Le più belle frasi di Benedetto XVI

“non l’uomo che si chiude in sé è uomo completo, ma l’uomo che si apre, che esce da se stesso, diventa completo e trova se stesso proprio nel Figlio di Dio, trova la sua vera umanità”

“Sono risorto e ora sono sempre con te”, dice a ciascuno di noi.La mia mano ti sorregge.Ovunque tu possa cadere,cadrai nelle mie mani. Sono presente perfino alla porta della morte. Dove nessuno può più accompagnarti e dove tu non puoi portare niente,là ti aspetto io e trasformo per tele tenebre in luce.

Dona ora. Grazie!

“tutti noi vogliamo cercare di essere sempre più cattolici – sempre più fratelli e sorelle nella grande famiglia di Dio, quella famiglia in cui non esistono stranieri” Benedetto XVI

“Colui che è il titolare del ministero petrino deve avere la consapevolezza di essere un uomo fragile e debole – come sono fragili e deboli le sue proprie forze – costantemente bisognoso di purificazione e di conversione.” Benedetto XVI

“Quando leggiamo i nomi dei santi possiamo vedere quante volte siano stati – e continuino ad essere – anzitutto degli uomini semplici, uomini da cui emanava – ed emana – una luce splendente capace di condurre a Cristo.” Benedetto XVI

“Ognuno di noi può darGli del tu; ognuno può chiamarLo. Il Signore si trova sempre a portata di voce. Possiamo allontanarci da Lui interiormente. Possiamo vivere voltandoGli le spalle. Ma Egli ci aspetta sempre, ed è sempre vicino a noi.” Benedetto XVI

“Cari romani adesso sono il vostro vescovo. Grazie per la vostra generosità, grazie per la vostra simpatia, grazie per la vostra pazienza! In quanto cattolici, in qualche modo, tutti siamo anche romani” Benedetto XVI

“Giovanni Paolo II davanti a tutti i tentativi, apparentemente benevoli verso l’uomo, di fronte alle errate interpretazioni della libertà, sottolineò in modo inequivocabile l’inviolabilità dell’essere umano, l’inviolabilità della vita umana dal concepimento fino alla morte naturale.” Benedetto XVI

“La libertà di uccidere non è vera libertà ma è una tirannia che riduce l’essere umano in schiavitù” Benedetto XVI

“io debole servitore di Dio devo assumere questo compito inaudito, che realmente supera ogni capacità umana. Come posso fare questo? Come sarò in grado di farlo?” Benedetto XVI

“solo laddove si vede Dio, comincia veramente la vita. Solo quando incontriamo in Cristo il Dio vivente, noi conosciamo che cosa è la vita.” Benedetto XVI

“Chi si dona a lui, riceve il centuplo. Sì, aprite, spalancate le porte a Cristo   e troverete la vera vita” Benedetto XVI

“chi fa entrare Cristo, non perde nulla, nulla   assolutamente nulla di ciò che rende la vita libera, bella e grande” Benedetto XVI

“Quante volte noi desidereremmo che Dio si mostrasse più forte. Che Egli colpisse duramente, sconfiggesse il male e creasse un mondo migliore…Noi soffriamo per la pazienza di Dio. E nondimeno abbiamo tutti bisogno della sua pazienza.” Benedetto XVI

“Ciascuno di noi è il frutto di un pensiero di Dio. Ciascuno di noi è voluto, ciascuno è amato, ciascuno è necessario.” Benedetto XVI

“la Chiesa è giovane. Essa porta in sé il futuro del mondo e perciò mostra anche a ciascuno di noi la via verso il futuro.” Benedetto XVI

“alla comunità dei santi non appartengono solo le grandi figure che ci hanno preceduto e di cui conosciamo i nomi. Noi tutti siamo la comunità dei santi, noi battezzati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” Benedetto XVI

“anche in me si ravviva questa consapevolezza: non sono solo. Non devo portare da solo ciò che in realtà non potrei mai portare da solo. La schiera dei santi di Dio mi protegge, mi sostiene e mi porta.” Benedetto XVI

“Il mio vero programma di governo è quello di non fare la mia volontà, di non perseguire mie idee, ma di mettermi in ascolto, con tutta quanta la Chiesa, della parola e della volontà del Signore e lasciarmi guidare da Lui, cosicché sia Egli stesso a guidare la Chiesa in questa ora della nostra storia.” Benedetto XVI

“Il mondo è redento dalla pazienza di Dio e distrutto dall’impazienza degli uomini.” Benedetto XVI

“la gioia… non è la gioia banale, che si fonda sulla dimenticanza degli abissi della nostra esistenza ed è pertanto condannata a precepitare nel vuoto. E’ la vera gioia… che nella sofferenza non viene distrutta, ma soltanto portata a maturità” Ratzinger, Maria Chiesa nascente

“tanto più noi diventiamo uno, e tanto più siamo Chiesa, tanto più la Chiesa è se stessa.” Ratzinger

“Per cos’altro dovrebbe esserci la Chiesa se non per questo, per divenire l’abitazione di Dio nel mondo?” Ratzinger

“Chi crede, non è mai solo – non lo è nella vita e neanche nella morte.” Benedetto XVI

