Archivi tag: wodoo

I “samaritani” delle lucciole, di notte lungo i viali per salvarle dal marciapiede

“Abbiamo salvato tre ragazze nigeriane dall’inizio di settembre”. Così racconta l’intervento dell’associazione «Amici di Lazzaro» il suo fondatore, Paolo Botti, impegnato insieme agli altri volontari a sottrarre le prostitute straniere dal giogo degli sfruttatori. Alle ultime tre ragazze aiutate a liberarsi, si aggiungono due romene e un’albanese che sono  state tolte dalla strada nelle settimane precedenti. In … Continua la lettura di I “samaritani” delle lucciole, di notte lungo i viali per salvarle dal marciapiede

Quelle prostitute che si ribellano

Diciassette ragazze nigeriane hanno deciso di denunciare i propri aguzzini, ottenendo dal tribunale i beni che i loro sfruttatori avevano accumulato negli anni Conosco Isoke da un po’ di anni. Ha una bellezza rara. Con raro intendo non di quelle bellezze misurabili in forme, centimetri, quantità, foto. Bellezza come insieme di complessità, tracce, armonie. Isoke … Continua la lettura di Quelle prostitute che si ribellano

Joe e il suo bimbo rapito

“Mi rapirono il bimbo appena nato per obbligarmi a prostituirmi. Il bimbo non venne neanche registrato alla nascita. Volevano 45.000 euro.” Si è liberata, adesso vive a Granada. Ha denunciato e tutti i suoi sfruttatori sono finiti in carcere. Grande Joe! E’ una delle tante storie di vita, molto simili fra loro, di chi ha … Continua la lettura di Joe e il suo bimbo rapito

Prostituzione cinese. In Italia le nuove schiave

Era uno dei night club più esclusivi e più sconosciuti di Roma. Si chiamava “Diamante” e della sua esistenza sapevano solo i cinesi. Visto da fuori, si mescolava perfettamente allo squallore degli altri capannoni industriali del quartiere Casilino. Ma dentro, tra tappezzerie di lusso, tovaglie di seta e luci soffuse, ai tavolini si sedevano uomini … Continua la lettura di Prostituzione cinese. In Italia le nuove schiave

La “mappa del sesso”: le prostitute sono migliaia, boom delle albanesi

Il racket della prostituzione sulle strade non si stronca certo accanendosi contro i clienti con le multe o riaprendo le case chiuse, ma aiutando le schiave a denunciare i loro sfruttatori. Ne è convinto don Roberto Davanzo, direttore di Caritas Ambrosiana, che stronca le proposte di riesumare i “casini” di antica memoria, mandati in pensione … Continua la lettura di La “mappa del sesso”: le prostitute sono migliaia, boom delle albanesi

La fuga di Joy e la voglia di cantare

Joy (Nigeria) prima ha vissuto il dramma della tratta, poi è stata accolta per un periodo per vivere al sicuro dagli sfruttatori. Infine ha iniziato un percorso (la seconda accoglienza) per reinserirsi e diventare autonoma economicamente e socialmente. Ecco cosa racconta della sua esperienza La strada: “Ci ho lasciato i miei silenzi (tanto per cominciare) di … Continua la lettura di La fuga di Joy e la voglia di cantare

Nigeriane, perche’ i riti woodoo?

Il vudù (juju) Le origini storico/geografiche del culto del vudù sono da individuare nell’attuale stato del Benin (regione particolarmente martoriata nei secoli passati dal fenomeno della tratta degli schiavi). Questo fenomeno ha accompagnato nei loro spostamenti coatti, ad opera delle carovane dei negrieri, gli schiavi. Tra i gruppi di schiavi il vudù ha avuto un … Continua la lettura di Nigeriane, perche’ i riti woodoo?

Urge un nuovo sforzo per arrestare il traffico di persone e la prostituzione

Il congresso sul tema La tratta delle persone: la schiavitù moderna, che si è tenuto in Vaticano, è profondamente legato allo sfruttamento sessuale, alla droga e al traffico di organi. L’incontro ha proposto un nuovo approccio alla prostituzione. “Sant’Agostino riteneva che la prostituzione andasse tollerata come il male minore. Più di recente Benedetto XVI è arrivato … Continua la lettura di Urge un nuovo sforzo per arrestare il traffico di persone e la prostituzione

398 persone. 398 storie. 398 incontri che ci fanno soffrire e gioire (Rapporto 2013 sulla tratta e sfruttamento delle nigeriane)

Sono state incontrate 398 ragazze e donne nigeriane, di queste, ben 310 risultano sfruttate e sotto ricatto di “Maman” (sfruttatrici) o di “Bros” (sfruttatori). La percentuale è quindi vicina all’ 78%. E’ un numero sorprendentemente in crescita, dovuto probabilmente alle tante ragazze arrivate nel 2011 passando per la Libia che ottenuti il permesso di soggiorno … Continua la lettura di 398 persone. 398 storie. 398 incontri che ci fanno soffrire e gioire (Rapporto 2013 sulla tratta e sfruttamento delle nigeriane)

Rapporto di ricerca sulla tratta di persone e il grave sfruttamento

I principali fattori che spingono le persone a migrare e, in alcuni casi, a cadere vittima di tratta, continuano ad essere principalmente la povertà, la disoccupazione, le discriminazioni di genere ed etniche, le inadeguate politiche di welfare e di sviluppo, le fallimentari o assenti politiche migratorie, i conflitti regionali, il desiderio di emancipazione economica, sociale … Continua la lettura di Rapporto di ricerca sulla tratta di persone e il grave sfruttamento

