More stories

  • in

    Riflessioni sul peccato originale (Bruto Maria Bruti)

    In ogni essere umano è presente un conflitto fra la tendenza al piacere disordinato e la tendenza alla giustizia. Esiste un’esperienza fondamentale che facciamo tutti: in certi casi vediamo con certezza che dovremmo fare una certa cosa che riconosciamo essere buona per noi e tralasciare un’altra che riconosciamo essere cattiva ma dalla quale possiamo ricavare […] continua

  • in

    L’immacolata concezione spiegata da Benedetto XVI

    Cari fratelli e sorelle!Quest’oggi celebriamo una delle feste della Beata Vergine piu’ belle e popolari: l’Immacolata Concezione. Maria non solo non ha commesso alcun peccato, ma è stata preservata persino da quella comune eredità del genere umano che è la colpa originale. E ciò a motivo della missione alla quale da sempre Dio l’ha destinata: […] continua

  • in

    Sul castigo di Dio (San Paolo VI)

    NDR: Se Dio non esiste il problema dei castighi non esiste. Se Dio esiste, esiste anche il Paradiso e una vita oltre quella terrena, ovviamente in tal caso anche una sofferenza terrena e addirittura la morte vengono relativizzate. È dottrina divinamente rivelata che i peccati comportino pene infinite dalla santità e giustizia di Dio, da […] continua

  • in

    Peccato originale e liberta’ (Bruto Maria Bruti)

    San Tommaso d’Aquino spiega che il male non ha una propria esistenza, ma è soltanto la privazione di un bene, che si può presentare in due forme: come mancanza di qualche cosa oppure come mancato raggiungimento di un fine. Il bene di ogni cosa consiste nell’essere secondo la propria natura: il male è una mancanza […] continua

  • in

    Benedetto XVI a una bambina: perché confessarsi?

    Livia: «Santo Padre, prima del giorno della mia Prima Comunione mi sono confessata. Mi sono poi confessata altre volte. Ma volevo chiederti: devo confessarmi tutte le volte che faccio la Comunione? Anche quando ho fatto gli stessi peccati? Perché mi accorgo che sono sempre quelli». Direi due cose: la prima, naturalmente, è che non devi […] continua