La poligamia? No grazie

La storia della poligamia per come è spiegata da alcuni media pare quasi positiva.
L’esperienza concreta di chi vi è coinvolto, donne, figli e mariti è assolutamente negativa.

Gradualmente i genitori iniziano a sconsigliare di fidanzarsi con persone provenienti da famiglie poligame. Le dinamiche famigliari e gli intrecci sono complicati, onerosi e faticosi da affrontare, anche psicologicamente.

Nel sentire comune del sud della Nigeria ad esempio si ritiene che i figli cresciuti in famiglie poligame siano stati spesso educati a essere ambigui e non trasparenti.

C’ è un libro di Lola Shoneyin che ne parla “Prudenti come serpenti”, è la storia di quattro mogli di educazione, cultura, religione e provenienza sociale differente che cercano di mettersi in evidenza agli occhi del ricco marito poligamo per garantire se stesse e i rispettivi figli.
Una lotta fatta si sotterfugi, menzogne, che impedisce relazioni sincere mettendo a rischio la salute fisica e psichica di ogni persona coinvolta.

La convivenza nelle famiglie poligame può presentare diverse sfide e problematiche:

  1. Gelosia e rivalità: La presenza di più mogli nello stesso contesto familiare genera gelosie e rivalità tra le donne. La competizione per l’affetto e l’attenzione del marito porta inevitabilmente a tensioni e conflitti.
  2. Disuguaglianza e discriminazione: La poligamia crea disuguaglianze di potere e status tra le varie mogli. Talvolta l’uomo aggiunge una moglie quando quella precedente invecchia quando non arrivano i figli desiderati.
  3. Problemi di gestione economica: La divisione delle risorse economiche tra le mogli è complessa. La distribuzione di denaro, beni, spazi familiari e spese causa tensioni finanziarie.
  4. Difficoltà nella comunicazione: La comunicazione tra le mogli e con il marito è complicata. Le diverse personalità, opinioni e bisogni creano incomprensioni e conflitti.
  5. Impatto sui figli: La presenza di più madri influenza la dinamica familiare e l’educazione dei figli. I bambini sono confusi riguardo ai ruoli e alle relazioni all’interno della famiglia poligama, oltre che a vivere in un contesto in cui la donna è evidentemente vista come inferiore e dipendente dall’uomo.

Dona ora per chi ha bisogno. Grazie!

SOSTIENI INIZIATIVE MISSIONARIE!
Con il tuo 5 per 1000 è semplice ed utilissimo.
Sul tuo 730, modello Unico, scrivi 97610280014

Il Cardinale Wojtyła al sacerdote pedofilo: ogni reato deve essere punito

Poligamia nel mondo musulmano