Archivi tag: vita

Insoddisfatto dal figlio, viene “rimborsato”

Nel 2003 nasce all’Ospedale Riuniti di Bergamo un bambino affetto da spina bifida. I genitori non erano stati informati durante la gestazione che il nascituro avrebbe potuto soffrire di questa malformazione e dunque trascinano in giudizio ginecologo e ospedale. Il giudice Marino Marongiu della prima sezione civile del Tribunale di Bergamo qualche giorno fa dà … Continua la lettura di Insoddisfatto dal figlio, viene “rimborsato”

Perchè “madre” e “padre” sono guide indispensabili

Lavoro da trent’anni in un servizio di Neuropsichiatria infantile e ho avuto spesso l’occasione di collaborare con gli operatori che si occupano di affidi e adozioni. Posso perciò affermare con tranquillità che quanti seguono a diverso titolo la situazione di minori con famiglie problematiche hanno a cuore in primo luogo il benessere dei bambini, indipendentemente … Continua la lettura di Perchè “madre” e “padre” sono guide indispensabili

L’obiezione di coscienza serve a fare carriera?

Una delle affermazioni più ricorrenti nella quotidiana battaglia contro l’esercizio dell’obiezione di coscienza dei medici, che si rifiutano di uccidere bambini applicando la previsione della legge 194 del 1978, è che esiste una discriminazione nei confronti dei medici non obiettori: se il medico vuole fare carriera, è meglio che faccia obiezione di coscienza. La LAIGA, … Continua la lettura di L’obiezione di coscienza serve a fare carriera?

22. Il mio destino e’ fissato fin dalla nascita?

Puo’ sembrare legittimo interrogarsi sull’avvenire e su cio’ che faremo nella vita. Il ricorso all’astrologia, alla chiaroveggenza o alla «scienza» dei numeri, e così via, puo’ essere interpretato come una risposta alle situazioni che presto si presenteranno, o come una sorta di antidoto contro la paura del futuro. In realtà, queste diverse pratiche sono credenze … Continua la lettura di 22. Il mio destino e’ fissato fin dalla nascita?

Suicidio: atto di chi non si sente amato

L’uccisione di se stessi, atto il cui rapporto con la solitudine è di solito molto stretto, tanto da far dubitare della reale libertà della scelta di chi lo compie. Diverso è il suicidio assistito è l’atto di darsi la morte se è fatto per interposta persona, previa autorizzazione del soggetto. Realismo E’ l’azione del terminare … Continua la lettura di Suicidio: atto di chi non si sente amato

Storia di Chet, l’uomo senza braccia che gira l’America per raccontare che perfezione non è sinonimo di felicità

Non c’è nulla di più scomodo di vedere felice un uomo senza braccia che volevano lasciar morire alla nascita. Ancor peggio se quell’uomo gira gli Stati Uniti, che contano quasi 60 milioni di aborti in 40 anni, e dice queste parole: «Non sono perfetto, ma ho un valore». Alla National Right to Life Convention 2013, … Continua la lettura di Storia di Chet, l’uomo senza braccia che gira l’America per raccontare che perfezione non è sinonimo di felicità

Non chiedo a Dio la mia guarigione, ma chiedo la forza e la gioia

Don Fabrizio De Michino è un giovane sacerdote nato l’8 settembre 1982, dopo una lunga malattia è salito al cielo il 1° gennaio 2014. Ha vissuto in maniera santa gli anni del dolore e della sofferenza fisica, con una serenità di fondo. Pochi giorni prima di morire ha scritto una lettera di affidamento al Papa; … Continua la lettura di Non chiedo a Dio la mia guarigione, ma chiedo la forza e la gioia

Le “cure compassionevoli”: cosa sono, quando e perche’ si praticano

CHE COS’È LA CURA COMPASSIONEVOLE? Innanzitutto è necessario chiarire la terminologia. Non è corretto parlare di “cura compassionevole”, bensì di “uso compassionevole” di una data terapia. La cura compassionevole deve costituire l’atteggiamento tipico della relazione di cura che definisce il rapporto medico-paziente. L’uso compassionevole di un farmaco o di una terapia si inserisce soprattutto nel … Continua la lettura di Le “cure compassionevoli”: cosa sono, quando e perche’ si praticano

19. Dare la vita significa soltanto avere molti bambini?

Il primo modo di dare la vita consiste sicuramente nell’avere bambini: un’avventura bella e straordinaria. Ma esistono altri modi. L’adozione ne e’ un esempio, cosi’ come l’impegno della coppia a servizio della societa’ e dei poveri. Basta pensare, per esempio, a quello che han fatto Raoul e Madeleine Follereau per i lebbrosi… Avere bambini non … Continua la lettura di 19. Dare la vita significa soltanto avere molti bambini?

