Uomini che pagano per fare sesso in Germania e cosa ci insegnano sul fallimento della prostituzione legale (sintesi)


Foto di PublicDomainPictures da Pixabay


Uomini che pagano per il sesso in Germania e cosa ci insegnano sul fallimento della prostituzione legale: un rapporto di 6 paesi sul commercio del sesso dal punto di vista dei “freiers” socialmente invisibili.
Questa ricerca è stata uno studio condotto in 6 paesi (Germania, Cambogia, Stati Uniti, Scozia, Regno Unito, India) con interviste di persona di un’ora e mezza a 763 acquirenti di sesso, tra cui 96 freiers in Germania. In queste interviste anonime, gli acquirenti del sesso hanno fornito informazioni sincere sulla prostituzione e sulla tratta che rispecchiavano decenni di testimonianze di sopravvissuti alla prostituzione.
Utilizzando gli estesi dati quantitativi e qualitativi raccolti per questa ricerca, vogliamo fare luce
su alcune questioni cruciali sulla prostituzione. La prostituzione legale rende la prostituzione più sicura? La prostituzione legale può ridurre la violenza contro le donne che si prostituiscono? La prostituzione legale riduce il traffico sessuale?
La prostituzione legale riduce il controllo della criminalità organizzata sul commercio del sesso? Gli acquirenti del sesso sono più propensi a denunciare la tratta se la prostituzione è legale? La prostituzione legale previene o riduce lo stupro?

Comprare sesso è associato alla coercizione sessuale, compreso lo stupro?
SÌ. Gli uomini in tutti e 6 i paesi che hanno segnalato tassi più elevati di acquisto di sesso hanno riferito anche di impegnarsi in modo significativo più atti di coercizione sessuale, compreso lo stupro.

Cosa ci hanno insegnato gli acquirenti di sesso sulla tratta, sullo sfruttamento della prostituzione e sulla criminalità organizzata?
Il 55% degli acquirenti del sesso tedeschi ha ammesso di aver osservato o pagato uno sfruttatore o un trafficante. Secondo gli acquirenti di sesso, gli sfruttatori in Germania commettono abitualmente atti violenti che soddisfano le definizioni internazionali di tortura. Per esempio:
“Ce n’è stato uno che ha davvero picchiato una delle sue donne. Davvero difficile. Con il pugno due o tre volte in faccia e la scagliò contro il muro”.
“Quando le donne non pagavano abbastanza lo sfruttatore, si facevano strappare le unghie, oppure gli sfruttatori prendevano le loro droghe, oppure picchiavano le donne in poltiglia. Le donne erano spaventate e non hanno mai detto nulla. Avevano il naso sanguinante, ma non hanno mai ricevuto cure mediche”.

Gli acquirenti di sesso tedeschi denunciano il traffico alle autorità?
Molto raramente. Gli acquirenti del sesso tedeschi riconoscono di aver assistito a un traffico sessuale significativamente dal tasso più alto rispetto ad altri paesi occidentali, ma segnalano il traffico molto meno spesso rispetto ad altri acquirenti .
Solo l’1% dei 96 acquirenti di sesso tedeschi ha denunciato il sospetto di tratta alle autorità.


Gli acquirenti di sesso sono consapevoli del danno psicologico causato dalla prostituzione?
SÌ. Freiers ci ha riportato molti esempi dettagliati di disagio psicologico. Osservando accuratamente il
sintomi dissociativi delle donne, gli acquirenti di sesso hanno detto agli intervistatori che credevano nella capacità di distaccarsi o lo “spegnimento” differenziava le prostitute dalle altre donne. Uno dei più freier ha spiegato: “A volte lo noti non lo fanno volontariamente, sembrano assenti”.
“Lo sfruttatore compie lo stupro psicologico della donna”.
“Forse si sente venduta e insicura.”
“Il suo corpo deve essere lì per tutti: è assolutamente dannoso per loro”.
“Ho visto lividi e svogliatezza”.
“Ha un corpo e un’anima emaciati. Non riusciva più a sentire nulla.”
Comprendendo che il pagamento di denaro era il mezzo di coercizione alla prostituzione, spiega un freier: “Il denaro esclude la possibilità che sia volontario”.

Gli acquirenti del sesso tedeschi (e altri) sono razzisti nelle loro scelte riguardo a quali donne utilizzare nella prostituzione?
SÌ. La metà degli acquirenti di sesso in questa ricerca ha selezionato una donna che si prostituiva sulla base di stereotipi etniche. Un elenco delle preferenze etniche degli acquirenti di sesso tedeschi indica che gli acquirenti di sesso tedeschi scelgono le donne in base al colore chiaro o scuro della loro pelle, utilizzando una gerarchia razzista del colore della pelle.
La stessa tendenza razzista è stata evidente negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Cambogia.