“non abbiate paura di Cristo egli non toglie nulla e dona tutto” Benedetto XVI

“E’ Dio che cerca l’uomo in mezzo alle cose del mondo e della terra; è Dio, che nessuno può scoprire da sè, nemmeno l’uomo più puro, a inseguire l’uomo e ad entrare in rapporto con lui” Ratzinger

“un piccolo fanciullo, un operaio oppresso dal lavoro, se credono, sono superiori ai più grandi asceti” Ratzinger

“L’uomo non viene dal caso… l’uomo è frutto dell’amore creativo di Dio” Ratzinger

“Noi siamo creature, volute da Lui e destinate all’eternità: lo è anche il nostro vicino, anche la persona antipatica” Ratzinger

“il danaro, il potere, la reputazione, l’opinione publica, il sesso non sono diventati dei poteri di fronte ai quali gli uomini si piegano, ai quali rendono un servizio idolatrico?” Ratzinger

“La Bestia è il numero e trasforma in numeri. Dio invece ha un nome e chiama per nome, Egli è persona e cerca la persona” Ratzinger

“Un cuore avido ed egoistico non può conoscere Dio… Dio non può essere trovato nemmeno da un cuore confuso e distratto” Ratzinger

“Dio si rende garante del diritto. Egli difende i deboli dai potenti. E’ questo il suo vero volto.” Ratzinger

“Quando si stabilisce una specie di consenso sul fatto che i bambini, che si presume nasceranno tarati, devono essere abortiti per risparmiare a sé e agli altri il peso delle loro esistenze, vuole dire che tutti gli handicappati sono fatti oggetto di disprezzo.” Ratzinger

“Agostino, nelle Confessioni, mi venne incontro in tutta la sua passionalità e profondità umane. La logica di Tommaso d’Aquino mi sembrava troppo chiusa in se stessa, troppo impersonale” Ratzinger

“La grazia nel senso proprio e più profondo della parola: non è qualcosa che viene da Dio, ma Dio stesso”Ratzinger

“Il segno della donna è diventato il segno della speranza, ella è la guida della speranza” Ratzinger

“laddove all’umano viene sottratto il biologico, l’umano stesso viene negato” Ratzinger

Maria “ha in un certo senso messo da parte quanto in lei era personale per essere unicamente a disposizione del Figlio; ed è in questo soltanto che Maria ha realizzato la sua personalità” Ratzinger

“Abbiamo quasi del tutto rinunciato a cercare l’essenza intrinseca e celata delle cose, a scandagliare la sostanza dell’essere stesso” Ratzinger

“tanto il credente quanto l’incredulo, ognuno a suo modo, condividono dubbio e fede, sempre beninteso che non cerchino di sfuggire a se stessi e alla verità della loro esistenza” Ratzinger

“chi pretende di sfuggire l’incertezza della fede, dovrà fare i conti con l’incertezza dell’incredulità” Ratzinger

“Se Dio non è amore, non è nulla; ma se è amore, dev’essere Io, Tu e un’unica cosa: dev’essere Uno-Trino” Ratzinger

“la vita, presa in se stessa, è priva di senso: può tramutarsi in un peso insopportabile” Ratzinger

“Possiamo dare la vita? Soltanto nel caso in cui questa venga sorretta da una speranza capace di superare tutti gli orrori che la terra ci riserva.” Ratzinger

“La crisi della paternità che noi oggi stiamo vivendo è una componente, la più importante che minaccia l’uomo nella sua umanità” Ratzinger

“Morto non è DIo bensì ciò che nell’uomo costituisce la premessa perchè Dio viva nel mondo” Ratzinger

“AI nostri giorni non dovremmo mai dimenticare che questi campi di concentramento prefiguravano la sorte di un mondo che corre il rischio di assumere, se accetta la legge universale della macchina, la stessa struttura dei campi di concentramento” Ratzinger

“ma il tempo non è Dio. Dio è l’eterno, mentre il tempo è un idolo” Ratzinger

“Se il potere sta soltanto nelle mani dell’uomo, non esiste più alcun Dio.” Ratzinger, Il Dio di Gesù Cristo

“la comunità in se stessa non ha sussistenza, ma, in quanto unità, ha origine per la fede dal Signore stesso” JOSEPH RATZINGER

“Nella nostra riforma liturgica c’è la tendenza, a parer mio sbagliata, ad adattare completamente la liturgia al mondo moderno.” JOSEPH RATZINGER

“Vi è, anzitutto, l incapacità di accettare francamente l imperfezione delle cose umane. La pretesa dell assoluto nella storia è il nemico del bene che vi è in essa.” Ratzinger

“è urgente imparare di nuovo il coraggio della imperfezione e il riconoscimento della costante minaccia a cui sono sottoposte le cose umane.” Ratzinger

“La perdita della trascendenza porta con sé la fuga nell utopia.” Ratzinger

“Quando il fondo cristiano viene tolto via del tutto, niente sta più insieme. Lo vediamo oggi nella progressiva dissoluzione del matrimonio come forma fondamentale della relazione tra i sessi, a cui consegue la riduzione del sesso a una specie di piacevole droga di facile acquisizione.” Ratzinger

“Spossessato delle sue dimensioni reali, l’uomo può soltanto rifugiarsi in speranze apparenti.” Ratzinger

Aiutaci donando con PayPal, Bancomat o Carta di credito