Mi chiamo Susanna, ho la Sla e voglia di vivere. E vi scrivo con gli occhi

Mi chiamo Susanna e, fino a 15 anni fa, avevo una vita “normale”. Poi la  classica “mazzata in testa”. Mi hanno diagnosticato la Sla e, da allora, la mia  vita è cambiata radicalmente. (con questo articolo Susanna Campus ha iniziato la sua collaborazione con  www.tempi.it) Sono sarda, di Sassari, e lavoravo come orafo e insegnavo … Continua la lettura di Mi chiamo Susanna, ho la Sla e voglia di vivere. E vi scrivo con gli occhi

Gravidanza – Come diventa il bebe’

Primo mese. Dopo il concepimento la singola cellula si divide in due, queste due si dividono di nuovo e così via. Entro la quarta settimana, questa massa cellulare è già ben attaccata alla parete uterina e cresce rapidamente: il piccolo embrione comincia a svilupparsi. Secondo mese. Inizialmente simile a un girino, l’embrione si trasforma assomigliando … Continua la lettura di Gravidanza – Come diventa il bebe’

Harold e Ruth, insieme per 80 anni, sposati da 65, sono morti lo stesso giorno

Era malato ma non si e’ lasciato andare per amore di sua moglie, lottando fino alla fine perché lei non rimanesse sola. E’ la storia di Harold Knapke, 91 anni, e di Ruth, 89, morti entrambi l’11 di agosto di quest’anno, dopo 65 di matrimonio. Lui è spirato alle 7.30 del mattino lei alle 18.30 del pomeriggio. … Continua la lettura di Harold e Ruth, insieme per 80 anni, sposati da 65, sono morti lo stesso giorno

La nuova Rupe Tarpea (le idee sull’infanticidio che ci offendono)

Nel 1977 l’allora chirurgo generale degli Stati Uniti, C. Everett Koop, scomparso tre settimane fa e salutato dalla stampa liberal come il grande pioniere della sanità americana, tenne un discorso che fece scalpore al parterre dell’American Academy of Pediatrics, intitolato “The slide to Auschwitz”. “L’infanticidio è messo in pratica e sono preoccupato perché non c’è … Continua la lettura di La nuova Rupe Tarpea (le idee sull’infanticidio che ci offendono)

L’avventura con Andrea, mio figlio Down

MILANO — «Se dovessi scegliere con chi fare il giro del mondo, non avrei esitazioni: con lui». Con Andrea, con suo figlio. Molti padri direbbero la stessa cosa, probabilmente. Ma non tutti si divertirebbero quanto Stefano Mauri, l’editore milanese. Assieme ad Andrea, in giro per mare e per monti, ma preferibilmente per mare. Perché pochi … Continua la lettura di L’avventura con Andrea, mio figlio Down

18. Mi sposo ma… non voglio subito bambini! Come fare?

Vi sposate e desiderate un amore autentico. Volete donarvi totalmente l’uno all’altro. in tutte le dimensioni del vostro essere. Nella gioia offerta e condivisa, con la capacita’ straordinaria di trasmettere la vita presente dentro di voi. La natura e la liberta’ vi rendono padroni del dono meraviglioso della fecondità e voi vi accingete ad amministrarlo: … Continua la lettura di 18. Mi sposo ma… non voglio subito bambini! Come fare?

Caffarra: I figli non sono qualcosa che si vuole, ma qualcuno che viene

Omelia del cardinale di Bologna sul pericoloso narcisismo ed egoismo moderno che vede i figli non come dono ma come scelta Una cultura “in cui l’origine di una nuova persona umana non è più compresa nel suo significato più profondo, non dono di Dio ma frutto casuale di leggi biologiche sempre più sottoposte al dominio … Continua la lettura di Caffarra: I figli non sono qualcosa che si vuole, ma qualcuno che viene

Amare con fede e avere fede con amore

un altro toccante racconto dell’opera di Don Aldo Trento in Paraguay. Storie che ci insegnano ad amare con fede e ad avere fede con amore. Ti adoriamo o Cristo e Ti benediciamo perché con la Tua santa croce hai redento il mondo. Entriamo nella stanza numero due. Due belle ragazze, con tumore cerebrale, si fanno … Continua la lettura di Amare con fede e avere fede con amore

La dichiarano morta e lei si risveglia dal coma: «Volevate uccidermi?»

Carina, danese di 20 anni, racconta la sua storia in un video che sta facendo discutere il paese per cambiare le direttive sul fine vita. Ora parla, cammina ed è tornata a cavalcare il suo cavallo Quando la sua attività cerebrale sembrava quasi scomparsa, i dottori, convinti che le probabilità di sopravvivenza fossero pochissime, e … Continua la lettura di La dichiarano morta e lei si risveglia dal coma: «Volevate uccidermi?»