More stories

  • enfants-fratrie-content-cacher-1879907/
    in

    Un sorriso all’aurora

    Raoul Follereau si trovava in un lebbrosario in un’isola del Pacifico. Un incubo di orrore. Solo cadaveri ambulanti, disperazione, rabbia, piaghe e mutilazioni orrende. Eppure, in mezzo a tanta devastazione, un anziano malato conservava occhi sorprendentemente luminosi e sorridenti. Soffriva nel corpo, come i suoi infelici compagni, ma dimostrava attaccamento alla vita, non disperazione, e […] More

  • in

    L’importanza di trovare dei motivatori

    Ho ventisei anni, mi sono laureata in Scienze dell’educazione ma non ho trovato lavoro, così da un anno sono alla cassa di un supermercato. Le chiedo: è giusto secondo lei che una ragazza laureata lavori per sette ore al giorno in un supermercato per 440 euro al mese? Quando torno a casa la sera mi […] More

  • in

    La storia sconosciuta di Don Bosco

    L’inutile attesa di un’ultima udienza papale “Sono persuaso che qui sia impedita la maggior gloria di Dio e il bene delle anime” Dal 23 dicembre 1877 al 26 marzo 1878 don Bosco risiedette in Roma. Vi era giunto all’antivigilia di Natale per poter sbrogliare antiche e intricate matasse, che si erano ancor di più intorcigliate […] More

  • in

    Don Bosco a Roma: furto con scasso e incendio

    Sono ben noti alla letteratura popolare su don Bosco i piccoli furti di cui fu vittima nei primi anni della casetta Pinardi da parte dei giovani da lui accolti. Meno noti forse il furto di biancheria a Valdocco e il tentativo sventato nella basilica di Maria Ausiliatrice negli anni Settanta. Lo stesso si dica dei […] More

  • in ,

    Rituali familiari (B.Ferrero)

    La nonna era sbigottita: «In municipio, solo con due testimoni? Voi giovani vivete come animali!». La nipote le aveva appena comunicato la decisione di non sposarsi in chiesa.  Oggi, non si dà l’addio solo alla marcia nuziale, ma anche al battesimo, alla cresima, all’acqua benedetta e alla processione verso il cimitero. Non ci sono più […] More

  • in

    Ora so perché dovevi farlo – storia di Natale

    C’era una volta un uomo che considerava il Natale una favola incomprensibile. Era una persona gentile e discreta, amorevole con la sua famiglia, onesta in tutti i suoi rapporti con gli altri uomini. Ma non riusciva a credere all’Incarnazione. Ed era troppo onesto per fingere di crederci. La vigilia di Natale la moglie e i […] More

Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.