in

L’appello di Anita alle sue amiche nigeriane

Foto di microscopic da Pixabay

Mi chiamo  Anita ho 20 anni, sono venuta a cercare un lavoro in Europa da Lagos (Nigeria) perche’ la mia famiglia e’ molto povera e i miei 5 fratelli non possono andare a scuola.

Mi avevano detto che per trovare lavoro dovevo prostituirmi con solo due uomini ricchi, invece quando sono arrivata a Torino, mi hanno messa in strada al freddo, mi hanno picchiata tante volte, e sognavo di incontrare un italiano da sposare per scappare e avere i
documenti.

L'articolo continua dopo questa richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

Avevo paura delle malattie e quindi usavo sempre il condom, ma qualche volta degli uomini mi hanno minacciata con il coltello e costretta a fare sesso senza preservativo.

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito

   

Sono andata a fare degli esami del sangue il mese scorso e ho scoperto di essermi ammalata. Ho capito adesso che avrei dovuto lasciare la strada molto tempo prima!

Forse, ora, mentre stai leggendo la mia storia io sono già morta a causa della malattia. non fare come me! pensaci prima! Fatti aiutare dalle associazioni a lasciare la strada, la vita è più importante dei soldi.

______________________________________________________

se volete aiutare una ragazza o sostenere dei progetti di reinserimento: info@amicidilazzaro.it   tel. 340 4817498

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Consacrazione al Sacro Cuore (Giovanni Paolo II)

Biografia di Sant’Ignazio di Loyola