La grande illusione delle donne nigeriane: Ti porto in Italia a lavorare

Foto di microscopic da Pixabay

“Se vuoi ti porto in Italia. Lì c’è lavoro e con i soldi che guadagni potrai aiutare la tua famiglia.”

Leggi questa nostra richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

Sono attirate così, con questa frase, che rappresenta per loro il sogno di una vita migliore e la possibilità di sfuggire alla miseria in cui vivono. A proporglielo può essere un cugino, un amico, a volte anche il fidanzato. Un sogno che si infrange presto. Spesso già durante il viaggio o al più tardi, quando arrivano a destinazione. Anche se lottano e urlano sono già in trappola.  Lontane da casa, nessuno le difende. Non scappano perché spesso non conoscono la nostra lingua, e se provano ad allontanarsi ci saranno pesanti ritorsioni sulla loro famiglia.

Il loro inferno inizia così…

Solo in Italia sono tra le 50 e le 70.000 le ragazze vittime di questa schiavitù moderna. 3 milioni i “clienti” che abusano di queste ragazze che potrebbero essere le nostre figlie (il 37% ha un’età compresa tra i 13 e i 17 anni). Non possiamo stare zitti,non vogliamo essere complici. Nessuna donna deve essere schiava..

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito

   

Ecco perché e’ necessaria una legge molto semplice di poche righe,
che vieti l’acquisto di prestazioni sessuali, senza punire chi le offre.
Ovvero multare pesantemente il cliente e offrire a chi “si vende” per poverta’, sfruttamento, ignoranza percorsi di reinserimento e formazione.

Noi come associazione siamo pronti ad aiutare le tante donne sfruttate e disperate a liberarsi e ricostruire una vita nuova.

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Vuoi la pace? Difendi la vita

Message from Medjugorje 25-2-2022 (in 40 languages)