Impariamo a discutere

Quando il Papa o la Chiesa parlano di poveri o ecologia sono poche le critiche. Se però il Papa o un vescovo o un semplice parroco parlano di valori di fede, di morale, tutto cambia.
I massmedia hanno due tecniche:
se è il Papa passano oltre non dando risalto a tutte le parti dei discorsi o scritti in cui ci sia qualsiasi accenno a difesa della vita, difesa del matrimonio, difesa dei valori e del credo cristiano.
Se si tratta di religiosi, prelati, parroci o singoli cattolici li isolano enfatizzando o mistificando il loro pensiero per poterli definire “estremisti”, “cattolici integralisti”, “cattolici conservatori”, se non bigotti o ignoranti.
Nei discorsi sui social network il discorso si tinge di violenza verbale.

Leggi questa nostra richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

Se è lecito che ci sia chi non crede nè in Dio nè nella Chiesa, è lecito anche che i credenti cattolici la pensino diversamente.

Per i cattolici è una verità che la Chiesa è stata fondata da Gesù, e quindi da Dio. E’ un dato anche storico dato che il primo Papa, che ha convocato il primo Concilio è stato San Pietro.

Sul web e sui social chi si oppone alla Chiesa , usa toni perentori: si critica chi ha una verità opponendovi una verità laica e in definitiva anticristiana. E’ un credo diverso da quello dei cristiani cattolici.
Ovviamente i cristiani cattolici non sono d’accordo e appoggiano il Papa, riconoscendone l’autorità morale in questioni di fede, e appoggiano tutti quei religiosi o laici che difendono il magistero della Chiesa.

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito

   

Spesso proprio chi accusa i cattolici di chiusura, manca di onestà intellettuale e aggredisce chi ha valori diversi da quelli atei e laicizzati.
Manca anche la capacità di convivere con idee totalmente diverse, e forse su questo bisognerebbe lavorare con le nuove generazioni.
Insegnare a ascoltare idee diverse dalla nostra, discutere, argomentare, magari rimanere di idee contrarie e distanti, eppure rimanere amici e in buona relazione.

Anzi dovremmo prenderci l’impegno di avere anche amici con idee politiche e religiose diverse dalle nostre e di finire una discussione con un caffè, un gelato, una pizza insieme.
P.B.

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Organi per il trapianto: xenotrapianto o donazione umana?

Pronti al servizio 2022