Per chi fa i conti con il limite (Giovanni Paolo II)

Image by Joe from Pixabay

Signore della vita e della speranza!
In te ogni limite umano
e’ riscattato e redento.
Grazie a te, la disabilita’
non è l’ultima parola dell’esistenza.
È l’amore la parola ultima,
è il tuo amore che dà senso alla vita.
Aiutaci a orientare il cuore verso di te;
aiutaci a riconoscere il tuo volto
che rifulge in ogni umana creatura
per quanto provata dalla fatica,
dalla difficoltà e dalla sofferenza.
Facci comprendere che «la gloria di Dio
è l’uomo vivente» (Ireneo di Lione),
e fa’ che un giorno possiamo gustare,
nella visione divina,
la pienezza della vita da te redenta.

(Giovanni Paolo II)

Dona ora per chi ha bisogno. Grazie!

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

41. Che senso ha la vita di una persona disabile?

L’origine della festa della Madonna del Rosario