Saper ringraziare (Padre Andrea Gasparino)

Foto di Yuri da Pixabay

«Oggi abbiamo parlato, ascoltato, guardato, camminato con tutta naturalezza. Ma è difficile che abbiamo detto grazie per il dono della parola, dell’udito, della vista, della salute. Ogni cosa che toccano le nostre mani, ogni cosa che vedono i nostri occhi, ogni oggetto raggiunto dai nostri sensi, è un dono di Dio. In ogni cosa su cui si ferma un attimo la fantasia c’è un dono di Dio. Ogni oggetto del mio pensiero è un dono di Dio. Ogni battito dei miei polsi, ogni respiro dei miei polmoni…». Soprattutto, si può ringraziare Dio per le persone che ci fanno crescere, per gli avvenimenti lieti o duri che ci fanno imparare, maturare… Ogni volta che la bontà di Dio occupa i nostri pensieri più di quanto la occupino le nostre preoccupazioni, noi sbocciamo maggiormente alla realtà della fede. La preghiera di ringraziamento ha proprio questo ruolo: spostare il nostro centro d’interesse da noi a Dio…».

(Padre Andrea Gasparino)

Padre Andrea Gasparino
7 aprile 1923 – 26 settembre 2010)
ha fondato a Cuneo (Italia) il
Movimento Contemplativo Missionario Charles de Foucauld
www.centromissionario.org tel. 0171 491263  

Questo articolo è pubblicato con il loro consenso.

Vi suggeriamo di frequentare i loro percorsi sulla preghiera e conoscere le loro missioni nel mondo.

Dona ora per chi ha bisogno. Grazie!

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Bagni pubblici aperti in agosto a Torino

Senza due corpi e due pensieri differenti non c’e’ futuro (Giorgio Gaber)