Le origini dell’antisemitismo moderno (Bruto Maria Bruti)

Foto di ju-dit da Pixabay

Pochi sanno che le moderne origini dell’antisemitismo provengono dalla dottrine del socialismo.

Il teorico del socialismo Alphonse de Tousnel ( 1803-1885), discepolo del socialista Charles Fourier, sosteneva che gli ebrei dominavano il mondo attraverso il controllo del capitale finanziario.

Famose sono le sue due opere antisemite: ” Gli ebrei, re dell’epoca” e “
Storia dell’aristocrazia feudale dei finanzieri”.

L’altro teorico del socialismo, Pierre Josephe Proudhon ( 1809-1865 ), inventore del concetto secondo cui ” la proprietà è un furto “, considerava gli ebrei responsabili del capitalismo e pertanto li definiva come nemici della razza umana: egli affermava che bisognava cacciarli da ogni impiego mentre le loro sinagoghe dovevano essere chiuse.

SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

Proudhon dichiarava in modo esplicito: ” Si deve rimandare questa razza in Asia o sterminarla” ( CFR Gorge Mosse, Il razzismo in Europa, Mondadori, Milano 1992, pp.165-166).

Karl Marx ( 1818-1883 ), teorico del cosiddetto socialismo scientifico ( cioè del socialismo comunista ), nel suo scritto sulla ” Questione ebraica, pur essendo ebreo, scriveva:” Il denaro è il geloso dio d’Israele, di fronte al quale nessun altro dio può esistere (.) il dio degli ebrei si è mondanizzato, è divenuto un dio mondano. La cambiale è il dio reale dell’ebreo. Il suo dio è soltanto la cambiale illusoria”
( Marx e Engels, Opere 1843-1844, Vol. III, ed Riuniti, Roma 1976, p.187 ).

Karl Marx, nel 1856, scriveva sul ” New York Tribune” un articolo intitolato ” Il prestito russo ” dove diceva: ” Sappiamo che dietro ogni tiranno c’è un ebreo (.). L’utilità delle guerre promosse dai capitalisti cesserebbe, se non fosse per gli ebrei che rubano i tesori dell’umanità (.).
Gli usurai contemporanei che stanno dietro i tiranni e le tirannie, per la maggioranza sono ebrei. Il fatto che gli ebrei siano diventati tanto forti da mettere in pericolo la vita del mondo, ci induce a svelare la loro organizzazione, i loro scopi, affinché il loro lezzo possa risvegliare i lavoratori del mondo a combatterli e ad eliminare un simile cancro”

( Karl Marx, Lettera del 2 dicembre 1863 a Friedrich Engels, in Marx e Engels, Werke, Berlin, Dietz Verlag, 1974, Vol.XXX, p.376; CFR Richard Wurmbrand, L’altra faccia di Carlo Marx, Editrice Uomini Nuovi, Marchirolo ( Varese ) 1984, trad. italiana, pp.39-40 ).

Adolf Hitler (1889-1945) si nutre di questa cultura socialista antisemita e fonda il partito nazional-socialista a partire dal Partito dei lavoratori tedeschi. Anche per Hitler, come per gli altri socialisti, il capitalismo si identifica con gli ebrei. Scrive Hitler: ” La borsa americana è in mano agli ebrei”

Immagine

SOSTIENICI CON IL 5 per MILLE: 97610280014

( Adolf Hitler, Mein Kampf, ed. Homerus Salomon 1971, p.219 ), ” La finanza e il commercio sono diventati il monopolio dell’ebreo” ( Adolf Hitler, Mein Leben, ed. Sentinella d’Italia, p.342 ).

( Bruto Maria Bruti )

Bruto Maria Bruti
LA NOSTRA SESSUALITÀ
Felicità, desiderio e piacere nell’essere umano

pp. 168 – € 15,50
ISBN 978-88-7198-593-0

Questo libro è un sollievo. Il professor Bruti ci parla di cose belle, grandi, importanti. Ci parla di amore, di un progetto personale che si compie nell’unione con l’altro, del desiderio di potersi abbandonare nel completo godimento di un eterno abbraccio. È un sollievo, dicevo, leggere di noi stessi, della nostra sessualità e della persona che amiamo in questi termini. Dopo anni in cui gli «esperti» hanno tentato di convincerci che la gioia è «nient’altro che» un «orgasmo», che la persona amata è «nient’altro che» un «oggetto sessuale», che il sesso è «nient’altro che» un «meccanismo relativamente semplice che provvede alla reazione erotica quando gli stimoli fisici e psichici sono sufficienti», finalmente qualcuno ci dice che in realtà dell’altro ci sarebbe: il nostro desiderio di sentirci amati in modo unico, esclusivo, incondizionato, per sempre (dalla Presentazione di Roberto Marchesini).

Il libro si puo’ trovare e chiedere (talvolta ordinandolo) in qualsiasi libreria.
Oppure su
IBS La nostra sessualità. Felicità, desiderio e piacere nell’essere umano – Bruto M. Bruti – Libro – SugarCo – Argomenti | laFeltrinelli
oppure ad esempio
La nostra sessualità – Felicità, desiderio e piacere nell’essere umano libro, Bruti Bruto M., SugarCo, giugno 2010, Sessualità e morale – LibreriadelSanto.it

Dona ora per chi ha bisogno. Grazie!

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

La virtù della povertà in san Josemaría

No all’utero in affitto