La preferenza per il sesso impersonale accompagna l’aggressività sessuale?
In tutti e sei i paesi della nostra ricerca, la grande maggioranza degli acquirenti di sesso (77%) ha segnalato una preferenza per il sesso impersonale, che è uno dei numerosi fattori interagenti utilizzati per prevedere l’aggressività sessuale. Gli acquirenti di sesso ci hanno riferito di una preferenza sessuale impersonale, ci hanno detto che potrebbero violentare una donna se riuscissero a farla franca, e di avere una storia più ampia di atti di coercizione sessuale.


La mancanza di empatia influisce sulla disumanizzazione delle donne che si prostituiscono da parte degli acquirenti di sesso?
SÌ. La mancanza di empatia è un antecedente alla disumanizzazione di una donna, che poi facilita l’aggressione sessuale degli uomini. Gli uomini che comprano sesso tendono ad avere una bassa empatia. Gli acquirenti di sesso in questa ricerca hanno fornito molti esempi dell’ oggettivazione delle donne: “È come prendere una tazza di caffè, quando hai finito lo butti via”.
“È come noleggiare un organo per 10 minuti.”


Cosa abbiamo imparato dagli acquirenti di sesso sui miti della prostituzione, sullo stupro,
mascolinità ostile e aggressività sessuale?

I miti della prostituzione sono nozioni culturali sulla prostituzione che non sono vere ma che giustificano l’acquisto da parte degli uomini del sesso. I miti sullo stupro sono nozioni culturali sullo stupro che non sono vere ma che giustificano lo stupro. Quanto più i freiers tedeschi accettavano i miti della prostituzione, tanto più era probabile che accettassero anche i miti culturali sulla prostituzione e sullo stupro. L’accettazione dei miti dello stupro è associata all’aggressione sessuale.
Invece che la prostituzione diminuisca lo stupro, i nostri risultati suggeriscono che è probabile che sia vero il contrario. In 6 paesi, abbiamo scoperto che il frequente utilizzo da parte degli uomini di donne prostituite era correlato alla loro probabilità di stupro.
Gli acquirenti di sesso tedeschi e gli uomini di altri 5 paesi, che hanno ottenuto il punteggio più alto nella nostra misura dell’ identificazione dell’ ostilità maschile, tendeva anche a segnalare una maggiore probabilità di commettere uno stupro.
Tutti gli acquirenti di sesso – ma soprattutto gli acquirenti di sesso tedeschi – aderiscono al mito secondo cui la prostituzione previene lo stupro.
Rispetto agli uomini negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Scozia, i freier tedeschi credevano più spesso che le donne che si prostituivano fossero “imprendibili” e che la prostituzione prevenisse lo stupro. Il 39% degli acquirenti di sesso tedeschi si sente in diritto di fare qualunque cosa volessero a una donna che si prostituiva dopo averla pagata.


L”uso della pornografia da parte degli acquirenti di sesso ha un impatto sull”acquisto di sesso o
altri comportamenti sessualmente aggressivi?

SÌ. L’uso frequente della pornografia contribuisce all’aggressività sessuale, insieme ad altri fattori. In 6 paesi, abbiamo scoperto che gli acquirenti di sesso che riferivano di un uso più frequente di materiale pornografico tendevano anche ad acquistare di più il sesso frequentemente. Gli acquirenti di sesso che utilizzavano più spesso la pornografia tendevano ad essere quelli che si impegnavano di più sessualmente a comportamenti coercitivi, compreso lo stupro.


Gli acquirenti di sesso sono coinvolti in attività criminali al di fuori della prostituzione?
SÌ. Gli acquirenti di sesso tendono a impegnarsi in attività criminali non legate alla prostituzione. Abbiamo confrontato tutti i crimini quali uomini tedeschi e statunitensi erano stati arrestati o condannati. Gli acquirenti di sesso tedeschi hanno commesso più crimini nel complesso rispetto agli uomini statunitensi. I freiers tedeschi avevano commesso più crimini di violenza contro le donne, di più aggressioni e percosse, ulteriori omicidi, rapine, furti con scasso, crimini contro il patrimonio, vendita e possesso di droga.
D’altra parte, gli acquirenti di sesso statunitensi hanno denunciato più violazioni di armi, crimini contro l’autorità, condotta sregolata e infrazioni alla guida.

Cosa dissuaderebbe gli uomini dal comprare sesso?
Gli acquirenti del sesso in tutti e 6 i paesi hanno riferito che essere inseriti in un registro di autori di reati sessuali sarebbe un deterrente altamente efficace. Altri deterrenti includono l’esposizione pubblica del loro acquisto sessuale. Altrettanto efficace come deterrente per comprare sesso equivale a trascorrere del tempo in prigione. Un programma educativo sulla prostituzione è stato il meno efficace
deterrente, secondo ogni intervistato.
Sulla base dei risultati della nostra ricerca, concludiamo che la prostituzione legale non rende la prostituzione più sicura, non diminuisce la violenza contro le donne prostituite e non riduce il traffico sessuale o il controllo della criminalità organizzata sul commercio del sesso. È improbabile che gli acquirenti di sesso denuncino la tratta. La prostituzione legale non previene nè riduce lo stupro.

Quando pregare? (Vincenzo Insolera sj)

32. Come mai il porno fa male alle relazioni?