More stories

  • in

    Chiunque diventi genitore accetta di poter diventare San Giorgio che si batte contro il drago (Silvana De Mari)

    Oggi ricordiamo San Giorgio. Chesterton ci dice che in ogni narrazione, ma soprattutto nella vita di ognuno di noi, deve esserci San Giorgio che uccide il drago per salvare la principessa. Nella vita di ognuno di noi ci deve essere una causa per cui battersi. Chiunque accetti di essere coniuge fino all’ultimo giorno si sta […] continua

  • in

    Amore e vita: due anti-parole?

    “D’amore e di altri disastri”, “Il prezzo dell’amore”, “Quando finisce un amore”, “Il laboratorio dell’amore”, “Quando l’amore è un’ossessione” (è la recensione sul quotidiano “La Repubblica” di un libro di Natalia Aspesi: Sentimental, diario italiano di amore e disamore, in cui “si parla soprattutto di sesso”) o, ancora, “Il laboratorio dell’amore” (“The love lab” nello […] continua

  • in

    Preghiera per le famiglie

    Padre, dona a tutte le famiglie la presenza di sposi forti e saggi, che siano sorgente di una famiglia libera e unita. Padre, dona ai genitori di avere una casa dove vivere in pace con la loro famiglia. Padre, dona ai figli di essere segno di fiducia e di speranza e ai giovani il coraggio […] continua

  • in

    Gli uomini sono nati per amare le donne e le donne sono nate per amare gli uomini

    Gli uomini sono nati per amare le donne e le donne sono nate per amare gli uomini, perché dall’amore di un uomo e una donna può nascere la vita. ( l’erba è verde e due più due fa quattro)Uomini e donne, sposatevi, amatevi, sostenetevi e abbiate dei figli non solo per evitare la scomparsa della […] continua

  • in

    Il coraggio di sposarsi

    «Il sacramento del matrimonio comporta un impegno preciso: si ama come ama Dio, per sempre. Ci vuole coraggio per amarsi come Cristo ama la Chiesa. Per questo gli sposi coraggiosi son una risorsa essenziale per la Chiesa», Narrano le cronache che molti giovani fidanzati abbiano incrociato gli sguardi e mostrato un sorriso di sorpresa nell’ascoltare […] continua

  • in

    28. Perche’ volere che un bambino disabile viva?

    Avra’ una vita felice o infelice? Questo non dipende dalla gravita’ del suo handicap. Non dipende neppure dal numero di cellule del suo cervello. Dipende da Chi la circonda, perche’ l’essenziale per essere felice – per lui, come per ciascuno di noi – e’ amare ed essere amato.Il bambino non conosce tutto il dramma vissuto […] continua

Carica altri articoli
Congratulations. You've reached the end of the internet.