More stories

  • in

    Chi puo’ difendere oggi la famiglia?

    I processi di cambiamento intervenuti nell’ultimo quarto di secolo esigono, da parte di quanti credono ancora nell’istituto familiare, una serie di interventi a favore della famiglia, in parte correttivi dei guasti del passato, in parte orientati a far fronte alle nuove sfide che gli esiti ultimi della modernizzazione, e in particolare il fenomeno della globalizzazione, […] continua

  • in

    Chiunque diventi genitore accetta di poter diventare San Giorgio che si batte contro il drago (Silvana De Mari)

    Oggi ricordiamo San Giorgio. Chesterton ci dice che in ogni narrazione, ma soprattutto nella vita di ognuno di noi, deve esserci San Giorgio che uccide il drago per salvare la principessa. Nella vita di ognuno di noi ci deve essere una causa per cui battersi. Chiunque accetti di essere coniuge fino all’ultimo giorno si sta […] continua

  • in

    Essere figli oggi: problemi di antropologia della famiglia

    Nonostante le crisi antropologiche e sociali, che si abbattono oggi sulla famiglia, tale istituzione originaria trova ancora la sua forza vitale nel generare legami.Questo suo elemento identitario sembra resistere nella storia dei mutamenti dei diversi tipi di famiglia che si sono succeduti in Europa – nucleari, estese, multiple, complesse – e si stende anche oggi […] continua

  • in

    La biologia dice il vero: famiglia non “famiglie”

    La domanda di fondo da cui partire nella nostra indagine se esistano o meno dei “determinanti neurobiologici” dell’identità sessuata, che – detto in termini più semplici – significa se la strutturazione anatomo funzionale del cervello maschile è in tutto identica a quella del cervello femminile, è se essere maschio o essere femmina sia una strutturazione […] continua

  • in

    Le parole, l’antilingua e l’antifamiglia

    Le parole sono cose strane: possono essere astratte, ma anche concrete, percepibili dall’udito o dalla vista, leggere oppure pesanti, capaci di ferire oppure di guarire, di comunicare o di scomunicare, di trasmettere o di interrompere una comunicazione, possono ordinare (in tutti i sensi di questo verbo) o confondere e provocare disordine, essere comprensibili o incomprensibili […] continua

  • in

    La famiglia risorsa per la società

    La famiglia come istituzione naturale non è soltanto acquisizione cristiana, o meglio non è semplicemente acquisizione cristiana. È largamente diffusa la concezione positiva che Aristotele aveva della famiglia: direttamente contro il comunismo di Platone, indirettamente contro il convenzionalismo politico dei Sofisti e l’anarchismo dei Cinici. È inconcepibile per lo Stagirita, la società civile, prescindendo dalla […] continua

Carica altri articoli
Congratulations. You've reached the end of the internet.