Piena di grazia. Il primo anno

Il 24 maggio 2023 abbiamo iniziato questa piccola avventura con il desiderio di affidare ogni persona in Italia con una Ave Maria, in modo che anche chi non prega, chi non riesce, chi non sa pregare, perfino chi non vuole, arrivi in cielo con quella preghiera.
“Prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte”
E’ una sorta di rete, una Rete Piena di Grazia per avvolgere ogni abitante in Italia nel manto di Maria Madre di Dio, e spiritualmente Madre di ogni creatura.

Una rete che non imprigiona ma rende liberi.
Una rete che non chiude il cuore ma lo allarga.
Sul sito www.pienadigrazia.com chi prega segna quante AveMarie recita per chi non sta pregando.
Chiediamo a lei di pregare per noi e per ogni persona.

Inizialmente pensavamo che sarebbe stato un grande risultato arrivare a 150.000 Ave Maria ,
i numeri ci hanno sempre piu’ stupito e a breve arriveremo a mezzo milione.
500.000 anime che quando andranno in cielo avranno l’intercessione della Madonna.
L’obiettivo è di pregare per ogni abitante in Italia.

Lo aveva detto a Fatima:
Pregate, pregate molto e fate sacrifici per i peccatori; tante anime finiscono all’inferno perché nessuno prega e si sacrifica per loro. (13 agosto 1917 – 4 apparizione ai pastorelli di Fatima)

Anche chi prega è peccatore ed ha bisogno di preghiere.
Quindi facciamo preghiere gli uni per gli altri.
Questo conta e siamo certi che la preghiera produce amore e attenzione ai bisogni materiali e spirituali di chi ci è accanto.
Ringraziamo quindi Dio per questo anno Pieno di grazie, pieno di bene, pieno di meraviglie.

Nel frattempo il progetto si è allargato all’immenso Brasile
www.rainhadoceu.com
e in pochi mesi siamo a quasi 400.000 AveMaria ma l’obiettivo è di pregare per oltre 200 milioni di Brasiliani.

E in erba c’è la Nigeria che ha oltre 215 milioni di abitanti
Ave Maria! (thequeenofheaven.com)

Pregate e fate conoscere la rete!
Paolo Botti – Amici di Lazzaro e tutti gli amici della Rete

L’eutanasia e il problema del consenso

45. Se l’eutanasia non e’ accettabile, quali altre soluzioni si possono proporre?