Fa che io sia meno indegno possibile della Santità della mia Sposa

Foto di vargazs da Pixabay

Gesù, tu che hai chiamato fra i tuoi Angeli e i tuoi Santi, la mia Sposa e la Mamma dei miei bambini, fa che anche oggi i miei bimbi crescano in sapienza e in grazia presso di Te, presso la Madonna, presso la loro Santa Mamma, presso i loro cari e presso gli uomini, così come Tu crescesti nella Tua Santa Famiglia di Nazareth, e come la loro Santa Mamma li sapeva allevare, giorno per giorno.
Conservali nella salute della mente e del corpo, così come la loro Santa Mamma, con la tua grazia e la tua benedizione, li sapeva conservare con le sue sapienti, amorevolissime cure.
Fa che i miei bambini siano sempre degni , in ogni giorno della loro vita, della Santità e del Martirio della loro Santa Mamma.
Fa che io sia meno indegno possibile della Santità della mia Sposa e che possa surrogarla, con la tua grazia, nella amorevolezza e nella guida dei nostri figlioli.
Conserva anche a me ed ai miei figlioli la grazia, la certezza e il conforto ineffabile che faceva scrivere a Sant’Agostino della sua Madre Santa in Cielo: “Quando eri in vita, io ti vedevo dove tu eri. Ora che sei in Cielo, io ti sento presente ovunque io mi trovi.”
E tu, Gianna, aiutami giorno per giorno, a portare la mia Croce, a compiere, in modo eroico, la volontà del Signore.
Ottieni anche per i nostri bimbi e per me la grazia divina di farci santi.
Fa che ogni giorno ci avvicini a te, ed ogni giorno abbiamo a salire un gradino della mistica scala di Giacobbe, in cima alla quale tu ci attendi.
E fa che quando il Signore ci chiamerà a sé, ci trovi degni di venire accanto, accanto, accanto a te per sempre. E così sia.
Pietro Beretta (marito di Santa Gianna Beretta Molla)

Dona ora per chi ha bisogno. Grazie!

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Ho avuto un solo uomo, tuo padre (Oliviero Toscani)

Il silenzio e la preghiera (Madre Teresa di Calcutta)