Malattie infettive tra tossicodipendenti in trattamento

Foto di RenoBeranger da Pixabay

I dati riguardano le persone segueit dai Ser.D. Occorre premettere che la considerevole disomogeneità interregionale nella quota di utenti testati e positivi ai marker per le patologie infettive, non consente un’interpretazione univoca dei dati e delle differenze rilevate. Per poter precedere a un tale confronto sarà essenziale ottenere una raccolta di dati omogenei. L’estrema variabilità nella proporzione di utenti testati risente della mancata rilevazione di questo tipo di informazione per criticità nella fase di registrazione sui sistemi informatici.

Leggi questa nostra richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

Nel 2018 gli assistiti testati per HIV sono stati 37.1941, pari al 29,5% del totale dei soggetti in trattamento. Sono risultati positivi 1.585 soggetti, corrispondenti all’1,3% del totale dei trattati, con un range di valori compresi tra lo 0% della PA di Trento e il 3,5% della regione Lombardia (Tab.8.1.1). I soggetti testati per HBV sono stati 26.786, il 21,3% dell’utenza totale: per lo 0,4% degli utenti trattati (513 soggetti) il test ha avuto esito positivo2, con una considerevole variabilità interregionale. La proporzione di utenti positivi ai marker per HBV varia tra lo 0% rilevato in Marche, Molise e Calabria e l’1,3% dell’Emilia Romagna.

Le criticità riferite alla fase di registrazione digitale, unite alla difforme esecuzione e registrazione della vaccinazione anti-HBV a livello regionale, possono avere influito sulla importante variabilità nella percentuale di positivi. Sono stati 25.274 gli assistiti testati per HCV, pari al 20,1% del totale degli utenti in trattamento. L’8,5% dei trattati (10.692 soggetti) è risultato positivo, con una sostanziale variabilità territoriale: la proporzione di utenti positivi per HCV è compresa tra 0% e 33,3% rilevati rispettivamente nelle regioni Molise ed Emilia Romagna (Tab. 8.1.1.1). Nel complesso, tra i soggetti testati il 4,3% è risultato HIV positivo, l’1,9% HBV positivo e il 42,3% HCV positivi, con una ampia variabilità interregionale.

Fonte: Dipartimento delle politiche antidroga (relazione 2019, dati 2018).

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito

   

____________________________________
SE HAI PROBLEMI DI DROGA, SE HAI UNA FIGLIA, UN FIGLIO, UNA PERSONA CARA CHE HA PROBLEMI DI DROGA O DIPENDENZA PUOI ANDARE AI COLLOQUI LEGGI QUI, QUANDO E DOVE INCONTRARE LA COMUNITA’ CENACOLO
____________________________________

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Dimenticati. Sacrificati in odio alla religione o per “liberare” il nostro paese.

La vita di Giulia, morta a piedi nudi «per sentire le nuvole del Paradiso»