La ricerca sulla “Prostituzione Indoor in Italia”

Lo studio si basa su tre ricerche: quella del progetto Roxanne per il Comune di Roma, quella di On the Road per la Provincia di Pisa e quella del Progetto West per la regione Emilia Romagna.

Dall’insieme delle tre ricerche di deduce, secondo Carchedi e Tola, che il rapporto tra il numero delle persone che si prostituiscono in strada e quelle che si prostituiscono in case/appartamenti è pari al 68,1%. e cioè, ogni 100 prostitute in strada ce ne sarebbero 68 in appartamento.
Se in Piemonte la prostituzione straniera in strada si aggira intorno alle 1.500-1.800 persone, quella al chiuso coinvolgerebbe tra le 1.020 e le 1.225 persone.

Aiuta con un piccolo contributo
con PayPal Bancomat o Carta di credito:

In Italia la prostituzione al chiuso raggiunge, secondo gli autori, una cifra complessiva compresa tra le 11.900 e le 15.500 persone. La prostituzione al chiuso risulta maggiore al Nord (soprattutto il Lombardia, Piemonte e Veneto), con un numero di persone che si prostituiscono in appartamento compreso tra le 6.300 e le 8.200 persone. Le tre regioni citate costituiscono quasi i due terzi del totale della prostituzione al chiuso nel Nord Italia. Nel Centro è il Lazio, la regione più coinvolta, seguita dalla Toscana. Nel Meridione la distribuzione si concentra in tre regioni: Campania, Abruzzo e Puglia che, nell’insieme, raggiungono circa l’80% del totale.

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

L’incidenza delle straniere sarebbe, secondo Carchedi e Tola, maggiore nell’Italia settentrionale: “è opinione dei funzionari di polizia ascoltati – si legge nel testo – che le donne straniere che esercitano la prostituzione al chiuso raggiungono ormai il 75-80% del totale per le regioni centro-settentrionali e percentuali minori nelle meridionali (circa 40-50%).

Nell’Italia del Centro-Nord quindi le donne straniere che si prostituiscono in appartamento sarebbero tra le 8.000 e 10.200, mentre le italiane circa il 2.500-3.000. Nel Sud invece la prostituzione straniera che esercita in modo continuo ammonterebbe tra le 700 e 1.100 persone, mentre quella italiana ammonterebbe a una cifra compresa tra le 860 e le 1.250 persone.

Sintesi a cura di Fiorenzo Oliva. La ricerca: “all’aperto e al chiuso” di F. Carchedi e V. Tola, 2008. Dalle fonti di: progetto Roxanne, On the Road, Progetto West.

IL TUO 5 per mille VALE MOLTISSIMO
per gli ultimi, per chi e' sfruttato, per difendere la vita
sul tuo 730, modello Unico,
scrivi il codice fiscale degli Amici di Lazzaro: 97610280014