in

Il matrimonio è importante. Riflettete prima di modificarlo

Icon-of-the-Holy-Family-of-Nazareth-PhotographIl 22 maggio il popolo irlandese sara’ chiamato a votare in un referendum che cambiera’ il significato del matrimonio nella Costituzione dell’Irlanda.

I vescovi cattolici sottolineano l’importanza di un’approfondita riflessione in vista del voto. “Il matrimonio è di fondamentale importanza per i figli, le madri e i padri, e per la società”, esordiscono i presuli in una dichiarazione diffusa oggi, nel corso dell’assemblea generale di primavera. “L’unione di un uomo e di una donna nel matrimonio, aperta alla procreazione dei figli, è un dono di Dio che ci ha creati maschio e femmina'”, si legge nel testo. “Anche la ragione porta alla verità sulla sessualità umana che rende il rapporto tra un uomo e una donna unico. Madri e padri portano doni diversi, ma complementari” nella vita di un figlio. I vescovi spiegano di non poter sostenere un emendamento alla Costituzione che ridefinisce il matrimonio e “pone di fatto l’unione di due uomini, o due donne, alla pari con il rapporto coniugale tra marito e moglie, che è aperto alla procreazione dei figli“, ed esprimono la preoccupazione che, “se passasse l’emendamento, diventerebbe sempre più difficile parlare ancora in pubblico del matrimonio” come vincolo tra un uomo e una donna.

L'articolo continua dopo questa richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

Cosa insegneremo ai bambini a scuola sul matrimonio? Coloro che sinceramente continuano a credere che il matrimonio è tra un uomo e una donna, saranno costretti ad agire contro la propria coscienza?”, si chiedono i vescovi irlandesi invitando a trovare un modo per “proteggere i diritti civili delle persone omosessuali senza pregiudicare il significato fondamentale del matrimonio come comunemente inteso tra culture e fedi nel corso dei secoli”. “The Children and Family Relationships Bill”, avvertono, si propone di “eliminare la menzione di madri e padri da tutta una serie di leggi precedenti”. Di qui l’incoraggiamento a tutti a riflettere su questi temi e a votare il 22 maggio. Gli effetti dell’emendamento proposto “saranno di vasta portata per questa e per le generazioni future. Diciamo a tutti gli elettori: il matrimonio è importante. Riflettete prima di modificarlo”. Infine l’invito alle persone di fede a “portare questa decisione nella preghiera” e un annuncio: “Nelle prossime settimane, e in particolare a maggio, il mese di Maria, invitiamo alla preghiera per il matrimonio e la famiglia”.

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito

   

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

La triste strada della surrogazione

Psicologi contro il gender