Su surrogata ed eterologa nessun vuoto normativo. Approvare ddl per la perseguibilità all’estero

“Considero schizofreniche le motivazioni con cui la Corte Costituzionale da una parte conferma il divieto della pratica dell’utero in affitto, riconoscendo che mina la dignità della donna, ma dall’altra invita il legislatore ad andare oltre le attuali forme di adozione per tutelare quelli che definisce i migliori interessi del minore”, così il leader del Family Day Massimo Gandolfini commenta le motivazioni della Consulta su eterologa e utero in affitto.

“Ai giudici della Consulta mi permetto di ricordare che l’interesse del minore è quello di non essere oggetto di un mercimonio, è quello di non essere selezionato da un catalogo di gameti come un prodotto su Amazon, è quello di non essere strappato dal seno materno a pochi secondi dalla nascita come prevede il percorso della surrogata al fine di non creare legami tra la madre e il neonato ed è quello di avere un padre e una madre, che non sono ruoli intercambiabili e relativizzabili in nome del desiderio di un adulto. Qualsiasi legge che riconosca la genitorialità dei committenti andrebbe a legittimare questo turpe mercato di vite e corpi e umilierebbe le migliaia di coppie italiane che invece di ricorrere a questa pratica imboccano il percorso dell’adozione per dare una famiglia ad un orfano che ha vissuto la tragedia di perderla” prosegue Gandolfini.

“La legge 40 è chiarissima; non esiste alcun vuoto legislativo, per questo l’unica iniziativa parlamentare che bisogna intraprendere è quella di un’immediata discussione dei disegni di legge Meloni – Carfagna – Pillon (ed altri eventuali NDR) che rendono perseguibile la maternità surrogata anche se usufruita all’estero e con divieto di trascrizione di atti di nascita di genitori non biologici. L’approvazione di questi ddl aiuterebbe l’azione globale contro l’utero in affitto, sostenuta da molti ambienti culturali e da diversi governi, come testimonia il recente divieto adottato dall’India e il dibattito intrapreso dalle femministe francesi” conclude Gandolfini.

Roma, 9 marzo 2021

Associazione Family Day – DNF

L'articolo continua dopo questa richiesta di aiuto...
SOSTIENI GLI AMICI DI LAZZARO E QUESTO SITO.
Abbiamo davvero bisogno di te!
IBAN (BancoPosta intestato ad Amici di Lazzaro)
IT98P 07601 01000 0000 27608 157
PAYPAL Clicca qui (PayPal)
SATISPAY Clicca qui (Satispay)

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

SOSTIENI QUESTO SITO. DONA ORA con PayPal, Bancomat o Carta di credito