Cosa abbiamo fatto nel 2013 per aiutare le famiglie

Carissimi amici, amiche, volontarie e volontari, sostenitori e simpatizzanti dell’associazione, il 2013 volge al termine e si può fare un primo bilancio dell’anno. Con alcuni articoli vorrei rendere conto di quel che si è fatto nelle varie iniziative degli Amici di Lazzaro. La crisi che avvolge il paese e la nostra Torino, si è fatta sentire … Continua la lettura di Cosa abbiamo fatto nel 2013 per aiutare le famiglie

appello per il sostegno di alcune mamme in difficoltà

carissimi, come sapete ci occupiamo di donne in difficoltà: alcune sono vittime della tratta e dello sfruttamento, altre sono rifugiate politiche, altre hanno grossi problemi familiari e/o disabilità. Le mamme che l’associazione sostiene sono moltissime, si tratta di casi che le Caritas e i centri d’ascolto parrocchiali non sono in grado di gestire perché troppo … Continua la lettura di appello per il sostegno di alcune mamme in difficoltà

Donne o cose? Le schiave nere del sesso a dieci euro

Uno studio del “Centro immigrati Fernandes” di Castelvolturno calcolò che nel 2000 c’erano circa 600 ragazze nigeriane a prostituirsi sulla strada Domitiana, un’ arteria che congiunge il basso Lazio con la provincia di Napoli. Sono poco più di 30 km di strada dove le prostitute si succedono una dietro l’altra come in una processione. Oggi è … Continua la lettura di Donne o cose? Le schiave nere del sesso a dieci euro

Dalla Nigeria all’Italia, ecco cosa c’è dietro il traffico di donne e bambini

Il nostro Paese è «legato» a quello africano sul fronte della prostituzione e delle adozioni illegali, con i soldi delle attivita’ illegali si finanzia il boom edilizio di Benin City BENIN CITY (NIGERIA) – Nigeria, Abia state. Lungo le strade che attraversano quello che oggi è lo stato nigeriano a maggior rischio rapimenti sfrecciano le … Continua la lettura di Dalla Nigeria all’Italia, ecco cosa c’è dietro il traffico di donne e bambini

Cinque motivi contro le case chiuse

L’associazione Amici di Lazzaro www.amicidilazzaro.itcontro ogni proposta di tassazione e regolamentazione della prostituzione. La prostituzione non è un lavoro, è sfruttamento, è offesa alla dignità umana. A seguito di svariate proposte politiche circa una eventuale regolamentazione della prostituzione,  sentiamo il dovere di rispondere e far sentire la nostra voce che è quella delle vittime, delle donne … Continua la lettura di Cinque motivi contro le case chiuse

Corso gratuito per volontari contro lo sfruttamento della prostituzione

CORSO GRATUITO CONTRO LO SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE: UNITA’ DI STRADA, PREVENZIONE, SOSTEGNO ALLE VITTIME e REINSERIMENTO (prevalentemente per volontari dai 18 ai 30 anni) QUANDO:   mercoledì 5 ottobre (1 incontro) – venerdì 7 ottobre (2 incontro) mercoledì 12 ottobre (3 incontro) dalle 20.30 alle 23 DOVE: Torino presso il Centro Servizi VOL.TO. (2 piano) a Torino in V.Giolitti 21 … Continua la lettura di Corso gratuito per volontari contro lo sfruttamento della prostituzione

Quando le nigeriane scapparono per andare da Giovanni Paolo II (2 aprile 2005)

L’associazione Amici di Lazzaro, ricorda così il 2 aprile 2005, data della morte di Giovanni Paolo II: Era notte fonda, la notizia della morte del Papa era arrivata da poco. Tutti davanti al televisore a vedere le immagini di piazza SanPietro che si riempiva di persone che velocemente andavano a pregare per il caro Papa … Continua la lettura di Quando le nigeriane scapparono per andare da Giovanni Paolo II (2 aprile 2005)

Anna, dalla strada alla vita

Coi suoi 24 anni, Anna e’ stata una delle oltre circa 800 donne che si prostituiscono in Torino e provincia, di queste 650 sono le donne schiavizzate, vendute da un trafficante all’altro. L’associazione Amici di Lazzaro, ogni anno ne contatta e sostiene varie centinaia. Negli ultimi anni grazie all’associazione, circa 300 ragazze hanno lasciato la … Continua la lettura di Anna, dalla strada alla vita

Il traffico di esseri umani, dalla Nigeria all’Italia

La mattina del 5 febbraio a Roma, Torino, Parma, Firenze e Imperia, i carabinieri del Ros hanno arrestato trentaquattro persone, la maggior parte di origine nigeriana. Sono accusate di traffico di esseri umani e sfruttamento della prostituzione, oltre che di spaccio e riciclaggio. Per i carabinieri operavano con le stesse modalità della criminalità organizzata. Grazie … Continua la lettura di Il traffico di esseri umani, dalla Nigeria all’Italia

Spiritualita’, liberta’ e consolazione (di Paolo Botti)

L’impegno dell’associazione che rappresento, Amici di Lazzaro, e’ articolato. Per contattare le vittime di tratta i volontari escono due-tre sere a settimane in strada, con una cosiddetta “unità mobile” L’associazione è formata da un centinaio di volontari tra cui non ci sono né mediatori né operatori. Fra le attività proposte alle donne contattate ci sono: un … Continua la lettura di Spiritualita’, liberta’ e consolazione (di Paolo Botti)