo, una “domanda” di sesso a pagamento che era rimasta, per anni, sopita e che, con … Continua la lettura di La tratta a fini di sfruttamento sessuale, oggi

I dati della tratta nel mondo

Secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), nel 2012, le vittime del traffico di esseri umani per lavoro forzato nel mondo sono state circa 20,9 milioni, di cui 880.000 in Europa. Le femmine, comprese le minori sono 11,4 milioni (55%), gli uomini e i minori maschi 9,5 milioni (45%). Di questa cifra circa 4,5 milioni (22%) … Continua la lettura di I dati della tratta nel mondo