More stories

  • in

    Francesco, abbraccia con noi i nostri fratelli (Giovanni Paolo II)

    Aiutaci, san Francesco d’Assisi,ad avvicinare alla Chiesae al mondo di oggi il Cristo.Tu che hai portato nel tuo cuorele vicissitudini dei tuoi contemporanei,aiutaci ad abbracciare le vicendedegli uomini della nostra epoca:i difficili problemi sociali, economici e politici,i problemi della cultura e della civiltà,tutte le sofferenze dell’uomo d’oggi,i dubbi e le negazioni,gli sbandamenti e le tensioni,i […] continua

  • in

    San Francesco, senza miele

    Dispiace ripetere quello che gli storici sanno benissimo e da tempo, ma la ricorrenza della morte di san Francesco (1182–1226), avvenuta il 3 ottobre 1226, ma il giorno in cui ne viene celebrata la memoria liturgica in tutta la Chiesa cattolica, cioè oggi, è un’occasione preziosa per ricordare quanto il patrono d’Italia sia stato un uomo diverso […] continua

  • in

    Preghiera per la nostra terra – Papa Francesco nella Laudato Si

    Dio Onnipotente,che sei presente in tutto l’universoe nella più piccola delle tue creature,Tu che circondi con la tua tenerezzatutto quanto esiste,riversa in noi la forza del tuo amoreaffinché ci prendiamo curadella vita e della bellezza.Inondaci di pace, perché viviamo come fratelli e sorellesenza nuocere a nessuno.O Dio dei poveri,aiutaci a riscattare gli abbandonatie i dimenticati […] continua

  • in

    Le tradizioni di Natale: il Presepio

    Il Presepe ha origine dalla fantasia e creatività di San Francesco, che nel Natale del 1223 si trovava a Greccio in Umbria, dove realizzò un presepe vivente per far rivivere l’evento della natività a Betlemme. I personaggi che oggi troviamo nei presepi di tutto il mondo sono proprio quelli pensati da San Francesco, ispirandosi al […] continua

  • in

    L’Ultimo Incontro di Santa Chiara con San Francesco di Assisi

    Anche malato, anche cieco. Francesco non poteva stare fermo. Ripartì dunque da San Damiano, solo. A chi lo voleva accompagnare, disse: — Vidi già un cieco che non aveva altra guida che un cane. Non voglio apparire migliore di lui. Camminava a stento, e andava dicendo al corpo stanco: — Rallegrati, frate asino, e perdonami. […] continua

  • in

    Le rose (dai Fioretti di Santa Chiara)

    Chiara avrebbe voluto vedere più spesso Francesco. Aveva da chiedergli tante co­se! Poteva fare a meno del cibo mate­riale, ma non di quello spirituale, che le veniva dalla parola del maestro. Francesco invece si teneva lontano da San Damiano. Diceva ai suoi frati: – Guardatevi dal dolce veleno della dime­stichezza con le donne. Chiara non […] continua

Carica altri articoli
Congratulations. You've reached the end of the internet.