Danzate, donne, danzate quando sentite il tamburo

Nell’ottobre 2018 è morto Aznavour, attore, cantante francese, ma soprattutto armeno, che ha portato per tutta la vita il ricordo del suo popolo distrutto, della sua terra insanguinata.
Tra i suoi film Ararat. Nel film Ararat, era riportata una testimonianza.

Il villaggio era pieno di cadaveri.

L'articolo continua dopo questa richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

In un cortile c’erano un gruppo di donne (armene) ancora vive. I soldati (turchi) si divertivano a frustarle. Poi uno ebbe l’idea di prendere un tamburo e farle danzare.

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito

   

«Danzate, donne, danzate quando sentite il tamburo». Urlavano i soldati mentre le fruste schioccavano sulle schiene di quelle poverette, lacerandole.

«Scoprite il seno e danzate. Danzate finché siete vive». Urlavano i soldati. Uno di loro è andato a prendere una tanica di cherosene e l’ha versato addosso alle ragazze.

«Danzate urlavano tutti, danzate fino a che siete vive e sentite questo aroma più dolce di ogni profumo» Poi hanno appiccato il fuoco.

I poveri corpi si sono contorti fino alla morte.

E io, ora, io che sto raccontando questo, come potrò mai, ditemi, levarmi quei poveri corpi dagli occhi?

Racconto di una testimone tedesca, Isola di Hectamar, Turchia, 1915

Queste righe sono tutto quello che resta di vite distrutte, ci sono arrivate grazie ad Aznavour.
Silvana De Mari


SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014