bioetica e vita

I suoi primi nove mesi

Sempre più studi danno risalto alle esperienze del nascituro. Che sente, si emoziona. E dialoga con mamma e papà. Chissà per quanto tempo le mamme hanno tenuto per sé questo segreto: che il bambino che […]

bioetica e vita

Il gender, una questione politica e culturale

Prima di “Fare e disfare il genere”, come la filosofa statunitense Judith Butler ha intitolato il suo recente saggio (edito da noi per “Mimesis” nel 2014), occorrerebbe comprenderne la storia e l’esatta definizione. In effetti la prospettiva […]

bioetica e vita

Buona morte, bimbo. Tempi grami per i disabili in Olanda

Dieci anni fa il professor Eduard Verhagen aveva invaso le prime pagine delle principali testate internazionali con l’ammissione che la sua équipe neonatale all’Università di Groningen, in Olanda, aveva praticato l’eutanasia su ventidue neonati affetti […]

bioetica e vita

Ci sono persone potenziali? (o alcuni non valgono niente..)

Siamo tutti persone potenziali. Cioè siamo tutti persone: bimbi nella pancia della mamma, neonati, bambini, adulti, anziani Quando vengono messi alle strette sulla giustificazione dell’aborto, i difensori del “diritto alla scelta” sempre più spesso ricorrono […]

matrimonio e amore

Mio figlio down vale ed e’ puro amore

Un famoso scienziato, professore a Oxford, ha dunque sostenuto che la scelta di mettere al mondo un bambino down è «immorale». Forse il professor Richard Dawkins dovrebbe ragionare un po’ sul significato del termine morale. […]

bioetica e vita

L’embrione e la ragione

Nel medioevo, quando non si conosceva la genetica e neppure la citologia, si pensava che l’animazione del feto avvenisse al 40° giorno perché prima non si vedevano le strutture cerebrali. Ma oggi sappiamo che l’embrione […]