Anita, finalmente ha un letto pulito

Foto di dawnie206 da Pixabay

Anita arrivò a Torino per lavorare da parrucchiera ma dopo pochi mesi fu costretta a prostituirsi , minacciandola di far del male ai suoi famigliari in Nigeria. La conoscevamo da un po’, era piccola (20 anni) e sempre spaventata e stanca di vivere in strada. Un sera la trovammo a Moncalieri piena di botte e impaurita, salì sul pulmino e lasciò la strada denunciando i suoi sfruttatori.

Leggi questa nostra richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

Ora si è reinserita bene. Va a scuola e intanto lavora in una piccola azienda, assunta a tempo indeterminato. I primi tempi era sempre affaticata e il passato le pesava. Ora dopo due anni si è ripresa ed è un esemio di integrazione, ha amici italiani e stranieri. Ricordiamo bene che la prima notte quando una famiglia di volontari la ospitò si stupì di avere un letto pulito tutto per sè, e di essere stata accolta anche se aveva fatto una vita brutta.

Ora è serena. E noi siamo felici di sapere che ce l’ha fatta e tante altre possono fare altrettanto.

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

La scena mutata degli alunni in Italia

Lettera di un seminatore artificiale pentito