L’Islam e il Cristianesimo

dio-amore“Poiche’, pur essendo libero da tutti, mi sono fatto servo di tutti, per
guadagnarne il maggior numero. Mi sono fatto ogni cosa a tutti, per salvarne ad ogni modo alcuni. ” San Paolo

Se il nostro desiderio e’ quello di raggiungere tutti gli uomini con il
Vangelo, è necessario, come faceva San Paolo, predicare in un modo che tutti possano capire bene.
A questo proposito e’ appropriato fare una breve valutazione dell’Islam secondo la prospettiva cristiana.
A prima vista possiamo senz’altro dire che alcune delle dottrine islamiche possono essere accettate anche dai cristiani.

Dona ora. Grazie!

Eccone alcune:

Dio è uno, La nascita virginale di Gesù, Gesù il Messia, Gesù senza peccato ecc…
E’ da tenere comunque presente che esistono moltissime differenze sostanziali ed importanti. In questo breve articolo, ne analizzeremo solo alcune.
* Prima di tutto possiamo notare che la concezione che i musulmani hanno di Dio è completamente diversa da quella dei cristiani. L’islam insegna che Dio è un Dio distante e che mai l’uomo potrà conoscerlo, infatti, nel Corano Dio rivela la sua volontà e mai se stesso. Nemmeno possiamo trovare nel Corano che Dio è un Dio d’amore e di grazia o che il suo desiderio è di essere Padre dei suoi figli, come invece troviamo chiaramente descritto nella Bibbia.
* Secondo, ma non meno importante, possiamo notare, che anche se Gesù è considerato un profeta che operava miracoli e l’unico essere umano senza peccato, l’Islam nega che Gesù sia il Figlio di Dio ed il Salvatore del mondo. I musulmani negano con forza che Gesù sia morto sulla croce, tanto meno per i peccati dell’umanità.
* Terzo, possiamo notare che anche se l’uomo è descritto come debole creatura portata a sbagliare e ad andare contro la volontà di Dio, l’Islam nega che l’uomo sia peccatore per natura e che abbia bisogno di un Salvatore, cosa che la Bibbia insegna con chiarezza.
*  Secondo i musulmani gli uomini hanno la possibilità di sottomettersi alla volontà di Dio e seguire i suoi comandamenti. Secondo l’Islam, il bisogno spirituale degli uomini, non è per un Salvatore, ma per ricevere una guida e un aiuto. E siccome che nell’Islam il favore di Dio si può guadagnare per mezzo delle opere, i seguaci di questa religione non possono essere sicuri del perdono di Dio.

Molti di noi hanno la possibilità di dimostrare amicizia a vicini di casa, colleghi o compagni di scuola, ma nel fare questo è importante tenere presente alcune barriere che purtroppo esistono tra l’Islam e il Cristianesimo.
L’attitudine di molti musulmani nei confronti del cristianesimo e dell’Occidente in generale è negativa a causa di conflitti del passato, per esempio le Crociate del Medio Evo, la colonizzazione Europea ed, in tempi recenti, il supporto allo stato Ebraico da parte di molti paesi Occidentali.
Dobbiamo anche ammettere che a volte anche la nostra attitudine nei loro confronti non è del tutto positiva. L’uomo istintivamente ha paura di quello che non conosce e questa paura ci può impedire di condividere con i nostri amici il messaggio del Vangelo.
Noi dobbiamo permettere all’amore di Dio di vincere le nostre paure per essere in grado di penetrare queste barriere e portare così la speranza a queste persone.
Il nostro compito è mostrare la compassione di Dio alle persone che
conosciamo o che incontriamo per la strada. Solo facendo questo, potremo penetrare il muro della diffidenza e dell’ostilità.

È di fondamentale importanza invitare i nostri amici alla lettura e allo studio del Nuovo Testamento, ricordiamoci che solo nella Parola di Dio possiamo trovare il perdono per i nostri peccati e la sicurezza della nostra salvezza in Cristo Gesù. Dio ci ha dimostrato il Suo amore e la Sua grazia donandoci il Suo Figliolo ed il Suo Spirito Santo e ci ha comandato di condividere questa Buona Notizia con tutte le persone di questo mondo.
I musulmani hanno bisogno dell’amore di Dio, aiutiamoli a scoprirlo!

Aiutaci donando con PayPal, Bancomat o Carta di credito