La ricerca sulla “Prostituzione Indoor in Italia”

Lo studio si basa su tre ricerche: quella del progetto Roxanne per il Comune di Roma, quella di On the Road per la Provincia di Pisa e quella del Progetto West per la regione Emilia Romagna.

Dall’insieme delle tre ricerche di deduce, secondo Carchedi e Tola, che il rapporto tra il numero delle persone che si prostituiscono in strada e quelle che si prostituiscono in case/appartamenti è pari al 68,1%. e cioè, ogni 100 prostitute in strada ce ne sarebbero 68 in appartamento.
Se in Piemonte la prostituzione straniera in strada si aggira intorno alle 1.500-1.800 persone, quella al chiuso coinvolgerebbe tra le 1.020 e le 1.225 persone.

L'articolo continua dopo questa richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

In Italia la prostituzione al chiuso raggiunge, secondo gli autori, una cifra complessiva compresa tra le 11.900 e le 15.500 persone. La prostituzione al chiuso risulta maggiore al Nord (soprattutto il Lombardia, Piemonte e Veneto), con un numero di persone che si prostituiscono in appartamento compreso tra le 6.300 e le 8.200 persone. Le tre regioni citate costituiscono quasi i due terzi del totale della prostituzione al chiuso nel Nord Italia. Nel Centro è il Lazio, la regione più coinvolta, seguita dalla Toscana. Nel Meridione la distribuzione si concentra in tre regioni: Campania, Abruzzo e Puglia che, nell’insieme, raggiungono circa l’80% del totale.

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito

   

L’incidenza delle straniere sarebbe, secondo Carchedi e Tola, maggiore nell’Italia settentrionale: “è opinione dei funzionari di polizia ascoltati – si legge nel testo – che le donne straniere che esercitano la prostituzione al chiuso raggiungono ormai il 75-80% del totale per le regioni centro-settentrionali e percentuali minori nelle meridionali (circa 40-50%).

Nell’Italia del Centro-Nord quindi le donne straniere che si prostituiscono in appartamento sarebbero tra le 8.000 e 10.200, mentre le italiane circa il 2.500-3.000. Nel Sud invece la prostituzione straniera che esercita in modo continuo ammonterebbe tra le 700 e 1.100 persone, mentre quella italiana ammonterebbe a una cifra compresa tra le 860 e le 1.250 persone.

Sintesi a cura di Fiorenzo Oliva. La ricerca: “all’aperto e al chiuso” di F. Carchedi e V. Tola, 2008. Dalle fonti di: progetto Roxanne, On the Road, Progetto West.

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014